Partito Democratico Circolo Esquilino
Aggiungi il sito ai tuoi preferitiAggiungi pagina ai tuoi preferitiScegli come HomepageStampa questa paginaCondividi questa paginaSalva in PDFInvia questa pagina via mail

Sostieni la politica pulita. sostieni il Circolo Esquilino

I SONETTI DI GLORIA

STO GOVERNO

Me pare loffio e puro inconcrudente.
Penseno solo a tirà a campà,
restà su le portrone , ar Presidente,
senza affrontà le vere gravità.

Più d’un mese de chiacchere su gnente,
Letta me pare un quaquaraquà.
Tentenna, ammicca, è vago. Inconcrudente:
in preda ar pidielle sta a abbozzà.

Le larghe intese ciànno già fregato
Co Monti, la Fornero. E mo ch’avemo
rifatto l’elezzioni er risurtato

è che diciotto mesi aresteremo
in mano a sto ridicolo mercato
cor piddì a lo sbando e a lo stremo.

2013   Gloria Gerecht

 

Tante storie, un'anima

  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow

EsquiliNotizie del 03/12/2010 PDF Stampa E-mail
Sabato 04 Dicembre 2010 17:21
Care amiche e cari amici del rione,
Eccoci!
Si avvicina il momento degli auguri di buone feste e quindi anche il giorno della foto nei giardini di piazza Vittorio.
In questo numero parleremo di cronaca, raccontando di una azione della Polizia di Stato che lascia parecchio perplessi e pone diversi interrogativi, di spettacoli e altre iniziative culturali.
 
Se per un verso non c’è da stare tanto allegri, perché problemi e delusioni non mancano (uno fra tutti il milione di euro che era stato stanziato dalla Regione per il nostro rione, in particolare per proseguire l’opera di ripristino di strade e marciapiedi e che è volato via con l’arrivo della nuova giunta regionale), dall’altra qualche segnale positivo arriva sempre. Le rete delle realtà associative, pur tra tante difficoltà operative e finanziarie, regge e continua la sua opera di informazione e di mediazione nel quartiere. E così, pure, crescono le proposte culturali e aumentano gli spazi dedicati alla lettura, alla riflessione, all’incontro.
A questo proposito parleremo curiosamente anche molto di cibo: infatti, la conoscenza reciproca passa dall’incontro delle culture, e la gastronomia fa parte di queste, come sappiamo bene. Nell’atto del mangiare sono coinvolti molti sensi e ciò lo rende una attività ad alto coinvolgimento personale, se valorizzata, e quindi ad alto valore umano e sociale. Insomma, mangiamo e cresciamo insieme, in tutti i sensi!
Speriamo e, specialmente, ci impegniamo perché sia possibile che con il nuovo anno le cose buone continuino a crescere e quelle meno buone possano essere, quanto meno, arginate e corrette.
Buona lettura.
 
 
LA NUOVA GRANDE FOTO DI PIAZZA VITTORIO SI AVVICINA!
Il tempo corre e noi con lui.
Venerdì 17 dicembre prossimo, dalle 14.00,  ci troveremo in tanti di nuovo in piazza Vittorio, e alle 15.00 in punto scatteremo la nuova fotografia. Dopo il successo dello scorso anno, il 2010 speriamo possa vedere ancora più gente lanciare un messaggio positivo dall’Esquilino a tutta Roma e oltre.
Di seguito il testo della lettera che stiamo diffondendo insieme alla locandina che trovate in allegato.
Dateci tutti un mano a diffondere l’iniziativa!
 
 
“Care amiche e cari amici,
anche quest’anno ci vogliamo fare una foto tutti insieme, in occasione delle festività natalizie.
Una foto che dica che Esquilino è il rione più popoloso del centro storico di Roma e quello con il più basso indice di criminalità, che ha scuole con bambini provenienti da 40 nazionalità diverse, che ha diverse sedi universitarie e una rete di associazioni molto attiva. 
Il rione Esquilino rappresenta la più importante area alberghiera di Roma, una delle maggiori aree commerciali, con il mercato più  grande, ricco e vario del centro storico, e dà lavoro a migliaia di persone.
A piazza Vittorio ci sono culture provenienti da ogni continente che convivono e condividono, dando luogo a progetti di valore come l’Orchestra di Piazza Vittorio – ormai famosa in tutto il mondo - e ora anche la nuova “Esquilino Young Orchestra” che vede come direttore artistico Moni Ovadia, ma anche i tanti momenti di scambio, di fusione che avvengono all'aperto, nella piazza, tornata ad essere, com'è giusto, il luogo dell'incontro, delle lezioni di Tai Chi ormai non solo più dei cittadini cinesi e delle partite di badminton degli indiani.
La Piazza e’ il luogo del più grande cinema all’aperto estivo di Roma, con migliaia di presenze che lo rendono vivo fino a tardi la sera e lo offrono nella sua bellezza a tutti i romani.
A piazza Vittorio ci sono anche persone che soffrono, alcuni che dormono agli angoli delle strade, sotto i portici, e a volte muoiono: è così, come capita nei quartieri dove c'è la stazione, ci sono i portici, c'è tanta confusione. Ma c'è anche tanta voglia di fare, di fare insieme, di discutere, di cercare soluzioni, di lavorare per migliorare il Rione ed aiutare chi soffre.
A piazza Vittorio e in tutto l’Esquilino ci sono decine di associazioni culturali e di volontariato, più che in ogni altra zona di Roma.
In una realtà così complessa ci sono difficoltà, divergenze, contrasto di interessi. Ma sempre, in tanti anni, ha prevalso il dialogo, il rispetto, e mai è stato concesso spazio all'intolleranza o al razzismo, e meno che mai alla violenza. 

Oggi abbiamo voglia di dire a Roma e al resto del Mondo che Esquilino e piazza Vittorio sono una bella realtà, per questo ci facciamo la foto, e auguriamo a tutto il mondo 
  
BUONE FESTE E BUON ANNO 2011 
  
VENERDI’ 17 DICEMBRE ALLE ORE 14.00
 
SCATTO DELLA FOTO ALLE 15.00 IN PUNTO
NEI GIARDINI D PIAZZA VTTORIO
  
Se saremo di nuovo in tanti, come lo scorso anno, quando questa iniziativa è stata lanciata con successo per la prima volta, se saremo capaci di rappresentare noi stessi, la vera realtà di questo Rione, l'immagine di piazza Vittorio e del rione Esquilino non potrà che migliorare, aiutandoci nelle nostre attività e nel lavoro di riqualificazione e sviluppo del rione, ridando il giusto valore al lavoro e alla vita di chi opera nel cuore della più bella città del mondo. 
  
Emma Amiconi, Leonardo Carocci, Roberto Cioce, Roberto Crea


 
COSA STA SUCCEDENDO? SIAMO SICURI CHE LA “SICUREZZA” PASSI DA QUI?
Riceviamo da Carla di Casa dei Diritti Sociali e pubblichiamo per far riflettere se questa è la “sicurezza” che ci serve e che auspichiamo.
La perplessità è anche legata al fatto che la Polizia intervenuta (non abbiamo la loro versione dei fatti al momento, ma non abbiamo alcuna ragione di dubitare di quanto esposto da Carla, persona assolutamente credibile, con una lunga storia di impegno alle spalle) si è fermata di fronte alle proteste degli avvocati, dimostrando nei fatti che quanto stava facendo la Polizia non aveva apparentemente legittimità. Chiunque fosse passato sotto la Casa dei Diritti Sociali quella sera avrebbe visto esattamente quanto descritto in relazione allo spiegamento inusitato di forze dell’ordine (volanti, pullman, unità cinofile, decine di agenti).
E’ quanto si è osservato anche mercoledì scorso, di sera, in piazza Dante, con tanto di volanti che bloccavano le uscite della piazza e dei giardini, e pullman per portare via i “fermati”.
Che sta succedendo all’Esquilino?
Abbiamo detto in molti, e più più volte, che la prevenzione è necessaria, ma i metodi usati sono piuttosto discutibili e manca quasi del tutto il contrasto delle illegalità meno visibili ma più diffuse e socialmente (ed economicamente) rilevanti: dai parcheggi abusivi ai Bed and Breakfast illegali, dagli affitti in nero agli studenti alle case dormitorio.
Esprimiamo la nostra solidarietà agli operatori della Casa dei Diritti Sociali, sperando che venga presto un chiarimento e una spiegazione dalle forze dell’ordine e che nel futuro i comportamenti possano essere diversi.
 
Scriviamo questa mail per raccontare quanto è accaduto il 23 novembre 2010 nel rione Esquilino, in particolar modo quello che è accaduto davanti alla sede della nostra associazione, Focus-Casa dei Diritti Sociali Via G. Giolitti, 225-241.
Da anni, grazie agli interventi dello sportello di orientamento e ai corsi di italiano per migranti, molti italiani e stranieri che vivono una condizione di vulnerabilità si rivolgono alla nostra sede per costruirsi un percorso di integrazione. Sanno di poter contare su professionisti (medici, avvocati, insegnanti, assistenti sociali) e attivisti dei diritti umani e volontari dedicati ai “poveri di diritti”.
Alle ore 17,00 abbiamo visto comparire sul ballatoio cinque poliziotti che si sono posizionati di fronte alla porta del nostro sportello di orientamento, da dove se ne sono andati 45 minuti più tardi, dopo che avevano “conversato” con un nostro Avvocato.
Hanno subito iniziato ad identificare tutte le persone, evidentemente straniere, che uscivano dalla nostra sede.
Siamo immediatamente usciti anche noi per chiedere alla polizia cosa stesse accadendo e ci siamo resi conto che c’era un grande dispiegamento di forze dell’ordine, quattordici-quindici volanti presidiavano la strada sulla quale si affaccia la nostra sede;  inoltre l’accesso al ballatoio era chiuso dai poliziotti che bloccavano le scale e la rampa, identificando tutte le persone che transitavano evidentemente straniere.
La risposta della polizia alle nostre richieste di informazioni è stata: “è una “normale” operazione di controllo”.
Normale controllo:  con unità cinofile, pullman e, come dicevamo,  una quindicina di volanti,  e poliziotti ovunque in divisa e in borghese.
Uno dei poliziotti a quel punto ci ha chiesto se all’interno del nostro ufficio ci fossero altri stranieri, e ci ha intimato di farli uscire per essere identificati.
Per tutta risposta abbiamo chiesto se avessero un mandato, e una volta appurato che ne erano sprovvisti, abbiamo richiuso la porta cercando di prendere tempo e contattare i nostri legali.
Contemporaneamente anche di fronte alla nostra scuola, strutturata su due piani, si sono posizionati altri poliziotti, in attesa dell’uscita degli studenti dalla lezione in corso.
Tra le persone fermate dagli agenti c’era anche un ragazzo che non aveva con se il permesso di soggiorno, ma soltanto la carta d’identità; dopo circa mezz’ora che veniva trattenuto ci siamo avvicinati per chiedergli se la situazione si fosse risolta e per sapere se avesse bisogno di aiuto; gli agenti ci hanno immediatamente scacciato e intimato di allontanarci, anche se la persona in questione non era in stato di fermo.
La polizia è rimasta per circa due ore fuori dalla nostra sede, anche se dopo l’arrivo dei nostri avvocati la situazione è cambiata, gli agenti si sono allontanati, pur continuando a presidiare la strada e soprattutto hanno smesso di intimarci di far uscire tutti dalle nostre sedi.
A noi sembra che queste operazioni (quella del 23 novembre e quella di settembre scorso) non possano essere definite normali operazioni antidroga, come le presentava un agente, ma un intervento contro l’immigrazione e non solo perché sono state fermate solo persone marcatamente straniere; soprattutto perché tesa ad annullare una zona franca, una sede del dialogo interculturale, quale è Focus-Casa dei Diritti Sociali,  una struttura che, guarda cas,o proprio il 23 novembre mattina ha promosso, in rete con le altre “scuole migranti” e coni CTP e l’Ufficio Scolastico Regionale il convegno "Quale insegnamento dell'italiano nella nuova società interculturale” al Galilei con la partecipazione del Ministero dell’Interno”.
 
 
NO AL MEGAPARCHEGGIO SOPRA LA STAZIONE TERMINI
Durante la scorsa primavera, con una rombante conferenza stampa tenutasi proprio dentro la Stazione Termini, era stato annunciato dal sindaco Alemanno e dai responsabili di FFSS e Grandi Stazioni, alla presenza di numerosi altri referenti cittadini, l’avvio dei lavori del Progetto Piastra, affidati alla ditta Salini.
Uno striscione con gli estremi dei dati sul cantiere è stato affisso sul lato Stazione Termini/Piazzale Tiburtino, ma dell’avvio dei lavori neanche l’ombra.
Abbiamo letto in molti, recentemente, perché riportato sulla stampa nazionale, che ci sarebbero problemi con il Ministero delle Infrastrutture a causa di alcune irregolarità riscontrate nella gestione dei Grandi Progetti previsti nelle Stazioni Ferroviarie tra ciui l’ingiustificato lievitare dei costi di questi interventi.
Sostanzialmente tutti i cittadini contattati dal Comitato Giù le mani da termini si dicono contrari. Da mesi il Comitato sta raccogliendo firme – ormai centinaia - su un documento che spiega i motivi del suo no al mega parcheggio e che propone alternative meno costose e più efficaci, accompagnando questa azione di sensibilizzazione e informazione con la esposizione di una serie di pannelli che in cifre e contenuti raccontano lo stato delle cose.
Anche il cittadini che magari si erano illusi che il parcheggio potesse migliorare traffico e viabilità dei quartieri limitrofi, dando respiro alla cronica mancanza di posti auto dei nostri rioni, una volta capito meglio di cosa si tratterebbe veramente, ammettono che il mega parcheggio non avvantaggerebbe in nessun modo i residenti, né la città in genere, né, probabilmente, i viaggiatori in transito a Termini. Il ritardo nell’avvio dei lavori allora viene preso come un buon segno premonitore: il parcheggio non si fa più? Probabilmente così non sarà, ma il Comitato sta continuando a lavorare, anche alla ricerca di notizie attendibili e certe.
 
Due appuntamenti in calendario per i prossimi giorni:
giovedì 9 dicembre alle 18.30, appuntamento in via Galilei 57, per la firma dei documenti della nuova richiesta di accesso agli atti del progetto, che verranno poi analizzati insieme ai tecnici del comitato. L’appuntamento sarà anche  un’occasione per discutere i passi successivi da intraprendere, si conta sulla presenza di molti firmatari!!
sabato 18 dicembre dalle ore 10.00, piazza Vittorio, lato Oviesse, continua la raccolta di firme da inviare alle amministrazioni e alle forze politiche perché prendano posizione contro l’inizio dei lavori, per testimoniare il dissenso da un progetto mai sottoposto al parere dei cittadini residenti, per dire no all’inevitabile aumento del traffico automobilistico, dell’inquinamento acustico e atmosferico, e allo snaturamento di un bene architettonico di pregio quale la stazione Termini.
il comitato  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
ESQUILINDO
presenta
Assaggia il Mondo II edizione
10, 17 e 18 dicembre 2010 ore 10-15
Nuovo Mercato Esquilino - Roma
Esquilindo è un progetto delle Cooperative Sociali Parsec ed Eureka I Onlus, finanziato dalla Provincia di Roma, patrocinato dal Municipio Roma I Centro Storico e con la collaborazione di Co.Ri.Me e degli esercenti del Mercato.
Il Rione Esquilino custodisce un tesoro prezioso: il mercato di Piazza Vittorio, un mondo in piccolo sotto lo stesso tetto. Tra i suoi colori, odori e sapori è possibile viaggiare attraverso continenti e culture lontane, la maggior parte delle volte sconosciute o fraintese.
Da qui l’idea di Esquilindo - Assaggia il Mondo di proporre alla città un viaggio gastronomico e culturale attraverso la conoscenza di tre alimenti simbolici ed il loro uso nelle diverse culture, per promuovere l’idea che l’interculturalità può nascere anche a tavola.
 
Tre giornate, tre alimenti:
- 10 dicembre 2010 giornata dei Cereali
- 17 dicembre 2010 giornata della Frutta
- 18 dicembre 2010 giornata della Verdura
 
Le giornate saranno animate e partecipate dall’esposizione di mostre a tema, dimostrazioni di cucina internazionale, parate in strada, musicisti e artisti del Rione Esquilino e del mondo, ospite d’eccezione il direttore artistico dell’Esquilino Young Orchestra,  Moni Ovadia.
All’evento, anche due importanti collaborazioni: Gambero Rosso, il leader editoriale e della formazione in Italia nel campo della cultura del gusto ed il Comitato Italiano del World Food Programme, Agenzia delle Nazioni Unite, la più grande organizzazione umanitaria al mondo che si occupa di assistenza alimentare per combattere la fame. Un modo per immaginare un mondo dove tutti hanno diritto al cibo e, perché no, al suo gusto.
Esquilindo - Assaggia il Mondo si propone come un evento cittadino, nato dalla partecipazione di molte associazioni, scuole, comunità e realtà che vivono e/o operano nel Rione Esquilino e che intendono valorizzarlo come luogo di crescita interculturale anche attraverso il Nuovo Mercato Esquilino.
Inoltre Esquilindo - Assaggia il Mondo prosegue nel 2011 con altri due appuntamenti, in corrispondenza dei festeggiamenti del Capodanno Cinese e del Carnevale.
 
Partecipano alle giornate:
Ristoranti: Hang Zhou , Cucina Pepe, I Sapori del Mondo.
Artisti: Raffaello Simeoni Ensamble, Esquilino Young Orchestra- un progetto Apollo11- ideata e diretta da Moni Ovadia, Compagnia Lunaif, Murga Patas Arriba, Compagnia Circo Maximo, Gruppo Tamburi di Gorée, MusiciMigranti, Progetto “Tutti in Piazza”, Emdalala Abdul Aziz, Associazione Culto del Ritmo, Associazione di lingua e cultura cinese Zhong Hua, Gruppo Paroleincontro ed il cantante filippino Rod.
Scuole ed Università: la Facoltà di Cooperazione allo Sviluppo della Sapienza Università di Roma, la Scuola Romana di Fotografia, l’Istituto Comprensivo “Daniele Manin”, l’Istituto Superiore di Stato“Niccolò Machiavelli”, l'IPSSAR “Pellegrino Artusi”, la Scuola dell’Infanzia Comunale “Federico Di Donato”.
 
Per informazioni
Telefono             06.89689965
Mobile                389.1116214
Sito                    www.mediazionesociale.org
Mail                    info@mediazionesociale.org
 
Aggiungiamo noi che all’iniziativa aderiscono anche “EsquiliNotizie” e Cittadinanzattiva Roma Centro, e che all’interno di questa iniziativa avrà luogo anche la grande foto di piazza Vittorio del 17 dicembre prossimo. Finalmente si riesce a fare davvero rete!
 
OGGI HO MANGIATO UN MONDO – 12 dicembre: partecipiamo!
Riceviamo da Maria Grazia della scuola Di Donato e volentieri pubblichiamo invitando tutti a partecipare.
Salve a tutti, v'invio la locandina della giornata che si svolgerà presso la nostra scuola, la Di Donato, in via Bixio 83-85 domenica 12 dicembre dalle 12 alle 16: è una giornata dedicata al cibo con torte, primi, secondi o conserve, marmellate, ecc.
Chi vorrà vendere, potrà prenotare un banco il cui affitto è di 5 euro (che andrà interamente alla scuola, come sempre, in ogni nostra iniziativa), chi non vuole vendere ma ha voglia di preparare qualcosa, potrà poi lasciare ciò che ha cucinato al tavolo della scuola.
Sono state invitate alcune associazioni tra cui il Co.Ri.Me., cioè l'associazione che riunisce gli esercenti del mercato di Piazza Vittorio, e aziende biologiche che saranno presenti con i loro prodotti.
Alle 14.00 sono previsti alcuni laboratori per bambini che potranno cucinare (e poi gustare!) delle piccole cose come dolcetti o altro. Alle 15.00, invece, ci sarà per i grandi un incontro per i grandi per parlare dei G.A.S., Gruppi di Acquisto Solidale.
Un caro saluto,
Maria Grazia
Per prenotazioni e informazioni: 338 8675694; 349 7927124
 
 
SPORT SENZA FRONTIERE 2010
Riceviamo da Alessandro e volentieri pubblichiamo
“Cari Esquilini, mi farebbe piacere se interveniste e poteste dare evidenza a questa iniziativa. Grazie
Ciao a tutti...allora segnatevi questa data e non prendete impegni.
Vi aspetto DOMENICA 12 DICEMBRE ore 17,30 - 21,30 alle Officine Farneto Via Monti della Farnesina, 77 per partecipare e sostenere SPORT SENZA FRONTIERE 2010. L'edizione dello scorso anno ha già consentito a una trentina di bambini e ragazzi di fare sport e quest'anno vogliamo continuare e fare di più.
Le fotografie Reuters della mostra in vendita all'asta sono fantastiche, e durante l'evento ci saranno altre sorprese ed esibizioni, come potete leggere nel programma sul sito, che contiene anche un abstract del progetto.
Vi chiedo di venire, di coinvolgere i vostri amici, di inoltrare l'invito a tutti e di aiutarmi a portare avanti un progetto così bello ed importante.
Forza!
Vi abbraccio.
Alessandro Tappa”
 
OSCURATO IL BLOG “CARTELLOPOLI”, MENTRE  I CARTELLONI ABUSIVI CONTINUANO A PROSPERARE
Tra le cose strane che stanno accadendo in questo periodo,  segnaliamo l’”oscuramento”, sembra da parte della Procura, del blog “Cartellopoli” che ha giocato un ruolo importantissimo nella lotta a cartellone selvaggio e a supporto della raccolta di firme per la delibera di iniziativa popolare che hanno sottoscritto anche molti di voi.
Riportiamo il commento del Comitato Promotore della Delibera che potete trovare sul suo sito http://bastacartelloni.blogspot.com/
Il blog www.cartellopoli.com è stato oscurato per un provvedimento dell’Autorità Giudiziaria che ne ha disposto il sequestro preventivo; la richiesta è partita da una ditta di affissioni che lamentava un comportamento da parte del blog finalizzato ad istigare danneggiamenti agli impianti di proprietà della stessa ditta.
Il Comitato Promotore della delibera di iniziativa popolare non entra nel merito di un provvedimento dell’AG, giacchè non è questa la sede per esprimere valutazioni e giudizi che tra l’altro non ci competono.                                                                 E’, però, quanto meno singolare il comportamento di una impresa che anzichè preoccuparsi delle continue, quotidiane, reiterate e comprovate violazioni delle norme che riguardano il settore nel quale opera, e magari messe in atto dai suoi diretti concorrenti, presta grandissima attenzione alle affermazioni contenute in un blog.........: excusatio non petita accusatio manifesta.
Considerato che è ragionevole supporre che tanta attenzione sarà pure rivolta al Comitato Promotore, valgano le brevi riflessioni che seguono.
Gli interlocutori o le “controparti” del Comitato non sono le imprese del settore delle affissioni, ma esclusivamente:
- i 10.000 cittadini che hanno firmato la delibera di iniziativa popolare e tutti i romani che, se pure non hanno formalmente aderito alla proposta di delibera, ne condividono i fini, le ragioni ed il contenuto;
- gli organi della pubblica amministrazione, ovvero il Comune di Roma, i Municipi, l’Assessorato al Commercio ed i suoi dipartimenti ai quali abbiamo richiesto e continuiamo a richiedere e sollecitare tutte le azioni possibili e ad esercitare tutte le prerogative a loro concesse dalle vigenti leggi, per ristabilire il rispetto delle regole ed il ripristino della legalità;
- gli organi dell’Autorità Giudiziaria ai quali chiederemo, se l’amministrazione non farà il suo dovere o la sua azione sarà inadeguata, di adottare i provvedimenti necessari al ripristino della legalità.

Non ci interessano rapporti con altri soggetti.
La realtà è sotto gli occhi di tutti: è in corso da tempo un vero e proprio assalto teso alla conquista di ogni spazio e luogo possibile ove collocare pubblicità e cartelloni, con metodi a volte legali – utilizzando le pieghe dei regolamenti - e spesso del tutto illegali, ma comunque sempre assai spregiudicati ed aggressivi, finalizzati esclusivamente ad ottenere rapidi guadagni, con buona pace del decoro della città, della salvaguardia dei suoi luoghi storici, finanche in spregio alla sicurezza dei cittadini e degli automobilisti.
Ma il “tic tac” dell’orologio della delibera di iniziativa popolare, nonchè dell’azione di forte sollecito all’amministrazione comunale affinchè metta finalmente ordine nel settore e sia decisa ed inflessibile – anzi “feroce” - verso chi viola le regole, scandisce sempre più rapidamente l’avvicinamento ad un tempo nel quale quell’assalto finirà e le azioni di risarcimento dei danni saranno quelle dei cittadini e delle amministrazioni.
E’ la forza delle leggi, dei cittadini e delle istituzioni che li rappresentano, e tu caro “cartellonaro” che leggi questo blog, non ci puoi fare proprio niente, ma proprio niente.
 
NUOVA CASA EDITRICE ALL’ESQUILINO
Aria nuova e buona nel rione. Oltre alle due librerie per “adulti” aperte da poco (La Fenice in via Emanuele Filiberto e Il Corsaro in piazzetta San Vito) e quella, recente ma ormai famosa, per “bimbi” (Il posto delle favole, in largo Sant’Alfonso, quasi angolo via Merulana), arriva anche  una nuova casa editrice in via Galilei 35: si chiama Lantana e inizierà presto le proprie pubblicazioni, il 27 gennaio. Per i curiosi, questo è l’indirizzo web: www.lantanaeditore.com.  Benvenuti! Speriamo di incontrarvi presto.
 
 
STACCHINAGGIO IN PIAZZA VITTORIO: IL PD CHIEDE SUPPORTO
Riceviamo dal PD Esquilino e volentieri pubblichiamo l’invito a due iniziative, la prima delle quali sfortunatamente da noi non raccolta in tempo:
 
Giovedì 2 Dicembre, approfondimento le proposte PD sulla Green Economy                   
Partiremo Giovedì prossimo con il primo di una serie di incontri di approfondimento su diversi documenti tematici approvati nelle Assemblee Nazionali del PD. Si tratterà di una sorta di gruppo di discussione, aperto alla partecipazione di tutti gli interessati. La prossima settimana il tema sarà appunto la Green Economy e saranno con noi a discuterne Giovanni Lattanzi, Direttore Dipartimento Ambiente del PD Nazionale, e Claudio Falasca, Coordinatore del Dipartimento Ambiente e Territorio della Cgil Nazionale. Appuntamento quindi a Giovedì 2, ore 18:30, in Via Galilei 57.
 
Sabato 4 Dicembre, torniamo a pulire i portici
Vorremmo riprendere la prossima settimana l'attività di pulizia dei portici dalle affissioni abusive contro cui abbiamo in passato condotto una decisa battaglia raccogliendo anche buoni risultati, se non altro in termini di sensibilizzazione. Il degrado e l'incuria dell'amministrazione sono evidenti anche solo guardando il dilagare di affissioni e cartelloni abusivi. Contiamo di raccogliere adesioni e disponibilità sufficienti per poter confermare l'iniziativa. Diteci cosa ne pensate, dateci la vostra adesione.
 
Domenica 5 dicembreCiao Mario
Per ricordare Mario Monicelli, proiezione del film “I compagni”, domenica 5 dicembre alle 21.00 in via Galilei 57
 Un commento da parte nostra per gli amici del PD Esquilino: per favore, fate tutto il possibile per impedire l’affissione selvaggia di manifesti da parte del PD romano, anche nel nostro rione, che vanifica quanto di buono state facendo voi, insieme ai cittadini e alle associazioni di Esquilino, su questo tema. Ci aspettiamo anche prese di posizioni forti e pubbliche. Grazie.
 
IN RICORDO DI MAURO, PROFESSORE DI ARTE ALLA SCUOLA MEDIA RUGGERO BONGHI
Riceviamo da Emilia, tramite Alessandra, e pubblichiamo con un po’ di tristezza ma anche con un sorriso per bellissimo ricordo portato dagli amici.
 
“Il tempo è sempre tiranno, i guai sempre troppi e non ho avuto modo e tranquillità per raccontarti una cosa che è successa a scuola...purtroppo è morto il mio collega di Arte e immagine - Mauro Evangelista - di 46 anni, per un banalissimo incidente in bicicletta finito in tragedia... Lascia moglie, due bimbetti e un vuoto incolmabile in tutti quelli che lo hanno conosciuto. Era una persona speciale, un educatore eccezionale e un artista fuori dal comune...il suo stile di vita e di lavoro era ricercare "la meraviglia nella semplicità".
Era un appassionato dei libri tattili....Con gli alunni ha fatto cose veramente meravigliose nella loro semplicità...Molti lavori sono appesi sulle pareti della scuola...ma molti altri sono stati pubblicati e altri li stava preparando. Pensa che pochi giorni dopo la sua morte è arrivata la comunicazione dalla casa editrice con cui era in contatto che sarebbe stato pubblicato il primo volume di una collana di libri per bambini a cui stava lavorando (il suo sogno...).
Tutti noi colleghi, ex colleghi e amici di Mauro ci siamo impegnati a far conoscere il suo lavoro e dove possibile a portarlo avanti.
Per questo ti invito ai primi due incontri in ricordo di Mauro con la presentazione del libro "Saremo alberi".
 
Omaggio a Mauro Evangelista
Presentazione del libro Saremo ALBERI. Disegnare gli alberi srotolando una corda… di Mauro Evangelista - Laboratorio con Simona Astolfi, Gisella Persio e Paolo Spigarelli
Intervengono Mauro Speraggi e Pietro Vecchiarelli.
A cura di Artebambini e Biblioteche di Roma
5 dicembre, ore 11.30
SPAZIO RAGAZZI - Area Mostra - Fiera Più libri più liberi - Roma, 4-8 dicembre 2010 - EUR Palazzo dei Congressi
 
Ancora una presentazione del libro "Saremo alberi" presso il Teatro della scuola Bonghi
il 7 dicembre alle ore 16.30, segnalato anche nel nostro blog http://viaguicciardini.wordpress.com/
Per avere un'idea di chi era Mauro, potete visitare il sito http://www.libritattili.prociechi.it/lt/ ... se ti è possibile, pubblicizza il suo libro tra gli amici ....Grazie, Emilia”
 
BENVENUTA LOLA
E’ nata una nuova cittadina dell’Esquilino il 25 novembre!
Benvenuta Lola e un caro abbraccio a Charlotte e Massimiliano. Vi aspettiamo tutti in Piazza Vittorio il 17 dicembre, come promesso dalla fortissima mamma Charlotte.
 
 
LA VIA DELL’ACQUA PUBBLICA CHE SCORRE
Primavera Romana organizza come sempre una iniziativa interessante che volentieri pubblichiamo.
 
Cari camminatori, PrimaveraRomana propone:
Roma, sabato 4 dicembre 2010 ore 10.30 a Porta Maggiore: la via dell’Acqua (Pubblica) che scorre. Una pedalata e una camminata lungo l’itinerario dell’acqua da Porta Maggiore a piazza Santi Apostoli.
Una proposta di PrimaveraRomana  e delle CicloOfficine Popolari di Roma in occasione della giornata di mobilitazione nazionale per l’acqua, promossa a Roma dal CRAP (Coordinamento Romano Acqua Pubblica) a piazza Santi Apostoli.
Costruiamo insieme un percorso sull’acqua, l’acqua pubblica, l’acqua bene comune… l’Acqua di cui nessuno può essere privat(izzat)o…Individuiamo luoghi, storie da raccontarci e azioni da fare lungo il percorso che cammineremo insieme con chi vuole sostenere il movimento dell’Acqua Pubblica nella battaglia referendaria.
Per chi volesse collaborare alla costruzione del percorso, la MAPPA  per aggiungere luoghi dove vi piacerebbe passare, se avete un motivo, un testo, un link su internet, una memoria, un'indignazione, una curiosità.
Il programma completo della giornata è reperibile qui: http://craproma.blogspot.com/2010/11/flyer-4-dicembre.html
 
 
PAGLIERINA TESTADIPAGLIA VI INVITA A “IL POSTO DELLE FAVOLE”
Martedì 7 dicembre 2010 ore 17.30 - Libreria Il Posto delle Favole - Largo Sant’Alfonso, 3 – Roma (www.ilpostodellefavole.it) presentazione del libro per bambini “Paglierina Testadipaglia” di Rossana Dedola Felici Editore 2010. Interviene Guido Clericetti, vignettista e scrittore per bambini e sarà presente l’autrice. Una storia appassionante: gli abitanti di un villaggio sperduto delle Alpi sono chiamati a raccolta per salvare Paglierina Testadipaglia rapita dal feroce Pierlosco Tagliola e dalla sue ventuno volpi rosse. Tanti e strani personaggi si mettono in marcia alla sua ricerca dopo la più grande nevicata di tutti i tempi.
Vi ricordiamo che nel mese di dicembre la libreria resterà aperta anche la domenica con il solito orario: dalle  10:00  alle  14:00 e dalle  15:30  alle  19:30
Buon divertimento!
 
IL PRIMO MUNICIPIO INFORMA
Alcune Determinazioni Dirigenziali provvisorie di traffico emesse dall’Ufficio Interdisciplinare Traffico e Segnaletica del I° Gruppo della Polizia Municipale. L’elenco aggiornato è consultabile sul sito del Municipio Roma Centro Storico alla voce “Viabilità e Cantieri”.
Via Bixio – dal 24/11 al 7/12: divieto di sosta con zona rimozione, dove segnalato per lavori società Terna
Piazza Vittorio Emanuele II – dal 24/11 al 12/12: divieto di sosta con zona rimozione, dove segnalato per lavori società Telecom Italia
Via Giolitti e via Santa Bibiana – dal 19/11 al 7/12: divieto di sosta con zona rimozione, dove segnalato per lavori di indagine archeologica
Via Emanuele Filiberto – dal 19/11 al 7/12: divieto di sosta con zona rimozione, dove segnalato per lavori di posa cavo
Via Bixio – dal 18/11 al 7/12: divieto di sosta con zona rimozione, chiusura transito veicolare, dove segnalato per indagine archeologica
Via Principe Eugenio – dal 18/11 al 7/12: divieto di sosta con zona rimozione, revoca corsia preferenziale, dove segnalato per indagine archeologica.
 
 
CONGRESSI DI PARTITO PROSSIMI E CONCLUSI
Riceviamo dal circolo territoriale “Monti” di Rifondazione Comunista e pubblichiamo.
 
“VI INVITIAMO A PARTECIPARE AL NOSTRO CONGRESSO ED A PORTARCI UN SALUTO.
Sperando di avervi graditi ospiti, vi invio un fraterno saluto.
 
Questo appuntamento giunge con qualche anticipo rispetto alla scadenza naturale, per via del commissariamento della federazione romana del PRC. Tuttavia, un congresso resta sempre il momento democraticamente più alto nella vita di un partito, perciò, quando arriva arriva.  
Questa volta arriva dopo che abbiamo incrociato la ricchezza di umanità di donne e migranti; lavoratrici e lavoratori; precari della scuola; ricercatrici e ricercatori dell’università che difendevano il loro posto di lavoro. Con loro ci siamo arrampicati sopra i tetti; attestati su carroponti; abbarbicati sulle gru; accampati di fronte a ministeri; dormito sotto le tende.
Come loro, abbiamo sofferto il caldo e ci siamo bagnati con la pioggia; abbiamo preso freddo e botte dalla polizia di Maroni ma molte volte abbiamo vinto. 
Col terremoto dell’Aquila, siamo corsi a dare una mano, prima con le cucine da campo, poi con le cariole per rimuovere le macerie di Bertolaso e Berlusconi.
Quando le frane hanno devastato il messinese, siamo giunti dove gli altri non sono mai arrivati.
Il Veneto è stato devastato dall’alluvione e noi eravamo con la gente del posto a spalare fango…
Noi siamo fatti così e non possiamo fare a meno di stare al fianco degli ultimi. Con loro proviamo a percorrere la strada della libertà e della dignità per tutti.
Se ci capita di camminare per tornanti stretti e salite ripide, quella strada la percorriamo tutta, fino a raggiungere il traguardo, ovunque posto.
Quando, nel corso della nostra storia, abbiamo sbagliato, dignitosamente abbiamo pagato il dovuto e quando siamo caduti, sempre ci siamo rialzati. 
Noi crediamo che per dimostrare di essere comunisti non sia necessario fare copia ed incolla da pagine di Karl Marx; che per dimostrare di essere moderni, non sia necessario rincorrere il cascame, il raccogliticcio dell’ultima moda ma “lo stato presente di cose” lo vogliamo cambiare davvero.
Il nostro congresso parlerà di donne e migranti; lavoratrici e lavoratori; precari della scuola; ricercatrici e ricercatori dell’università che difendono il posto di lavoro e la loro dignità. Tutte/i sanno che di noi possono fidarsi e nei giorni 4 e 5 dicembre, presso la nostra sede, via Matteo Boiardo 10/a, li invitiamo a partecipare al congresso del circolo.
Ti aspettiamo, vi aspettiamo, li aspettiamo,
Il segretario del circolo,
Mario Iatonna”
 
 
Nel frattempo si è anche svolto e concluso il congresso del circolo PD Esquilino, e salutiamo con vera amicizia e stima Emiliano Monteverde, nuovo coordinatore neoeletto, al quale auguriamo buon lavoro.
 
 
 
FUORI ORARIO                                                                                                       
 
 
MANGA ACADEMICA
Ci spiace molto non essere riusciti a promuovere per tempo questo incontro, ma lo pubblichiamo lo stesso in modo da stimolare interesse sulle attività della bella libreria “Orientalia”.
 
La Libreria Orientalia è lieta di invitarla alla presentazione del terzo numero di
MANGA ACADEMICA
Rivista di studi sul fumetto e sul cinema di animazione giapponese
Manga Academica raccoglie i contributi più significativi delle pubblicazioni tesistiche di studenti universitari di diverso grado e istituzione che nelle loro ricerche si sono occupati di argomenti legati alla cultura del fumetto e del cinema di animazione giapponese, gli studi pubblicati su riviste dipartimentali e in opere accademiche escluse dal circuito della distribuzione libraria, gli atti relativi a convegni e a conferenze e gli interventi in cataloghi di mostre e di eventi a essi correlati."
Interverranno: Gianluca Di Fratta, Riccardo Rosati, Sara Papa, Roberto Vitiello
Giovedì 02 dicembre, ore 18,00 - Libreria Orientalia – KISSATEN - Via G. Giolitti, 321
00185 Roma - Tel. 06 44362563
 
 
 
IL NUOVO SITO WEB ROMA E PIU’
Ho il piacere di inoltrarTi l'invito all’aperitivo di presentazione del portale Roma&Più (www.romaepiu.it) che si terrà il 2 dicembre alle ore 18.30 presso l'Acquario Romano di Piazza Manfredo Fanti 47, con la partecipazione del Presidente Zingaretti e di Matteo Marzotto, presidente dell'ENIT.
ROMAEPIU.IT  è un portale dedicato alle meraviglie attorno alla capitale, un luogo dove poter conoscere l’intera offerta turistica, culturale ed enogastronomica del nostro ricchissimo territorio: borghi, parchi, monumenti, eventi, sagre, prodotti tipici.
Tesori ancora poco conosciuti ma che meritano di essere scoperti ed apprezzati per la loro assoluta eccezionalità.  

Con l’auspicio di poterti incontrare, cordialmente Ti saluto

Giuseppe Lobefaro
 
OLTRE ESQUILINO
Informazioni utili dalla Segreteria della Presidenza del I Municipio
AVVIATO PRESSO L'URP DEL MUNICIPIO UN SERVIZIO DI MEDIAZIONE LINGUISTICO-CULTURALE
Lo scorso  15 novembre 2010 è stato attivato presso l'URP del Municipio Roma Centro Storico (via Petroselli 50, piano terra ) un servizio di mediazione linguistico - culturale gestito dalCIES (Centro Informazione e Educazione allo Sviluppo) Onlus.
Il servizio, sviluppato nell'ambito del progetto "Mediazione culturale in ambito socio-sanitario: approccio integrato sul territorio", co-finanziato dal FEI (Fondo Europeo per l'Integrazione dei cittadini dei paesi terzi), ha il compito di facilitare i cittadini stranieri nell'accesso alle informazioni e ai servizi.
E’ attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e presenta diverse offerte linguistiche, nei vari giorni della settimana rivolgendosi a cittadini di diverse provenienze come di seguito elencate:
LUNEDI' :  LINGUA BENGALESE
MARTEDÌ :  LINGUA TIGRINO E AMARICO
MERCOLEDÌ : LINGUA TAGALOG
GIOVEDÌ :  LINGUA CINESE
VENERDÌ :   LINGUA ARABA
 
 
 
NOTIZIE MIGRANTI
Riceviamo dall’amico Sergio Briguglio un paio di interessanti segnalazioni. Lo ringraziamo sempre molto per questo costante e approfondito contributo

 

1)    Cari amici,
alla pagina
http://www.stranieriinitalia.it/briguglio/immigrazione-e-asilo/2010/novembre/manuale-normativa-12.html
troverete la versione del mio "manuale" sulla normativa, aggiornata
al 31 Ottobre 2010.
 
Segnalazioni di errori, imprecisioni o lacune saranno sempre benvenute.
 

2)   Cari amici,

alla pagina di Dicembre 2010 del mio sito (http://www.stranieriinitalia.it/briguglio), troverete il testo (ufficioso) del disegno di legge recante "Nuove misure in materia di sicurezza pubblica", che fa  parte del secondo pacchetto sicurezza recentemente varato dal Governo.
Ringrazio Sergio Bontempelli per avermelo inviato.
Troverete anche un quadro sinottico, preparato dallo stesso Sergio Bontempelli (secondo ringraziamento), delle norme dei decreti legislativi 286/1998 e 30/2007 su cui il disegno di legge interviene, che mostra il confronto tra la versione vigente e quella modificata.
Cerco di dare, qui di seguito, un sommario delle principali novita' che risulterebbero dall'approvazione del disegno di legge. Seguo, a questo scopo, l'ordine degli articoli rilevanti.
 
a) Possono essere applicate le misure di prevenzione di cui alla L. 1423/1956 nei confronti di chi eserciti la prostituzione mettendo in pericolo la sicurezza o la tranquillita' pubblica o turbando la civile e pacifica convivenza. Osservo come questa disposizione, non modificando le categorie elencate dall'art. 1 L. 1423/1956 (ma limitandosi ad estendere l'applicabilita' delle misure previste da quella legge) non incide sulle norme relative allo straniero. Nell'ambito di tali norme, infatti, rileva l'appartenenza ad una delle categorie di cui al suddetto art. 1, non il fatto di essere destinatario di una misura di prevenzione. Potrebbe incidere sulle norme relative al cittadino comunitario o ai suoi familiari, dal momento che ai fini dell'allontanamento per motivi imperativi di pubblica sicurezza si tiene conto proprio dell'applicazione diuna tale misura. Vedremo pero' in seguito (punto 10) come la condizione di sufficiente gravita' della minaccia ai diritti fondamentali della persona o all'incolumita' pubblica, richiesta perche' si possa parlare di motivi imperativi di pubblica sicurezza, renda arduo il riferimento a tali motivi quando si tratti di semplice turbamento della tranquillita' pubblica.
 
b) Il Governo e' delegato ad adottare un decreto legislativo che disciplini il parziale trasferimento agli enti locali delle competenze in materia di rinnovo del permesso di soggiorno. Osservo come la rubrica dell'articolo indica specificamente i Comuni, mentre il testo lascia la determinazione dell'opportuno ambito territoriale al Governo.
 
c) Viene soppresso il Documento programmatico triennale in materia di immigrazione. Lascia un vuoto incolmabile nella testa di chi l'aveva concepito (una delle piu' inutili boiate che la storia della politica migratoria italiana ricordi).
 
d) Viene resa piu' agile la programmazione dei flussi, stabilendo che in mancanza del decreto adottato con procedura "ordinaria" (quanto rara) - quella, cioe', che passa attraverso la richiesta di parere alle commissioni parlamentari - il Presidente del Consiglio possa procedere con proprio decreto senza il vincolo rappresentato dalla quota fissata col precedente decreto. Per questo tipo di programmazione (che diventera', ovviamente, quello standard), deve essere richiesto il parere alla Conferenza unificata, ma, trascorsi trenta giorni senza che il parere sia stato reso, si procede. Anche la morte della vecchia procedura ordinaria non ci lascera' a lutto per troppo tempo (perche' mai la Commissione Affari costituzionali dovrebbe essere titolata a stabilire se ci sia bisogno di centomila badanti o di centodiecimila?).
 
e) E' garantito il rinnovo transitorio del permesso di soggiorno per lavoro subordinato fino a coprire tutto il periodo (anche di durata superiore a sei mesi) in cui il titolare, rimasto disoccupato, percepisce il sussidio di disoccupazione o gode di altro istituto analogo di sostegno al reddito.
 
f) Si prescinde, ai fini del diritto di soggiorno fino a tre mesi del familiare straniero del cittadino comunitario e del rilascio allo stesso familiare della carta di soggiorno, dal fatto che l'interessato sia entrato in Italia legalmente. Questa modifica risultava indispensabile dopo la sentenza della Corte di Giustizia nella causa C-127/08, come osservato anche da una comunicazione della Commissione dell'Unione europea (http://www.stranieriinitalia.it/briguglio/immigrazione-e-asilo/2009/luglio/com-comm-ue-dir-38-04.pdf).
 
g) Si impone, ai fini della valutazione della disponibilita' di risorse da parte del cittadino comunitario che soggiorni per studio o per altri motivi diversi dal lavoro, di valutare la situazione complessiva dell'interessato. Anche questo rende la normativa italiana piu' aderente al dettato della Direttiva 2004/38/CE, anche se l'indicazione resta piuttosto vaga. E' auspicabile che l'Amministrazione faccia riferimento alle indicazioni fornite dalla Commissione nella comunicazione citata.
 
h) Si chiarisce che il possesso di un documento attestante la titolarita' del diritto di soggiorno non e' condizione per l'esercizio di tale diritto ne' di quelli derivati. La formulazione adottata e' ambigua, non chiarendo se il riferimento sia a una condizione necessaria o sufficiente. La lettura dell'art. 25, co. 1 della Direttiva 2004/38/CE, pero', sgombra il campo da ogni dubbio: "4. Il possesso di un attestato d'iscrizione di cui all'articolo 8, di un documento che certifichi il soggiorno permanente, della ricevuta della domanda di una carta di soggiorno di familiare di una carta di soggiorno o di una carta di soggiorno permanente, non può in nessun caso essere un prerequisito per l'esercizio di un diritto o il completamento di una formalità amministrativa, in quanto la qualità di beneficiario dei diritti può essere attestata con qualsiasi altro mezzo di prova." Il testo va quindi interpretato nel modo seguente: "il possesso di un documento ... etc... non e' condizione necessaria per l'esercizio ... etc."
 
i) Ai fini della valutazione della pericolosita' del cittadino comunitario o del suo familiare per la sicurezza dello Stato si tiene conto anche di condanne in Italia per un delitto contro la personalita' dello Stato.
 
l) Vengono ridefiniti in modo piu' coerente con le disposizioni comunitarie i motivi imperativi di pubblica sicurezza, col riferimento a una minaccia sufficientemente grave ai diritti fondamentali della persona o all'incolumita' pubblica.
 
m) La competenza relativa all'allontanamento del cittadino comunitario o del suo familiare per motivi di ordine pubblico e' assegnata al prefetto (oggi e' del Ministro dell'interno).
 
n) Si stabilisce che l'allontanamento e' eseguito con accompagnamento coattivo alla frontiera in tutti i casi di pericolosita' (non solo quando l'allontanamento sia adottato per motivi di sicurezza dello Stato o per motivi imperativi di pubblica sicurezza), ma solo quando vi sia incompatibilita' della permanenza del soggetto con la "civile e sicura convivenza".
 
o) Si chiarisce, coerentemente col dettato della Direttiva, che il ricorso del cittadino comunitario o del suo familiare al sistema di assistenza pubblica non e' motivo automatico per il loro allontanamento per mancanza dei requisiti.
 
p) Si stabilisce che il soggetto allontanato per mancanza di requisiti che sia ritrovato in Italia, dopo la scadenza dei termini fissati per l'allontanamento, senza che abbia provveduto a presentarsi al consolato italiano all'estero per dimostrare l'avvenuto allontanamento, possa essere allontanato coattivamente per motivi di ordine pubblico. Viene invece soppressa la sanzione, attualmente prevista per la stessa situazione, dell'arresto e dell'ammenda. Osservo come la disposizione sia scritta (volutamente?) in modo difficilmente applicabile. Non basta infatti, per dar luogo all'allontanamento coattivo, che l'interessato sia trovato in Italia, a termine scaduto, senza che si sia presentato al consolato; e' necessario anche che non abbia mai lasciato l'Italia prima di quel termine. L'onere della prova spettera' al prefetto che intende adottare il provvedimento, e sara' facile per il cittadino in questione, con le modalita' gia' descritte in altri messaggi, sostenere di essersi allontanato per tempo e di essere rientrato solo da un paio di giorni.
 
Cordiali saluti
sergio briguglio
 
 

Come al solito, potete trovare approfondimenti su http://www.stranieriinitalia.it/briguglio

 
 
EsquiliNotizie del 3 dicembre 2010
A cura di Emma Amiconi e Roberto Crea
 
Ricordiamo che questo notiziario è a disposizione di tutti i nostri lettori. Chi vuole può stamparlo in proprio e diffonderlo a chi crede. E i nostri lettori commercianti, per esempio, possono stampare in proprio il bollettino, e anche affiggerlo nel negozio o in vetrina, e tutti possono diffonderlo nel proprio condominio, se consentito. Non ci offendiamo, anzi è cosa utile e buona, che aiuta la coesione del rione.
Criticate, suggerite, segnalate, inviateci le email di altri residenti interessati alle nostre tematiche, a metà tra il politico-sociale e la chiacchiera di quartiere.
Perché l'Esquilino è il rione più bello di Roma!

 

 


 

 

 

Un cantiere di proposte condivise per
immaginare l'Esquilino del futuro
PARTECIPA ANCHE TU!

 

  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune

Abbiamo a cuore 3 cose...

Partito Democratico Circolo Esquilino

Partito Democratico Circolo Territoriale Esquilino

Via Galilei 57 (metro A Manzoni) -  email: pdesquilino@gmail.com

Partito Democratico - Federazione PD Lazio - Federazione PD Roma