Partito Democratico Circolo Esquilino
Aggiungi il sito ai tuoi preferitiAggiungi pagina ai tuoi preferitiScegli come HomepageStampa questa paginaCondividi questa paginaSalva in PDFInvia questa pagina via mail

Sostieni la politica pulita. sostieni il Circolo Esquilino

I SONETTI DI GLORIA

STO GOVERNO

Me pare loffio e puro inconcrudente.
Penseno solo a tirà a campà,
restà su le portrone , ar Presidente,
senza affrontà le vere gravità.

Più d’un mese de chiacchere su gnente,
Letta me pare un quaquaraquà.
Tentenna, ammicca, è vago. Inconcrudente:
in preda ar pidielle sta a abbozzà.

Le larghe intese ciànno già fregato
Co Monti, la Fornero. E mo ch’avemo
rifatto l’elezzioni er risurtato

è che diciotto mesi aresteremo
in mano a sto ridicolo mercato
cor piddì a lo sbando e a lo stremo.

2013   Gloria Gerecht

 

Tante storie, un'anima

  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow

EsquiliNotizie del 21/05/2010 PDF Stampa E-mail
Venerdì 21 Maggio 2010 20:38
Care amiche e cari amici del rione,
questo numero del nostro notiziario è meno denso del solito: sarà la primavera che non arriva, le maree nere e la crisi, ma pare che negli ultimi giorni Esquilino abbia un po’ dormicchiato.
Però, però, abbiamo la grande notizia che al cinema è uscito il film “Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio” di Isotta Toso, ispirato all’omonimo romanzo dell’amico e lettore di EsquiliNotizie Amara Lakhous.
Vi raccontiamo che continua l’attività di informazione del comitato contro la costruzione del megaparcheggio sopra la stazione Termini; e che continua anche la raccolta di firme per la delibera di iniziativa popolare contro l’incredibile e inaccettabile invasione degli impianti pubblicitari abusivi e illegali in tutta Roma (decine di migliaia, niente di meno).
C’è anche da sapere, inoltre, che grazie alle proteste e alle richieste formali presentate da associazioni, comitati (compreso EsquiliNotizie) e movimenti politici locali, i manifesti abusivamente affissi da molte settimane da Casa Pound e poi da altri sulle colonne di Piazza Vittorio sono stati rimossi.
Questo dimostra che, sebbene l'ottenimento di azioni minime da parte dell'amministrazione ancora costi troppa fatica, mobilitarsi per difendere il decoro del luogo nel quale si vive dà risultati.
Adesso passeremo ad AMA e alla gestione del giardino di Piazza Vittorio...
Abbiamo poi voluto segnalare un paio di cose interessanti che non riguardano soltanto il nostro rione, per esempio l’invasione dei pullman (parliamo molto di invasioni in questo numero, ma è proprio così).
Al livello più “alto” vogliamo ricordare che procede il percorso parlamentare della cosiddetta legge sulle intercettazioni telefoniche che avrà ricadute gravi sulla libertà di informazione e di essere informati e sul ruolo di informazione indipendente e non censurata preventivamente di tutto ciò che viaggia sul web, compreso Wikipedia! Varrà la pena di parlarne ancora nel prossimo numero. 
Ed in qualità di strumento di comunicazione libero e indipendente, vogliamo esprimere pure la nostra grande preoccupazione sulla legge bavaglio in discussione in Parlamento, che consideriamo – e non siamo gli unici – incostituzionale e liberticida.
Infine, prosegue la nostra rubrica di commento agli articoli della Costituzione della Repubblica Italiana e con il numero di oggi ne pubblichiamo il sesto articolo, che afferma il principio di tutela delle minoranze e indirettamente, di nuovo, l’uguaglianza dei cittadini davanti alla legge.
Buona lettura!
 
 
Costituzione della Repubblica Italiana
 
ART. 7 – Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani.
I loro rapporto sono regolati dai Patti Lateranensi. Le modifiche dei patti, accettate dalle due parti, non richiedono procedimento di revisione costituzionale.
 
Affermando che lo Stato e la Chiesa sono due entità indipendenti ed autonome, si è voluto  ribadire che all’interno della Repubblica non c’è una religione ufficiale, né altre considerate “inferiori” ovvero “tollerate”. Ciò è confermato dall’art. 1 della Costituzione, dove si afferma che il potere non è concesso da una qualche divinità, ma appartiene al Popolo.
I Patti Lateranensi regolano i rapporto tra Stato e Chiesa cattolica dal 1929, anno in cui si è posto fine ai diverbi iniziati in occasione dell’Unità d’Italia e dell’annessione di Roma, quale capitale del nuovo regno.
L’importanza di questi Patti è tale da far sì che essi godano di una tutela costituzionale.
 
 
Il commento è cura di Ilaria Salvemme, Associazione Giovani per la Costituzione – www.giovaniperlacostituzione.it
 
 
 
CORRETE TUTTI AL CINEMA!!! SI RACCONTA QUALCOSA DI NOI E DEL NOSTRO RIONE
Riceviamo da David e volentieri pubblichiamo
 
Buonasera, mi chiamo David e vivo all'Esquilino oltre ad essere iscritto alla sezione del PD  del quartiere.
Vi chiedo gentilmente di potere pubblicare, nella newsletter settimanale, la notizia allegata sul film "Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio" di Isotta Toso.
Credo possa essere di enorme interesse. Cordiali saluti

L’Esquilino continua ad essere protagonista con il film di Isotta Toso  “Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio”

Da venerdì 14 maggio è nelle sale romane “Scontro di civiltà per un
ascensore a piazza Vittorio”, opera prima della regista  Isotta Toso. Il film, liberamente ispirato all’omonimo romanzo dello scrittore Amara Lakhous, edito da edizioni e/o, attraverso l’espediente di un ascensore e un omicidio legato all’ascensore, tenta di affrontare il tema della multiculturalità all’Esquilino. Ci troviamo di fronte ad un’interessante istantanea su Roma, i suoi abitanti, italiani ed
extracomunitari, i loro pregiudizi ma, allo stesso tempo, le loro maturità. Isotta Toso, già aiuto regia di “Notturno Bus”, affronta il delicato tema della convivenza delle varie etnie nella nostra città senza arrivare ad una tesi, senza asserire. Semplicemente riprende e lascia parlare.
L’Esquilino è, prima di tutto, protagonista indiscusso del film.
Laboratorio a cielo aperto dell’immigrazione romana per eccellenza, il quartiere  si è prestato per il romanzo di Amara Lakhous, così come per il film della Toso, ad essere analizzato. 
Elemento affascinante del film è proprio la sua coralità, la trama avvincente che si dipana attraverso il racconto di ogni suo protagonista.
Non ci sono buonismi né “cattivismi”, semplicemente tante Italie, culture eterogenee, strutturate alcune e primitive altre, tutte alla disperata ricerca di una comunicazione universale che le  comprenda, capisca e faccia esprimere.
 
Caro David,
siamo davvero lieti di pubblicare la tua recensione, anche perché era comunque nostra intenzione segnalare l’uscita di questo film, al quale auguriamo un grande successo di critica e di pubblico.
Conosciamo e apprezziamo personalmente Amara Lakhous, l’autore del romanzo da cui il film è liberamente tratto, in quanto ha partecipato ad una iniziativa organizzata da EsquiliNotizie ed altre realtà del quartiere proprio su tematiche legate all’immigrazione e all’integrazione (in quel caso in vista della giornata di mobilitazione degli stranieri del 1 marzo). Speriamo, tra l’altro, e ti ringraziamo se vorrai contattare la regista Toso per un suo coinvolgimento, di riuscire a portare il film nel rione per una proiezione dedicata all’Esquilino. Magari proprio in Piazza Vittorio.
Sarebbe davvero una bella festa, qui intanto lanciamo l’idea e nei prossimi giorni verificheremo  se e come si potrà fare, magari con il sostegno del Primo Municipio.
 
Intanto, però, un appello ai lettori: andate al cinema, correte a vedere questo film e godetevi  la piccola-grande soddisfazione di sapere che non a tutti i rioni capita in così poco tempo, come sta succedendo al nostro, di essere presenti nel soggetto e nel titolo di ben due opere cinematografiche, Scontro di civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio e L’Orchestra di Piazza Vittorio!! Ricordate lo slogan della festa della Foto di Natale dalla Piazza? Io Con- Vivo all’Esquilino, lavoro all’Esquilino  ……e CI SOGNO!
 
 
 
GIULEMANIDATERMINI
Il Comitato Giulemanidatermini ha avviato la raccolta di firme ed adesioni all’appello contro la costruzione del mega parcheggio alla Stazione e ha cominciato a portare nel quartiere la mostra che da una parte illustra il progetto Piastra, raccontandone numeri e criticità, e dall’altra  racconta le proposte e le idee su quanto si potrebbe fare a favore del trasporto pubblico (e non solo) con i 93 milioni di euro stanziati con Delibera CIPE.
 
Per chi volesse vedere la mostra e firmare l’appello, segnaliamo che sabato 22 maggio i pannelli saranno esposti sotto i portici di Piazza Vittorio, lato Oviesse, dalle 10.30 alle 12.30.
Per avere informazioni, segnalare adesioni, suggerire idee e proposte, e per chi volesse dare una mano, offrendo un po’ del suo tempo, ecco l’indirizzo mail a cui scrivere: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
 
BASTA CON GLI IMPIANTI PUBBLICITARI ABUSIVI: RIBELLIAMOCI CIVILMENTE!
Come anticipato nel numero scorso, decine di associazioni, movimenti, comitati territoriali, blog, etc si sono organizzati insieme per proporre una delibera di iniziativa popolare contro l’incredibile invasione di cartelloni (nel senso di impianti di ogni tipo che agiscono da sostegno per i poster pubblicitari che vi vengono poi affissi) in tutta la città, inclusi in I Municipio e Esquilino. Basta vedere in via Merulana, viale Manzoni, via Carlo Alberto, via Napoleone III, Piazza Vittorio.
Le oltre cento sigle comprendono anche associazioni a carattere nazionale quali Cittadinanzattiva, Lega Ambiente, Italia Nostra, gruppi di associazioni locali organizzate quali la Rete Romana del Mutuo Soccorso  e Coordinamento dei Residenti della Città Storica, blog come Cartellopoli, etc
Tutti insieme hanno iniziato a raccogliere le 5.000 firme necessarie alla presentazione della delibera popolare in Campidoglio, al fine di modificare strutturalmente e in modo deciso l’attuale normativa che ha in qualche modo consentito e favorito quello che abbiamo davanti agli occhi.
Se all’Esquilino e nel primo municipio la situazione è molto seria e preoccupante (non solo per gli aspetti, pure importanti, di carattere estetico e di decoro urbano, ma per i pericoli diretti e indiretti causati da questi impianti installati dappertutto, comprese le uscite di sicurezza delle metropolitane!), in altri quartieri della nostra città la situazione è al limite dell’incredibile. Vi invitiamo a recarvi in periferia per vedere ciò che voi umani non potete nemmeno immaginare, o a visitare il sito www.Cartellopoli.com.
Nel secondo municipio, proprio ieri si è svolta una manifestazione di protesta per chiedere la rimozione di un impianto che i “cartellonari” avevano installato abusivamente rimuovendo addirittura le protezioni per i pedoni davanti alla scuola Mazzini. E’ spesso gente senza scrupoli, e il fatto che le installazioni nel 99% dei casi vengano effettuate di notte la dice lunga su quello che c’è dietro: centinaia di milioni di euro di giro d’affari che legittima pienamente, diciamo così, l’interessamento diretto della criminalità organizzata.
Le organizzazioni citate hanno messo a disposizione tre siti web (www.lazio.cittadinanzaattiva.itwww.spaziopubblico.itwww.cartellopoli.com) nei quali è possibile trovare tutta la documentazione sull’iniziativa e il materiale necessario per raccogliere le firme.
Nei prossimi giorni anche www.esquilinotizie.org ospiterà il materiale e le notizie più importanti e invitiamo da subito tutti i nostri lettori a sostenere attivamente questa importante campagna di civiltà e legalità firmando la delibera di iniziativa popolare e promuovendola presso amici e conoscenti.
Nei quattro siti ci sono i referenti del comitato promotore per ogni municipio di Roma nonché i punti in cui è possibile firmare.
 
Per il nostro rione, il nostro notiziario sostiene con determinazione la campagna:  scriveteci  a  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  per chiedere informazioni e vi indirizzeremo ai responsabili della raccolta firme per l’Esquilino. Contiamo su di voi!
 
FIRMATE! FIRMATE! FIRMATE!
 
 
 
L’INVASIONE DEI PULLMAN: CONTINUIAMO A FARCI DEL MALE
Riceviamo dagli amici fraterni di CelioNotizie
“In consiglio comunale è stata approvata lunedì 12 aprile una delibera che raddoppia posti e aree sosta per i bestioni pulmann turistici, e pure regala la possibilità di entrare pagando un dazio di 3500 eur, che molte agenzie turistiche pagheranno senza paura, soprattutto quelle grandi. Così da oggi sapete chi imprecare quando il bestione 
scarica turisti in mezzo alla strada – come per esempio dopo il traforo, inondando in modo massiccio via del Lavatore e Fontana di Trevi - oppure ostruisce le strette vie del centro storico. Ad aggiungere pena allo sdegno è il subalterno voto di astensione di un'opposizione inesistente. A questo punto pensiamo che nemmeno l'opposizione abbia un'idea alternativa di città da contrapporre al casino proposto da Alemanno. Andiamo bene. Si rilancia la nostra proposta di scavare fossati e levare ponti levatoi tra il rione e il resto di quella turistilandia una volta centro storico”.
 
Anche il nostro amato e sofferente rione ne verrà coinvolto. Infatti, oltre ai già debordanti pullman che occupano stabilmente oltre metà della strada che costeggia, scendendo verso via Cavour, Santa Maria Maggiore, parte di via Merulana talvolta la zona di Piazza Vittorio e altre aree, avremo sempre più pullman fermi davanti alla Basilica e in altre zone che verranno identificate da Comune.
Attenzione, non parliamo di quelli, già troppi, che trasportano i turisti verso gli alberghi nei quali risiedono quando arrivano in città o ripartono. Stiamo soprattutto parlando di quelli che girano la città per mostrarla dai finestrini o con brevi tappe nei luoghi più suggestivi, dove i pullman in sosta, magari con il motore acceso, sono dei veri e propri affronti alla decenza.
Si parlava una volta di posteggi all’esterno delle mura. Ricordate i tempi, ormai lontani, del Giubileo? Il contestato ma alla fine utile parcheggio sotto il Gianicolo e il limite massimo di pullman ammessi in centro?
Tutto dimenticato, carta straccia.
Queste non sono “nuove regole, sperimentazioni, etc”. Questa è “deregulation” sulla pelle dei cittadini.
Tutto per un turismo mordi e fuggi, che favorisce poche e piccole categorie che evidentemente hanno una grande influenza sull’amministrazione, un turismo che si stacca sempre di più dalla realtà che vorrebbe visitare e conoscere, un turismo che non serve a nessuno, nemmeno alla città perché non la rispetta.
Continuiamo così, facciamoci del male.
 
 
OLTRE ESQUILINO 

BENTORNATO CELIO NOTIZIE
Oggi abbiamo ricevuto l’ultimo numero di Celio Notizie, il nostro fratellone maggiore, che è uscito dopo una pausa dovuta ad una operazione agli occhi di Fabio, il redattore capo nonché direttore del notiziario.
Siamo molto contenti che quegli occhi attenti e curiosi siano tornati a posto, auguri!!!

 PICCOLA” INDIA
La condizione dell’ infanzia nel Paese asiatico tra boom economico e crescita demografica.
 
Ci scrive Lucia per annunciarci che l’Associazione IntegrArte propone una nuova iniziativa, e volentieri pubblichiamo.
Il “viaggio virtuale” che l’Associazione IntegrArte propone per il quarto evento dell’anno, ha come meta l’India.
L’incontro, dal titolo: “Piccola” India, dedicato in particolare alla condizione dell’infanzia nel Paese asiatico, si terrà venerdì 28 maggio alle ore 20.30 presso il ristoranteindiano Gurmindia in via Labicana 29 a Roma.
 
L’aperitivo, accompagnato dai piatti tipici del Paese, avrà come protagonista la mostra fotografica di Alessia Sindici, medico e cooperatrice in India. I trenta scatti, realizzati principalmente a Calcutta, mostrano la piccola clinica pediatrica “Mother & Child” legata all’Associazione “Calcutta Project” dove ha operato la dottoressa, ma anche scorci del Paese tra i più popolosi al mondo e ricco di storia e cultura.
 
Ad aprire la mostra sarà il presidente dell’Associazione IntegrArte Davide Integlia, con una introduzione sulla situazione demografica e sul ruolo della cooperazione sanitaria in India. Questo Paese infatti vive un fortissimo paradosso: continua a crescere sia in termini economici che demografici a dispetto di enormi ritardi e contraddizioni sul piano politico-amministrativo e sul piano sociale.
L’India, che ha dato i natali al profeta della nonviolenza Mahatma Gandhi, e nota per il “miracolo economico” degli ultimi anni, è anche il Paese dove, secondo le ultime stime, ci sono 100 milioni di poveri in più dall’inizio del 2010. A subire le conseguenze della povertà sono soprattutto i più piccoli: i tassi di malnutrizione e mortalità infantile sono tra i più elevati al mondo.
 
Nel corso dell’evento, al quale parteciperà l’associazione Italia-India, verrà intervistato Amrik Jassal della comunità indiana a Roma. Attraverso i suoi racconti si approfondirà meglio la realtà di questa folta comunità presente nella Capitale. Il costo dell’aperitivo è di 10 euro.
 
Associazione IntegrArte – Ufficio Stampa
Lucia Ritrovato
Tel. 339-7864187
 
 
 
RIFUGIATI AFGANI A ROMA
Riceviamo da “Medici per i Diritti Umani” e pubblichiamo con piacere invitandovi a partecipare
 
“Siamo lieti di invitarLa alla
INAUGURAZIONE  della Mostra video-fotografica "CASA OSTIENSE: RIFUGIATI AFGANI A ROMA"
SABATO 22 MAGGIO alle ore 19.00
presso il CAFFè LETTERARIO, via Ostiense 95 Roma.
 
Saluti solidali
Medici per i Diritti Umani
 
 
La salute è un diritto di tutti. Nessuno escluso.
Medici per i Diritti Umani onlus
www.mediciperidirittiumani.org
Sede: 
Via Tiburtina 1325, 00131 Roma 
Uffici: 
Via Dei Zeno 10, 00176 Roma
Via del Bronzino 117, 50142 Firenze”

 
 

CHIESA ROMANA E OCCUPAZIONE TEDESCA
Riceviamo dal Museo Storico della Liberazione di Via Tasso e volentieri pubblichiamo

FONDAZIONE “G.B. TOMASSI”
MUSEO STORICO DELLA LIBERAZIONE
con il patrocinio del Comune di Roma
Incontro su “La Chiesa Romana durante l’occupazione tedesca”
L’esperienza UNITALSI dei Posti di Pronto Soccorso
Roma 23 maggio 2010
ore 10:00
Auditorium San Pio X
via dell’Ospedale 1
 
Francesco Scorza Barcellona, Comitato Scientifico Fondazione G.B. Tomassi
“La Fondazione G.B. Tomassi”
Tommaso Caliò, Comitato Scientifico Fondazione G.B. Tomassi
“L’archivio della Fondazione G.B. Tomassi”
Antonio Parisella, Museo Storico della Liberazione di Roma
"Roma e la Resistenza: orientamenti e
problemi”
Augusto D’Angelo, «Sapienza – Università di Roma»
"L'azione della Chiesa nella città occupata”
Suor Grazia Loparco, Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione
“Auxilium”
"L'assistenza come dovere di carità
indistinta: gli istituti religiosi di Roma
durante l'occupazione della città"
Claudio Procaccia, Archivio storico della Comunità Ebraica di
Roma (ASCER)
“La Comunità Ebraica di Roma durante
l’occupazione tedesca”
Antonio Diella, UNITALSI
"L’esperienza UNITALSI dei posti di pronto
soccorso”
 
Moderatrice
Paola Severini
Giornalista, Scrittrice ed Operatore Sociale
 
 
 
FUORI ORARIO !!
Rubrica delle notizie che nostro malgrado pubblichiamo in ritardo, ma che secondo noi  vale lo stesso la pena di segnalare.
 
FESTA ALL’AUDITORIUM DI MECENATE DI LARGO LEOPARDI
Carissimi,
vi giro notizia di un evento interessante previsto per sabato 15 maggio all'Auditorium Mecenete di L.go Leopardi (via Merulana) organizzato dalla mamma di un compagno di classe di una delle mie figlie.
Saluti
Laura
 
Cari genitori,
vi disturbo per un evento eccezionale (non per nulla l'ho organizzato io!!!!!)
che si svolge la settimana prossima.
Il 15 maggio, sabato, dalle ore 11.00 alle ore 18.00 l’Auditorium di Mecenate
sarà aperto al pubblico GRATIS per tutti!!!!
Siamo riusciti ad ottenere la gratuità perché organizzato dalla nostra coop
che è una ONLUS e perché sono coinvolti ragazzi diversamente abili.
Ci saranno visite guidate, gazebi sul piazzale con varie organizzazioni non
governative, una mostra di pittura all'interno dell'Auditorium, spettacoli.
Dalle ore 16.30 in poi cooperative sociali che venderanno i manufatti dei loro laboratori, ci sarà uno spazio bambini, la visione di alcuni video sociali, insomma dovrebbe essere una bellissima giornata (speriamo!!!!!) dove abbiamo bisogno di tanto pubblico e soprattutto di qualità!!!!!
Vi invio la brochure, vi prego di esserci quel giorno e vi chiedo la massima
diffusione, per chi insegna, potreste portarla alle bacheche delle vostre
scuole (Maura, Mariarosaria, ecc), chi lavora all'Università, chi alla RAI,
insomma abbiamo bisogno di grande diffusione e visibilità.
Vi aspetto numerosissimi, sarà anche un modo per rivederci, e vi ringrazio
anticipatamente.
Mària
 
 
PASSEGGIATE FUORI PORTA
L’associazione “Primavera Romana 2010” (http://primaveraromana.wordpress.com)
organizza una passeggiata alla Città Nomentana domenica 9 maggio.
 
“Domenica 9 maggio
l’appuntamento è a Porta Pia alle 10.00
presso la breccia aperta nelle coscienze, il 20 settembre 1870, tra potere temporale e spirituale e ormai quasi richiusa. Attraverseremo Villa Ada con il Forte Antenne, raggiungeremo la confluenza tra Tevere e Aniene, vedremo il ponte ferroviario salvato da Ugo Forno, il più giovane e l’ultimo caduto della resistenza a Roma. Lungo l’Aniene raggiungeremo il parco delle Valli sorto, grazie alla lotta del quartiere, al posto di una speculazione edilizia. Nel parco sono le strade in ricordo di Valerio Verbano, ucciso a Montesacro da criminali fascisti il 22 febbraio 1980, Paolo Seganti ucciso nel parco stesso l’11 luglio 2005 da criminali omofobi, e Dino Frisullo. Passeremo al cinema Astra, occupato nel 2008, al Centro di Cultura Popolare del Tufello e a Radio Popolare Roma, poi lungo il parco incontreremo l’associazione Insieme per l’Aniene, attraverseremo l’antico Ponte Nomentano e la Maggiolina e concluderemo il nostro viaggio alla Fondazione Zevi.
a domenica…
Ricordatevi il pranzo al sacco
Stiamo costruendo l’itinerario della giornata, vorremmo condividerlo con tutti quanti conoscono il territorio. Potete quindi aggiungere luoghi, informazioni, contatti alla mappa di google”.
 
 
 
 
NOTIZIE MIGRANTI
L’amico Sergio Briguglio ci manda qualche aggiornamento che volentieri pubblichiamo:
 
Cari amici,
giro un messaggio di Elena Rozzi.
 
Il documento cui fa riferimento Elena e' alla 
pagina 
http://www.stranieriinitalia.it/briguglio/immigrazione-e-asilo/2010/maggio/asgi-piemonte-minori.html
Cordiali saluti
Sergio Briguglio
 
Care/i,
inviamo in allegato un documento di "Proposte in merito all'applicazione della normativa vigente, al fine di promuovere la tutela dei diritti dei minori stranieri e la prevenzione della devianza minorile" che abbiamo inviato a marzo, come ASGI Piemonte, alle competenti istituzioni locali torinesi (Autorità giudiziaria  minorile, Questura, Comune, Provincia, Centro per la Giustizia Minorile ecc.).
Riguarda in parte problemi sorti in seguito all'entrata in vigore del "pacchetto sicurezza" (come il rinnovo del permesso di soggiorno ai pacchetto sicurezza" (come il rinnovo del permesso di soggiorno ai minori stranieri non accompagnati al compimento della maggiore età o la contestazione dell'aggravante di clandestinità), in parte problemi che a Torino si erano già posti in precedenza, derivanti da interpretazioni restrittive di norme che non sono state modificate dal "pacchetto sicurezza".
Abbiamo pensato di diffonderlo affinché tutte le organizzazioni che operano per tutelare i diritti dei minori stranieri (con particolare attenzione ai minori stranieri non accompagnati e ai minori sottoposti a procedimento penale) e che rilevino problemi simili nel proprio territorio, possano utilizzare liberamente il documento, ove lo ritengano un utile strumento, naturalmente adattandolo al contesto locale.
Grazie e a presto,
Elena Rozzi
A.S.G.I.
 
 
 
 
EsquiliNotizie del 21 maggio 2010
A cura di Emma Amiconi e Roberto Crea
 
Ricordiamo che questo notiziario è a disposizione di tutti i nostri lettori. Chi vuole può stamparlo in proprio e diffonderlo a chi crede. E i nostri lettori commercianti, per esempio, possono stampare in proprio il bollettino, e anche affiggerlo nel negozio o in vetrina, ed i residenti nel proprio condominio, se consentito. Non ci offendiamo, anzi è cosa utile e buona, che aiuta la coesione del rione.
Criticate, suggerite, segnalate, inviateci le email di altri residenti interessati alle nostre tematiche, a metà tra il politico-sociale e la chiacchiera di quartiere.
Perché l'Esquilino è il rione più bello di Roma!
 
Visitate anche il sito www.esquilinotizie.org
 

 

 

 


 

 

 

Un cantiere di proposte condivise per
immaginare l'Esquilino del futuro
PARTECIPA ANCHE TU!

 

  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune

Abbiamo a cuore 3 cose...

Partito Democratico Circolo Esquilino

Partito Democratico Circolo Territoriale Esquilino

Via Galilei 57 (metro A Manzoni) -  email: pdesquilino@gmail.com

Partito Democratico - Federazione PD Lazio - Federazione PD Roma