Partito Democratico Circolo Esquilino
Aggiungi il sito ai tuoi preferitiAggiungi pagina ai tuoi preferitiScegli come HomepageStampa questa paginaCondividi questa paginaSalva in PDFInvia questa pagina via mail

Sostieni la politica pulita. sostieni il Circolo Esquilino

I SONETTI DI GLORIA

STO GOVERNO

Me pare loffio e puro inconcrudente.
Penseno solo a tirà a campà,
restà su le portrone , ar Presidente,
senza affrontà le vere gravità.

Più d’un mese de chiacchere su gnente,
Letta me pare un quaquaraquà.
Tentenna, ammicca, è vago. Inconcrudente:
in preda ar pidielle sta a abbozzà.

Le larghe intese ciànno già fregato
Co Monti, la Fornero. E mo ch’avemo
rifatto l’elezzioni er risurtato

è che diciotto mesi aresteremo
in mano a sto ridicolo mercato
cor piddì a lo sbando e a lo stremo.

2013   Gloria Gerecht

 

Tante storie, un'anima

  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow

EsquiliNotizie del 01/10/2011 PDF Stampa E-mail
Sabato 01 Ottobre 2011 23:11
Care amiche e cari amici del rione,
ben trovate e ben trovati!
 
Le ultime due settimane sono state piuttosto intense, con molti avvenimenti che vogliamo condividere con voi. Alcuni episodi hanno solo confermato come ci sia poca considerazione e rispetto per chi vive, animali (cioè noi) e vegetali, in città; altri invece hanno fornito l’indicazione che l’impegno dei cittadini può pagare e che occorre essere sempre presenti e determinati, anche se i tempi per l’ottenimento di risultati positivi sono, ancora, troppo spesso, più vicini alla geologia che agli orizzonti della vita umana. Ma prendiamo il buono che viene dal nostro sforzo come un segnale positivo, ed eccoci di nuovo qui.
 
Questo nuovo numero raccoglie molti pezzi sul verde pubblico. Vi daremo conto prima di tutto di una buona nuova riguardo a piazza Pepe, poi delle belle giornate di EsquilinDo, dell’incredibile storia del taglio di due piante imponenti in Piazza Vittorio, ancora dell’invasione degli ultracamion nella stessa piazza, dei rischi che corre piazza Dante a breve termine e molto altro.
Aspettiamo come al solito commenti e suggerimenti da parte vostra.
Buona lettura a tutte e tutti!
 
 
UN SUCCESSO VERO, FINALMENTE: PIAZZA PEPE SARA’ RISANATA!
Un anno di discussioni, negoziazioni, tavoli, incontri, proteste e arrabbiature e finalmente è arrivata la buona notizia, inseguita da tempo, che vale davvero un brindisi.
Dopo l’avvio del tavolo per via Principe Amedeo e le ultime sollecitazioni fatte dalle associazioni del rione in occasione di EsquilinDo, abbiamo ricevuto questa lettera dall’Assessore alla Cultura e al Centro Storico Dino Gasperini:
A Cittadinanzattiva. Oggetto: cancellata piazza Pepe
In riferimento alla Sua richiesta di notizie in merito alla cancellata in piazza Pepe, ho il piacere di comunicarLe che sto procedendo con gli atti necessari all’esecuzione dell’opera, avendo previsto la stessa nei fondi dell’Assessorato. Distinti saluti. Dino Gasperini”.
 
Ci abbiamo creduto fino in fondo e abbiamo coordinato questa attività fino al risultato attuale.
Ringraziamo vivamente l’Assessore, al quale adesso chiediamo, come discusso recentemente con lo stesso, di riunire al più presto tutte le parti interessate per approntare il progetto finale che dovrà essere approvato prima dell’inizio dei lavori.
Ci aspettiamo a questo punto un ultimo slancio di buona volontà da parte di tutti coloro che hanno creduto in questo progetto che porterà al risanamento dell’area e alla sua restituzione, questa volta davvero, alla popolazione, sottraendolo al degrado e alle attività illecite.
Vi terremo informati.
 
 
QUALCHE DOMANDA, NATURALMENTE, VA FATTA COMUNQUE
Abbiamo ricevuto, prima di venire a conoscenza della lettera sopra riportata, questa appassionata lettera di un nostro lettore che lavora proprio in piazza Pepe:
 
“Gentile Redazione,
siamo alle solite con piazza Pepe. Siamo felici che i ragazzi di Legambiente
ci verranno a dare una mano per far le pulizie il giorno 17, ma il problema è che da
quattro mesi l' area recintata dell' acquedotto romano è totalmente abbandonata a sé stessa ed è divenuta al contempo una discarica abusiva e una baraccopoli. Non dico, poi, la piazza vera e propria: non sarebbe il caso di chiudere la fontana?   Sapete indicarci l' ufficio amministrativo tenuto a pulizia, manutenzione e conservazione? Forse è l' ora di una class action.
Sul vs. bollettino abbiamo letto, ma già da molto tempo, di programmi di gestione da parte di commercianti limitrofi. Esistono ancora o sono naufragati?
Cordialità e complimenti per il bollettino
Avv. Amorelli”
 
Che dire, ha ragione, ma le cose si muovono se siamo sempre di più a spingerle.
 
 
ALBERI IN LUTTO IN PIAZZA VITTORIO
Gli alberi di piazza Vittorio hanno dichiarato il lutto, insieme a chi ama il giardino e lo vive tutti i giorni con passione.
Mercoledì 21 settembre sono stati tagliati un platano e un cedro centenari con un blitz per conto del Servizio Giardini.
C’è stata la reazione immediata dei cittadini e delle associazioni che, stupiti e sconcertati, si sono attivati in maniera coordinata nei confronti dell’Assessorato - per così dire - all’ambiente e al verde pubblico del Comune: sono state scattate molte fotografie,  che verranno utilizzate per una perizia tecnica; è stato richiesto e ottenuto l’intervento immediato del Municipio per avere spiegazioni dal Comune (ringraziamo Stefania di Serio e l’Assessore Emiliano Pittueo, mentre rimarchiamo la sorprendente mancata risposta di Stefano Tozzi) e raccogliere la documentazione relativa all’intervento; è stato chiesto inutilmente di lasciare il materiale a disposizione qualche giorno per una perizia tecnica “di parte” che verificasse lo stato reale delle piante abbattute; questa è stata comunque condotta da parte di un nostro agronomo qualificato.
 
Forse il platano era davvero da abbattere, si può discuterne, ma il cedro certamente no. Abbiamo chiesto all’Assessorato di non procedere ad alcun altro taglio prima di una discussione con i cittadini e della possibilità di verificare l’opportunità e l’utilità di eventuali interventi.
 
 
Tuttavia, a parte il merito sul quale lavoreremo con il nostro perito, è importante sottolineare che si è svolto tutto, di nuovo, senza dare informazioni preventive alla cittadinanza per spiegare cosa sarebbe successo, perché, e quando e in che modo le piante tagliate sarebbero state sostituite: ciò rappresenta un atto inaccettabile di disinteresse nei confronti dei cittadini del rione che amano e frequentano il giardino. Alla faccia del diritto alla partecipazione: siamo cittadini prima che “semplici elettori”
 
Visto quello che è successo negli ultimi mesi, temiamo che si finisca inconsapevolmente per portare all’estremo il degrado ambientale del giardino di piazza Vittorio e poi veder dichiarare la necessità di interventi costosi di ristrutturazione che non servono e non vogliamo, magari sotto elezioni. Il parco necessita di manutenzione e rispetto, non di spese inutili come quelle effettuate negli ultimi mesi.
 
Dichiariamo perciò il lutto degli alberi di piazza Vittorio e chiediamo la mobilitazione e la vigilanza da parte di tutti quelli che hanno a cuore il destino di questo storico giardino. Invitiamo tutti a partecipare alla manifestazione che organizzeremo nei prossimi giorni per listare di nero le piante come forma di protesta contro l’abbandono da parte dell’Amministrazione comunale.
Non finisce qui, potete esserne certi.
 
 
ESQUILINDO! DUE GIORNI PULITI, ANCHE PER LO SPIRITO
Il 16 e 17 settembre sono state due bellissime giornate, piene di sporco raccolto e quindi di luoghi per un po’ puliti dai cittadini, con la collaborazione di AMA e del servizio decoro.
Il nostro spirito si è sollevato vedendo quante persone qualsiasi di colori e origini diverse si siano date appuntamento con ramazze, sacchettoni neri e secchi per riappropriarsi simbolicamente e non solo del territorio.
 
Pubblichiamo il comunicato appassionato del Progetto Mediazione Sociale che ha promosso l’evento per il quinto anno, e vogliamo ricordare a tutti che per la prima volta il Comune non ha aderito (neppure a titolo gratuito) a EsquilinDo, un cattivo segnale e un’occasione perduta per l’Amministrazione.
 
Per la V edizione di EsquilinDo (che aderisce all’iniziativa “Puliamo il Mondo” di Legambiente), il Progetto Mediazione Sociale, in collaborazione con tutta la rete territoriale dell’Esquilino, ha promosso due giornate di pulizia e animazione a Piazza Dante e a Piazza Pepe, luoghi dove si concentrano diverse forme di disagio sociale ed emarginazione, che probabilmente richiedono maggiori interventi più integrati ed appropriati.
EsquilinDo ha visto partecipare attivamente scuole, associazioni, cittadini e commercianti, tutti sono “tornati in piazza” per vivere il Rione in modi diversi, con l’obiettivo comune di rendere la propria città più “linda” nel senso di bella, pulita, sicura, vivibile, godibile.
Un grazie speciale va a tutti coloro che hanno aderito e partecipato: all’AMA e alle Forze dell’Ordine che si sono coordinate con la loro discreta ma costante presenza; alle scuole per la sensibilità dimostrata e all’entusiasmo dei bambini e dei ragazzi; a tutti i cittadini che si sono armati di buona volontà e ramazza; ai commercianti che hanno accolto con festosità l’iniziativa; alle associazioni che hanno contribuito a deliziare le piazze con le loro attività, come il tai chi a cura dell’insegnate Stefania Zaganelli, la danza indiana del Progetto Tutti in Piazza,  la musica della Scuola di Musica dell’Esquilino, la break dance del centro aggregativo Matemù, l’interessante visita guidata tra i locali commerciali di via Principe Umberto dell’antropologo Silvio Marconi; e al prezioso sostegno tecnico ed organizzativo dell’Associazione Genitori Di Donato, di Cittadinanza Attiva e della Comunità Filippina.
Inoltre, anche grazie al sollecito di questa iniziativa un intervento straordinario dell’Ama ha raccolto a piazza Dante e a piazza Pepe, circa  4 tonnellate di rifiuti, anche ingombranti.
 
Ci auguriamo che iniziative come queste siano di stimolo per una maggiore continuità e sinergia tra i servizi ed i cittadini, per produrre i cambiamenti concreti e visibili, tanto desiderati da tutti.
 
EsquilinDo è un evento, ma è anche un modo di pensare e di partecipare, una “parola chiave” da cui farsi accompagnare per immaginare insieme azioni che possano renderci protagonisti dei cambiamenti desiderati per il nostro Rione, per la nostra città.
 
E in questo senso che immaginiamo la continuità e vi invitiamo perciò a proporci e segnalarci  attività ed idee EsquilinDe, come l’abbellimento di un androne, di un terrazzo, la pulizia di strade o condomini, spunti per campagne di comunicazione efficaci, insomma esempi di buone pratiche. L’idea di uno può diventare utile a risvegliare tutta la collettività e migliorare la qualità della vita di questo Rione.
__________________________________
Progetto Mediazione Sociale Esquilino
 ”.
 
 
IL TAVOLO PER VIA PRINCIPE AMEDEO CONTINUA – I CITTADINI AL LAVORO
Bene, dopo le pulizie autunnali di EsquilinDo e un nuovo incontro con la Dirigente del Commissariato Esquilino, Dottoressa Matarazzo, che ringraziamo nuovamente per la sua sensibilità e per le attività che conduce sul territorio, ripartiamo con quanto concordato nel corso del tavolo.
Inizieremo molto presto con la ripiantumazione di alberi nel cortile dell’Università in via Principe Amedeo. Vi terremo informati per avere anche il vostro contributo ideativo e pratico.
 
 
L’INVASIONE DEGLI ULTRACAMION
Guardate il filmato a questo link e arrabbiatevi più che potete: http://www.paesesera.it/Societa/Piazza-Vittorio-un-giardino-per-mezzi-pesanti
Non è incredibile? Un automezzo ciclopico che scorrazza per due giorni all’interno di un giardino pubblico dovrebbe far intervenire immediatamente vigili, polizia, assessori, etc.
La circolazione di automezzi di tutti i tipi e in particolare di autoarticolati di dimensione e peso colossali all’interno del giardino-deserto-autostrada-parcheggio di piazza Vittorio è stata denunciata con forza da noi e da Cittadinanzattiva ed è finita sui media con il dovuto rilievo. Essa rappresenta infatti solo un indicatore della scarsa attenzione dimostrata da questa amministrazione verso il verde pubblico e i cittadini che lo frequentano e lo amano.
Il gigantesco autoarticolato, per fortuna filmato per caso, ha causato la rottura di lastre di travertino in corrispondenza dei gradini all’ingresso del giardino verso via Carlo Alberto.
Davvero di circostanza la risposta del 16 novembre di Marco Visconti, Assessore, per così dire, all’Ambiente e al verde pubblico (niente di personale, ma se continua in questo modo lo dovremo citare spesso in chiave molto negativa) che un grande De Niro avrebbe definito “tutto chiacchiere e distintivo” : infatti non si sono curati nemmeno di asportare il travertino rotto, sul quale la gente inciampa mentre entra nel giardino.
… vogliamo ringraziarLa per la la Sua segnalazione che ci aiuta a migliorare la qualità dell’ambiente e la vivibilità della nostra Città. Siamo dispiaciuti per quanto da Lei fatto presente e ci scusiamo per l’accaduto. Per verificare quanto da Lei segnalato e fornirLe ogni spiegazione in merito, abbiamo girato la Sua mail ai competenti uffici di Polizia Roma Capitale (destinataria della lettera, nessuna risposta – ndr) e del Dipartimento X. Le assicuro che sarà nostra cura risponderLe nel più breve tempo possibile relativamente alle problematiche di nostra competenza. Cordiali saluti. Marco Visconti, Assessore alle Politiche Ambientali e al Verde Urbano”
 
Inutile dire che nessun atto è stato fatto e nessuna ulteriore comunicazione pervenuta.
Abbiamo chiesto di sapere, per conto dei cittadini del rione, chi ha autorizzato, nel caso, l’intervento con autoarticolati del peso di molte decine di quintali; chi non ha vigilato e perché; quali automezzi sono stati autorizzati e da chi ad entrare in occasione dell’allestimento e dello smontaggio del cinema all’aperto (iniziativa che, per inciso, apprezziamo molto); cosa è previsto dal contratto in questi casi e quali penali sono previste in caso di danni.
 
Non ci basta una letterina qualsiasi: non finisce qui.
 
 
VIA STATILIA: UN GIARDINO CON CEMENTO E SENZA ALBERI?
Ci giunge notizia da fonti amiche e credibili, che nel corso degli scavi per la costruzione del muro di cinta del giardino di via Statilia, sono state danneggiate le radici di alcuni pini di alto fusto che, di conseguenza, nei prossimi mesi potrebbero manifestare dei problemi di salute e di stabilità.
Siamo, di nuovo, sconcertati: è possibile che anche in occasione di iniziative fondamentalmente positive si debbano avere più danni che benefici? Non si riesce proprio a progettare meglio questi interventi?
Aspettiamo una risposta.
 
 
PIAZZA DANTE IN PERICOLO: DIFENDIAMOLA SUBITO
Siamo venuti a conoscenza di una minaccia molto grave per il giardino di piazza Dante, che anche in questo caso parte paradossalmente da una opportunità per il rione.
Il vecchio palazzo delle Poste verrà ristrutturato per ospitare una sede dei Servizi Segreti. Questo significa che una parte importante e storica della bella piazza tornerà a vivere e, finalmente, la discarica abusiva in gestione all’ACEA con la discesa che non porta da nessuna parte sul lato orientale sarà trasformata in un parcheggio per le auto degli uffici dei Servizi, questo con un minimo intervento strutturale, a quanto pare.
Qual è il problema? Vogliono installare il cantiere, che durerà presumibilmente 3-4 anni, proprio nei giardini, chiudendone almeno metà e trasformandolo in un deposito di materiali edili.
Crediamo che si tratti di una cosa inaccettabile, a maggior ragione adesso che c’è un vincitore del bando, esperito tre anni fa (!!) per la gestione di un chiosco all’interno del giardino.
Lo sconcerto aumenta se aggiungiamo che il Municipio era a conoscenza di ciò ma nessuno è intervenuto per informare i cittadini, sentire cosa ne pensano e magari muoversi insieme per evitare questo disastro… e pensare che ci sono almeno cinque consiglieri municipali eletti proprio nel nostro rione nei diversi schieramenti
Chiediamo un intervento immediato del Municipio.
 
Per quanto ci riguarda, crediamo fondamentale opporsi fermamente fin da ora e cercare insieme delle soluzioni alternative che non distruggano il giardino e ne compromettano l’utilizzo per anni.
Qualche idea noi l’abbiamo: aspettiamo commenti e proposte in merito da voi.
 
 
SE QUESTO E’ UN PARCO
Prendiamo dagli amici di “Degrado Esquilino” – ringraziandoli – e pubblichiamo una lettera che crediamo valga la pena di essere condivisa con voi:
Scrivo per segnalare lo stato di abbandono, ahimé crescente, dei giardini di viale Carlo Felice. Ho ben presente che della problematica ve ne siete occupati in più occasioni negli ultimi anni e di questo me ne compiaccio.
Purtroppo, più i mesi e gli anni passano, e, mio malgrado, devo ammettere che la situazione non fa che peggiorare.
Nei giardini di viale Carlo Felice, ormai da tempo ostaggio di individui di dubbia moralità che frequentano il chiosco del parco cercando di vendere merce di ignota provenienza, convive da qualche tempo la sporcizia e la scarsa manutenzione del prato che, complice l’estate, in alcuni punti ha definitivamente ceduto il passo a una distesa di terra.
Capisco che l’inciviltà delle persone è sempre esistita e conseguentemente se a casa non ti hanno insegnato a buttare la bottiglia di birra o il pacchetto vuoto di patatine nell’apposito contenitore dei rifiuti non c’è nulla da fare; ma se a ciò uniamo il fatto che ormai più nessuno si prende cura delle cose belle che abbiamo, anche chi dovrebbe, siamo veramente messi male.
Nel mio piccolo ho sempre cercato di tutelare il parco. Ho fatto più volte diverse segnalazioni al Comando della polizia municipale. Da qualche tempo non vedo più pattuglie che monitorano la zona. E’ successo qualcosa?
In passato contattai personalmente l’Assessore del I Municipio, Yuri Trombetti, per segnalare lo stato di abbandono dei giardini proponendo di mettere dei lampioni nella parte interna del parco (quella vicino alle Mura per capirci), di mettere una staccionata dove i giardini presentano un forte dislivello (quasi a ridosso della Mura), di eliminare definitivamente quella rete di protezione, ormai aperta da entrambi i lati, sempre vicino alle Mura Aureliane. A distanza di anni ormai nulla di tutto ciò è stato fatto.
Leggo ogni tanto il vostro blog, e casualmente mi sono imbattuto nell’articolo relativo alla recente assegnazione dei chioschi nelle aree verdi del comune di Roma. Mi sono allora informato e sul sito del Comune di Roma ho trovato il bando che, sebbene scaduto, mi ha fornito informazioni utili sui doveri che il Comune di Roma richiede agli assegnatari dei chioschi. Ad esempio:
1. raccolta dei rifiuti (Operazione tesa ad eliminare quotidianamente i rifiuti che possono essere lasciati occasionalmente dagli utenti);
2. attivazione impianto di innaffiamento;
3. pulizia superfici inerbite;
4. rigenerazione del prato;
5. riparazione o sostituzione di porzioni di impianto di irrigazione
Tutto ciò premesso, considerate anche le foto allegate, ma vi invito anche a procedere a un sopralluogo, mi chiedo come mai i gestori del chiosco lascino in uno stato di tale abbandono i giardini di viale Carlo Felice. Forse quando hanno avuto loro l’assegnazione questi obblighi non c’erano? Ma se non erano del chiosco, di chi erano?
Gianluca T.
 
CHI VUOLE DISTRUGGERE LE AREE VERDI DEL RIONE?
Bene, alla luce di tutti i pezzi sopra riportati, ci sorge spontanea una domanda, provocatoria ma legittima: esiste un piano preciso per distruggere il verde pubblico dell’Esquilino?
Non vi sembra una catena di eventi negativi a danno di tutti? Secondo noi non si tratta di eventi sporadici e occasionali ma il frutto di disinteresse, mancanza di manutenzione e cura, trascuratezza e incapacità che durano da tempo, talvolta da diversi anni.
Tuttavia, il risultato è questo. Vorremmo che il Municipio conducesse, anche se non è sua stretta competenza amministrativa e indipendentemente dalle appartenenze politiche, una battaglia per la difesa di questo bene comune irrinunciabile e irripetibile.
Chiamiamo tutti i cittadini alla vigilanza, alla protesta costruttiva e alla richiesta di partecipazione nei processi decisionali al Comune e soprattutto all’Assessorato per così dire all’ambiente e al verde pubblico. Contattateci, potremo lavorare insieme.
 
 
RAPPORTO ATTIVITA’ PICS DECORO
Riceviamo da Anselmo Ricci e pubblichiamo con piacere, ringraziando per questo dettagliato rapporto delle attività svolte. Speriamo che la situazione migliori con il proseguire del tavolo e l’ulteriore precisazione delle aree necessarie di intervento, soprattutto per quanto riguarda AMA. Sarà infatti importante coordinare questi interventi con le segnalazioni dei cittadini.
 
Gent.ma Redazione
nel ringraziarvi per l'invio del vostro giornale sempre utile a trovare spunti ed essere informati sulle realtà del territorio vi prego di inviare copia anche a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   il nucleo di polizia municipale da me coordinato .
Colgo l'occasione per informarvi di alcune attività effettuate recentemente appunto dal mio nucleo.
1) controllo giornaliero dei giardini di piazza Vittorio e piazza Vante (trattasi di controlli in borghese a volte con il fratino istituzionale fatti senza orari precisi, durante questi controlli vengono identificati eventuali sbandati che circolano nel giardino ed allontanati), controllo per le  deiezioni canine non raccolte (nel mese di agosto e prima quindicina di settembre sono stati elevate 8 sanzioni )
2) controllo dell'O.S.P. banchi sotto i portici  agosto/settembre (4 sanzioni)
3) controllo e chiusura piazza Dante (tutte le sere tra le 19.40 e le 20.00 ;
4) ripristino della inferriata da dove entravano di notte all'interno del giardino di piazza Dante
5) PICS + AMA pulizia, sfalcio erba allontanamento di persone senza fissa dimora dall’ area verde di piazza Pepe,  sanificazione e pulizia della piazza, distruzione tombini in carico alla ditta per il loro assestamento, effettuato lavoro di ripristino dell'inferriata (purtroppo alla meglio per mancanza di fondi)
6) controlli mirati diurni e serali alla sicurezza  nei giardini di via Carlo Felice;
7) vari interventi per la defissione manifesti (via p. Amedeo, via Emanuele Filiberto, portici piazza Vittorio, via Labicana, etc.)
8) 2 interventi al colle Oppio -  area archeologica - per sgombero di persone senza fissa dimora e contestuale pulizia con AMA
9) Controlli serali e notturni in via delle terme di Diocleziano (4 fermi)
10) pulizia delle scale di accesso alle stazioni metro Vittorio e Manzoni  (Pics+Ama)
11) chiusura serale dei giardini di piazza Vittorio con ripristino del tradizionale orario che era stato prolungato in occasione degli incontri cinematografici estivi.
 
Queste alcune delle cose fatte , siamo attenti alle vostre richieste che potete inoltrarci direttamente a  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   (pics polizia roma capitale) o all'assessorato al'ambiente     Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
ANSELMO RICCI - RESPONSABILE NUCLEO PICS - POLIZIA ROMA CAPITALE
 
 
DUE SERATE CON INTEGRAZIONE E RISORGIMENTO
Riceviamo dal coordinatore del circolo PD Esquilino Emiliano Monteverde e volentieri pubblichiamo
“E' partita la campagna "l'Italia sono anch'io", una proposta di legge di iniziativa popolare per i diritti di cittadinanza e di voto per le persone di origine straniera. La campagna è promossa da 19 associazioni del mondo laico e cattolico, sindacati, comitati ed enti Locali. Il PD aderisce alla campagna e sostiene con forza la raccolta delle firme. Il nostri Circolo, dopo aver organizzato la bellissima giornata a Piazza Vittorio “I Colori di Roma - Chi nasce e cresce in Italia è italiano”, sarà in prima fila nella mobilitazione e nella raccolta delle firme. Nei prossimi giorni saranno comunicati appuntamenti ed iniziative. Per fare parte del gruppo di lavoro immigrazione del circolo scrivere a Cesare Dornetti ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ). 
Maggiori informazioni su www.litaliasonoanchio.it
Riceviamo dalla Sezione ANPI Esquilino-Monti e pubblichiamo con piacere
Domenica 2 Ottobre alle ore 18.00, in Via Galilei 57, la Sezione Anpi Esquilino-Monti-Celio e l'Associazione “Il Cielo sopra Esquilino”, in collaborazione con il circolo PD Esquilino e il Circolo RC Esquilino Celio Monti, organizzano la presentazione del libro "La lunga notte dei Mille" di Paolo Brogi. All'appuntamento interverranno l’autore ed Antonio Parisella (Presidente del Museo storico della Liberazione di Via Tasso). La presentazione del libro sarà accompagnata dainterventi musicali di Graziella Antonucci (canti del Risorgimento). Con l’occasione verrà esposta una mostra sulle biografie dei personaggi risorgimentali che danno i nomi alle vie del nostro rione”. http://www.anpiesquilino.org/2011/09/lanpi-con-i-garibaldini.html
 
ULTIME NOTIZIE!!!                                                                                      Grande soddisfazione per i genitori dell’IC Manin (Scuole Di Donato e Baccarini) e per le avv. Simona Censi e Cristina Maltese.                                                      ACCOLTO IL RICORSO! 
IL TAR HA APPROVATO LA RICHIESTA DI SOSPENSIVA relativamente a:
- insegnante in più alle elementari
- insegnanti di sostegno
- insegnante di inglese (ravvisando in questo caso l’interruzione di pubblico servizio)
Ma non basta:
Il TAR ha fissato in VENTI GIORNI il termine entro il quale l’Ufficio Scolastico deve adeguarsi alla sua decisione.
 
____________________________________________________________
OLTRE ESQUILINO
 
CASERME: SPECULAZIONE O CRESCITA CIVILE E SOCIALE?
Riceviamo da Emiliano e pubblichiamo con piacere.
Invitiamo ad essere presenti all’incontro, come molte associazioni stanno facendo in altre aree della città, affinché la dismissione delle caserme diventi un’occasione di sviluppo sociale e civile e non sia trasformata in una colossale speculazione edilizia e finanziaria.
 
“Cari Roberto e Emma vi segnalo che LUNEDI' 3 OTTOBRE  in Via Galilei 57 dalle ore 18.00 fino alle ore 20.00 si terrà una riunione rivolta a tutte le associazioni, comitati e singoli cittadini interessati per la costituzione di un comitato del I Municipio per l'uso pubblico delle caserme dismesse.
Come saprete nel nostro Municipio sono tre le caserme che verranno dismesse ed una è particolarmente vicino al nostro territorio come la Caserma di Via Sforza a due passi da Santa Maria Maggiore.
Emiliano Monteverde”
 
 
INVITO AL FORUM "Esperienza spirituale nell'espressione artistica"
 
Sabato 29 e domenica 30 Ottobre 2011 presso il Parco di Studio e Riflessione di Attigliano (Terni, Umbria) si terrà il Primo Forum Nazionale “Esperienza spirituale nell’espressione artistica” organizzato dal Centro di Studi Umanista Salvatore Puledda e dall’Istituto ESTETRA. Il Forum verterà sul seguente tema: "Coscienza ispirata e atto creativo". Questo evento vuole creare un momento di incontro e di scambio di esperienze tra artisti di diverse discipline, operatori culturali, educatori e tutte le persone interessate alla dimensione spirituale dell’espressione artistica.
 
Il sabato i partecipanti potranno scegliere tra quattro tavole rotonde (Ispirazione, Educazione, Corpo, Evoluzione sociale) in cui confrontarsi e condividere esperienze sulle tematiche del Forum.
 
La domenica sarà destinata interamente ai laboratori che dureranno da tre a sei ore. I laboratori sono aperti a tutti i partecipanti, non sono richieste particolari abilità tecniche. Il loro scopo è quello di far vivere l’esperienza spirituale nell’espressione artistica.
 
Tutti i dettagli sul programma delle due giornate, i temi del forum e gli interventi previsti li potrà trovare sul sito:   http://www.coscienzaispirata.net
Cordiali saluti,
La Segreteria organizzativa del Forum
 
_____________________________________________________________
FUORI ORARIO
Questa rubrica si occupa di segnalare appuntamenti che non abbiamo fatto in tempo a promuovere ma che, per il tema trattato, meritano di essere portati comunque alla vostra conoscenza per eventuali approfondimenti successivi.
 
ILLUSTRAZIONE….Rassegna espositiva di arti visive
Ringraziamo i gestori di questo bel “Punto Einaudi Merulana” che proseguono il ciclo di mostre IllustrAzione... , sei esposizioni personali di artisti che operano nel campo dell'illustrazione per la narrativa d'infanzia e non.
 
L'iniziativa vede protagonisti Alberto Macone, Daniela Tieni, Il Pistrice, Simone Rea, Alessandra Fusi e Franca Rovigatti ed include eventi collaterali, come letture di alcuni brani tratti dalle pubblicazioni per l'infanzia illustrate dagli artisti, che saranno effettuate nella libreria Il Posto delle Favole, in via Merulana.
 
A conclusione del ciclo espositivo una mostra collettiva sottolineerà i tratti distintivi e le affinità dei diversi artisti.
 
Il progetto si colloca nell'abito della riqualificazione culturale del quartiere Esquilino di Roma, e nasce dalla cooperazione tra giovani artisti e storici dell'arte, resa possibile grazie alla sensibilità di uno spazio poliedrico come il Punto Einaudi Merulana.
 
Venerdì 16 settembre 2011 sarà protagonista di IllustrAzione... Daniela Tieni, illustratrice e scenografa romana, la cui mostra sarà imperniata sul nucleo dei lavori relativi al libro Confesso che ho desiderato, scritto da Giulia Belloni con illustrazioni di Daniela Tieni, edito da Campass.
 
Aspettiamo le prossime iniziative, sperando di riuscire a proporle per tempo.
 
NOTIZIE MIGRANTI
 
Cari amici,
 
1) alla pagina http://www.stranieriinitalia.it/briguglio/immigrazione-e-asilo/2011/settembre/sinottico-normativa-27.html troverete la versione del quadro della normativa in materia di cittadini stranieri e comunitari aggiornato alla data di entrata in vigore della L. 148/2011 (conversione in legge del decreto-legge 138/2011);
 
2) con riferimento al mio ultimo messaggio, sulla questione dei tirocini formativi, vi segnalo la circolare del Ministero del lavoro n. 24/2011 (http://www.stranieriinitalia.it/briguglio/immigrazione-e-asilo/2011/settembre/circ-lavoro-24-2011.pdf). Ringrazio Micaela Malena e Luca Massari, che me ne hanno dato notizia.
 
Nella circolare si afferma che sono esclusi dal campo di applicazione delle restrizioni appena introdotte con l'art. 11 del decreto-legge 138/2011, non solo i tirocini attivati a beneficio delle categorie svantaggiate esplicitamente menzionate in quell'articolo, ma anche
 
a) "i tirocini di cosiddetto reinserimento/inserimento al lavoro svolti principalmente a favore dei disoccupati"
 
b) "quelli promossi a favore degli immigrati, nell'ambito dei decreti-flussi, dei richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale, nonche' quelli rivolti a ulteriori categorie di soggetti svantaggiati destinatari di specifiche iniziative di inserimento o reinserimento al lavoro promosse dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali, dalle Regioni e dalle Province"
 
c) "i cosiddetti tirocini curriculari" (tirocini formativi e di orientamento inclusi nei piani di studio delle Universita' e degli istituti scolastici).
 
Alla pagina di Settembre 2011 del mio sito, troverete anche i vari provvedimenti citati nella stressa circolare.
 
Se questa interpretazione e' corretta, la portata dei problemi evidenziati nel mio messaggio e' di molto ridotta.
 
Cordiali saluti
sergio briguglio
 
 
 
 
EsquiliNotizie del 1 ottobre 2011
A cura di Emma Amiconi e Roberto Crea
 
Ricordiamo che questo notiziario è a disposizione di tutti i nostri lettori. Chi vuole può stamparlo in proprio e diffonderlo a chi crede. E i nostri lettori commercianti, per esempio, possono stampare in proprio il bollettino, e anche affiggerlo nel negozio o in vetrina, ed i residenti nel proprio condominio, se consentito. Non ci offendiamo, anzi è cosa utile e buona, che aiuta la coesione del rione.
Criticate, suggerite, segnalate, inviateci le email di altri residenti interessati alle nostre tematiche, a metà tra il politico-sociale e la chiacchiera di quartiere.
Perché l'Esquilino è il rione più bello di Roma!
 

 


 

 

 

Un cantiere di proposte condivise per
immaginare l'Esquilino del futuro
PARTECIPA ANCHE TU!

 

  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune

Abbiamo a cuore 3 cose...

Partito Democratico Circolo Esquilino

Partito Democratico Circolo Territoriale Esquilino

Via Galilei 57 (metro A Manzoni) -  email: pdesquilino@gmail.com

Partito Democratico - Federazione PD Lazio - Federazione PD Roma