Partito Democratico Circolo Esquilino
Aggiungi il sito ai tuoi preferitiAggiungi pagina ai tuoi preferitiScegli come HomepageStampa questa paginaCondividi questa paginaSalva in PDFInvia questa pagina via mail

Sostieni la politica pulita. sostieni il Circolo Esquilino

I SONETTI DI GLORIA

STO GOVERNO

Me pare loffio e puro inconcrudente.
Penseno solo a tirà a campà,
restà su le portrone , ar Presidente,
senza affrontà le vere gravità.

Più d’un mese de chiacchere su gnente,
Letta me pare un quaquaraquà.
Tentenna, ammicca, è vago. Inconcrudente:
in preda ar pidielle sta a abbozzà.

Le larghe intese ciànno già fregato
Co Monti, la Fornero. E mo ch’avemo
rifatto l’elezzioni er risurtato

è che diciotto mesi aresteremo
in mano a sto ridicolo mercato
cor piddì a lo sbando e a lo stremo.

2013   Gloria Gerecht

 

Tante storie, un'anima

  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow

EsquiliNotizie del 27/09/2012 PDF Stampa E-mail
Lunedì 12 Novembre 2012 13:47
Care amiche e cari amici del rione,
è passato parecchio tempo dall’uscita dell’ultimo numero del notiziario, ma eccoci di nuovo qui con voi.
Con il consueto impegno ed una incrollabile fiducia che le cose possano andare molto, molto meglio di come vanno ora nel rione e nella città (evitiamo di fare commenti sui recentissimi fatti e misfatti della nostra Regione, anche se come si fa a non pensarci?), invitiamo tutti a collaborare e a farsi sentire.
Questo si può fare partecipando alle iniziative già programmate. E vi invitiamo a non perderne nemmeno una, a cominciare dalle giornate Operazione Wall E ed Esquilindo, di cui pubblichiamo il programma più sotto, ne varrà proprio la pena.
Ma si può fare anche tirando fuori energie e proposte nuove, perché nel generale stato di depressione del mondo politico ed istituzionale – fatte salve le dovute eccezioni – resta inalterato il fatto che quando l’espressione della cittadinanza si fa attiva, cioè dalla mera denuncia o protesta evolve nella capacità di convocare tutti attorno alle emergenze ed ai bisogni per trovare insieme le vie d’uscita, le cose possono cambiare davvero, nella concretezza ma anche nel modo di occuparsi della cosa pubblica.
Ce ne siamo accorti nell’esperienza maturata negli anni, ad esempio, attraverso numerosi interventi nel rione Esquilino condotti insieme a tante realtà locali, associazioni, comitati, singoli operatori e cittadini, su questioni che riguardano la nostra vita quotidiana, le nostre strade, la vegetazione, i servizi di cui ci avvaliamo, le scuole dei nostri figli, le aree pubbliche nelle quali passeggiamo o che attraversiamo, le opportunità culturali, di svago, di informazione a cui facciamo riferimento.
Di queste cose ci siamo occupati affiancando, con funzioni sussidiarie ma su un piano di parità, le tradizionali forme di rappresentanza politica e sociale che non funzionano più, che non bastano più, che non sanno più vedere né fare quello che serve davvero; di queste emergenze ci siamo occupati provando a stimolare le istituzioni pubbliche e locali, spesso impoverite dai tagli ai bilanci, ma anche dal pessimo uso delle risorse esistenti, perché sappiano selezionare meglio i loro interventi. Insomma, lo sappiamo bene, ormai, che il fatto di esserci fa spesso la differenza. Pensate al famigerato progetto di rifacimento di piazza Vittorio, che forse, anche grazie all’impegno di tanti con il Comitato Piazza Vittorio Partecipata, è definitivamente scongiurato!
 
Si può dire che stiamo provando a contribuire attivamente alla vita di un territorio, di un rione che peraltro non finisce mai di sorprenderci per la sua capacità creativa.. infatti in questo numero del notiziario riportiamo la notizia della nascita di un nuovo coro, per i più piccoli, nel segno di Piazza Vittorio, e nel prossimo promettiamo informazioni più circostanziate sull’associazione La Danza di Piazza Vittorio, che proprio ieri sera allietava con musica dal vivo e coppie danzanti la parte centrale del giardino. Tra una buca, un cassonetto stracolmo, un attraversamento pericoloso e un sottoportico puzzolente e pieno di manifesti abusivi, per fortuna non finiamo mai di contare anche opportunità positive. A piazza Vittorio si danza, si esercita il tai chi, si gioca a pallacanestro e a cricket, si va al cinema, scusate se è poco..
 
 
ESQUILINDO 2
Riceviamo e volentieri pubblichiamo, invitando tutti a iniziative di venerdì 28 e sabato 29 settembre
 
 
Programma
 
Venerdì 28 settembre 2012 Ore 16,30 – 19,00
Piazza Guglielmo Pepe
 
"Operazione "Wall - E"
 
 
Lezioni all’aria aperta a cura di Esquilino2020Lab
I giovani cittadini del Rione imparano a “riprogettare” in modo creativo alcuni luoghi di Esquilino.
Rap e wraiting a cura dei ragazzi e operatori del Cies Matemù - Centro di Aggregazione Giovanile
Suoni di Tamburi a cura di DRUM DRIVE
Vecchi banchi per nuovi corsi di italiano per stranieri  a cura dell’ Associazione “Italia - Bangladesh”
 
 
Sabato 29 settembre 2012 Ore 14,30 – 19,00
Piazza Guglielmo Pepe
 
“EsquilinDo: per una città più pulita che migliora la tua vita. Non restare lì’ a guardare, pensa a partecipare” *
 
Ore 14.30 Puliamo il Mondo
Adesione alla Campagna Nazionale di Legambiente “Puliamo il Mondo” per la pulizia della piazza e vie limitrofe.
Partenza da via Mamiani - incrocio con via Principe Amedeo, prosecuzione su via Principe Amedeo, e vie limitrofe, fino a Piazza G. Pepe. Con la collaborazione dei cittadini, delle associazioni, dei commercianti di via Principe Amedeo e degli operatori commerciali del Nuovo Mercato Esquilino.
Ore 15.00 Suoni di Tamburi a cura di DRUM DRIVE
Ore 16.00 "Libera l'albero" “Per impedire la morte certa di tutti gli alberi di piazza Guglielmo Pepe, che donano a quello spazio ombra e un assaggio di bellezza, servono azioni “liberatorie”, competenti e positive. Eccoci pronti ad intervenire sul posto”: a cura del Comitato Piazza Vittorio Partecipata - CVCP
Ore 16.00 “Parole da piantare”: lettura di testi tratti dalla letteratura internazionale a cura di Parolincontro.
Ore 16.30 Esquilino2020Lab
Laboratorio di riqualificazione partecipata: i cittadini riprogettano in modo creativo alcuni luoghi di Esquilino.
Installazione di sagome umane negli spazi pubblici chiusi: per segnalare luoghi curati o da curare
Ore 17.15 Danze tradizionali cinesi a cura degli allievi della Scuola di lingua e cultura cinese Zhong Hua
Ore 18.00 L’Esquilino si racconta e guarda in prospettiva…e inoltre lancio delle iniziative:
 
·           “La salute è uguale per tutti: dalla prevenzione al benessere – II Edizione” 13-20 ottobre 2012.
·           Presentazione del progetto “Sicurezza e salute: progetto integrato per la prevenzione delle malattie a trasmissione alimentare nella comunità multietnica dell’Esquilino” a cura degli operatori del Dipartimento di Prevenzione della ASL RM A, Istituto Zooprofilattico Sperimentale, Centro Sino-Italiano per la Sicurezza Alimentare (CSISA) con il Patrocinio del Municipio Roma Centro Storico.
Ore 18.30 "Pioggia di semi e attacchi d’arte”: semi e nastri per lasciare un segno di bellezza nei giardini dell’Acquedotto.
 
* Slogan ideato dagli studenti dell’Istituto Comprensivo D. Manin in occasione di “EsquilinDo 2011 - V Edizione”.
 
 
EsquilinDo è un evento del Progetto Mediazione Sociale Esquilino, gestito dalla coop sociale Parsec in collaborazione con la Coop. sociale Eureka Primo Onlus; dal 2006 ad oggi aderisce alla campagna Puliamo il Mondo promossa da Legambiente.
EsquilinDo è patrocinato dal Municipio Roma Centro Storico.
 
 
 
 
LE ULTIME DAL COMITATO PIAZZA VITTORIO PARTECIPATA - CVCP
Ecco in sintesi il punto della situazione ad oggi.
 
Il Comitato Piazza Vittorio Partecipata si è dato molto da fare durante l’estate, riuscendo ad ottenere il ripristino parziale dell’impianto d’irrigazione del giardino, laddove i pochi soldi disponibili dell’assessorato e le condizioni dei tubi e delle “saracinesche” (i punti nei quali l’acqua dalla tubatura principale viene indirizzata nei tubi più piccoli che servono le diverse aree del giardino) lo consentivano. Comunque l’operazione è costata circa 16 mila euro che l’Assessorato al Verde ha messo a disposizione.
Abbiamo ottenuto che venisse applicata la circolare che vieta la circolazione dei veicoli AMA all’interno del giardino
Abbiamo fatto installare 8 panchine nuove di zecca lungo il tratto pavimentato presso l’entrata lato via Conte Verde, consentendo, come promesso, la possibilità di sedersi comodamente a coloro che intendevano godersi il fresco la sera senza dover necessariamente andare a vedere un film della rassegna
Siamo riusciti a limitare al massimo – praticamente quasi annullando – la sosta di autovetture e motocicli durante la rassegna cinematografica estiva, un grande successo rispetto alla situazione scandalosa dello scorso anno.
 
Rispetto al cinema all’aperto, ci riserviamo di commentare alcuni aspetti critici insieme al CPVP nelle prossime settimane. Infatti, se da un lato, come detto, il giardino non si è trasformato in un parcheggio, dobbiamo dire che non sempre gli organizzatori hanno posto le attenzioni dovute alle strutture del giardino. Tra l’altro, dopo lo smontaggio delle strutture non è stata effettuata alcuna pulizia, e questo è inaccettabile.
Rimaniamo dell’opinione che il cinema in piazza  sia una grande e positiva risorsa per vari motivi, ma il Comune di Roma deve mettere a bando l’iniziativa con prescrizioni stringenti e controlli, mancati totalmente anche quest’anno.
Possiamo comunque dire con soddisfazione che siamo riusciti a mantenere in vita questo importante momento di socialità, cultura e sicurezza anche quest’anno, cosa che non era affatto scontata.
 
Sta continuando la raccolta di firme affinché il giardino di piazza Vittorio divenga un “luogo del cuore” del FAI- Fondo Ambiente Italiano. Nei prossimi giorni ci troverete nel rione con banchetti e cartoline da compilare: tenete le penne pronte!
 
Vi ricordiamo che per segnalare il Giardino di Piazza Vittorio come proprio luogo del cuore nell’ambito del Censimento 2012, si può anche entrare nel sito http://www.iluoghidelcuore.it/, cercare tra i luoghi già segnalati “Giardino di Piazza Vittorio “ e cliccare.
Alle numerose adesioni già visibili on line, si stanno aggiungendo le altre centinaia raccolte durante l’estate, ma c’è ancora tempo, fino alla fine di ottobre, diamogli sotto, come si dice a Roma!!
 
 
PICCOLO CORO DI PIAZZA VITTORIO
Riceviamo e volentieri pubblichiamo
 
Il Piccolo Coro di Piazza Vittorio è un laboratorio di musica aperto a tutti i bambini che vogliono accostarsi alla musica vocale d'insieme.
 
Il canto, ed il canto corale in particolare, è il primo, e probabilmente il più completo modo di far musica: è la più immediata possibilità di poter tradurre in forma d’arte l’ energia e la creatività di ogni bambino.
 
Breve descrizione delle attività del coro
Attraverso diversi repertori, i partecipanti eserciteranno una pratica millenaria che attraverserà diverse epoche, diversi luoghi, diverse culture.
I giovanissimi coristi saranno avviati all’apprendimento del repertorio classico e moderno attraverso semplici percorsi di lettura musicale melodica e ritmica; impareranno la corretta emissione e intonazione dei suoni, conosceranno la propria voce condividendo con i compagni l’esperienza della musica pratica unita all’ apprendimento tecnico.
Questa particolare arte comunitaria è insieme uno straordinario strumento di socializzazione
ed una possibilità di espressione del singolo che sebbene in gruppo non paga pegno alla massificazione. Ogni partecipante infatti sarà seguito e sostenuto perché scopra il proprio percorso musicale attraverso il sostegno dell'esperienza “corale” che è capace di accogliere le aspettative, le capacità espressive e il desiderio di tutti i coristi.
 
Dove
Il laboratorio si svolgerà presso la Scuola Di Donato di Roma
 
Come
Il laboratorio non prevede una selezione per la formazione del coro rinunciando ad aspirazioni professionistiche che, da una parte richiederebbero un impegno di gran lunga maggiore, dall’altra costringerebbero a selezioni più rigide, contrarie alla finalità del coro.
 
Chi
L'età dei bambini è mediamente compresa tra i 7 e gli 11 anni con la possibilità di eccezioni previo accordo con la conduzione.
 
Quando
Il laboratorio si svolgerà da Ottobre a Giugno il Lunedì dalle 17,15 alle 19,15
 
Conduzione
Il laboratorio sarà condotto da Giuseppe Puopolo1.
 
Collaborazioni
Il Piccolo coro di Piazza Vittorio collaborerà nella realizzazione di alcuni concerti con il Coro di Piazza Vittorio (formato secondo le stesse caratteristiche da partecipanti adulti) creando un vero e proprio laboratoriointergenerazionale.
 
 
 
LE ATTIVITA’ DI MATEMU’
Riceviamo e volentieri pubblichiamo
 
Il corso di Italiano per stranieri inizierà MARTEDI' 9 OTTOBRE alle 15,30
 
PROGRAMMAZIONE AUTUNNALE MaTeMù

LUNEDI' Alfabetizzazione informatica / Rap / Musica (percussioni, tastiera, canto, musica d'insieme)
MARTEDI' Capoeira / Italiano per stranieri / Rap / Musica (percussioni, tastiera, canto, musica d'insieme)
MERCOLEDI' Break dance / Orientamento ai servizi, alla formazione, al lavoro / Rap / Musica (Corde e musica d'insieme 17,30 - 19,00)
GIOVEDI' Writing & spray art / Italiano per stranieri / Rap / Musica (Corde e musica d'insieme)
VENERDI' Sportello di ascolto / Rap / Musica (percussioni, tastiera, corde, canto e musica d'insieme)
SABATO - Chiuso
DOMENICA - Chiuso


ATTIVITA' GIORNALIERE: Giochi (biliardino, ping pong, giochi da tavolo, tornei, ecc.) / Sala prove musicali e registrazione / Sala computer con collegamento a internet / Sala video e cineforum / Sala danza / Attività artistico-creative / Sostegno scolastico / Piccola biblioteca / Sport / Socializzazione... E MOLTO ALTRO!!!

DA DICEMBRE/GENNAIO: Teatro, hip hop, campus e chissà cos'altro...

TUTTE LE ATTIVITA' SONO GRATUITE.

MaTeMù è aperto a tutte le ragazze e i ragazzi (preadolescenti, adolescenti e giovani) dal Lunedì al Venerdì dalle 15,30 alle 19,30.

... L'UNICO MODO PER CAPIRE COS'E' MaTeMù E' VENIRCI A TROVARE!!


MaTeMù Centro di Aggregazione Giovanile del CIES
Via Vittorio Amedeo II n. 14, Roma (Metro A Manzoni, zona Esquilino)
Tel. 06 77070411 - 06 77264611
www.cies.it
Contatto facebook: Matemù
 
 
ADRIANA SCRIVE
L’8 settembre, il quotidiano Il Messaggero ha pubblicato la lettera della signora Adriana che riportiamo di seguito.
 
“Mi chiamo Adriana, 81 anni martedì scorso, dei quali 54 vissuti al quartiere Esquilino, Roma. Voglio denunciare lo stato di abbandono nel quale questo quartiere, un tempo vitale e operoso, è ridotto, da ormai troppi anni. Vorrei suscitare un moto di orgoglio e di ribellione, nei tanti cittadini onesti che qui vivono, nei confronti del degrado che ormai ha distrutto la vita di questo quartiere. Scrivo dalla Prima Circoscrizione, dal Centro storico, non da una lontana periferia, eppure in queste strade intorno a Piazza Vittorio, è tristemente normale vedere folle di persone dormire per terra, espletare i bisogni corporali all'aperto, passare le giornate sui marciapiedi rotti e invasi dai rifiuti. 

È evidente che queste persone non ricevono alcun aiuto e Dio solo sa quanto ne avrebbero bisogno. E poi se i bagni pubblici non ci sono... Piazza Vittorio, un tempo ricca di vita e di commercio, è ormai contrassegnata da innumerevoli attività dalla dubbia regolarità. Fatico a credere che nei tanti scantinati trasformati in laboratori senza controllo, nei magazzini sporchi nei quali si vendono merci di infima qualità che poi vediamo esposte nelle strade della nostra città, vengano rispettate le regole più elementari del lavoro. 

No, non credo che gli spacci di prodotti "esotici" rispettino le norme dell'igiene, visti i roditori che passeggiano indisturbati lungo i marciapiedi. Il mercato, poi, è infrequentabile: sporco, indegno di una città che si vuole moderna. Ricordo quando venne inaugurato: l'allora Sindaco fece un bel discorso sulla ricchezza della società multiculturale... Venite a vedere come è ridotto! Fate una passeggiata: vi renderete conto che queste strade sono ormai una sequenza di sbandati in assoluta libertà di delinquere. Ed è evidente che vivere qui non è facile: negli ultimi mesi, mi è capitato di subire un furto nell'unico supermercato della zona, di assistere ad una rapina, nello stesso supermercato, e di essere io stessa scippata e buttata a terra, senza pietà, da un ragazzo che mi ha strappato una collanina di nessun valore. 

Lo so che questi fatti succedono ovunque, anche per colpa di una crisi che sta colpendo duramente tutti noi, ma qui sembra essere ancora più grave, per la massiccia presenza di immigrati senza lavoro e per l'evidente insufficienza delle Forze dell'Ordine. L'immigrazione è una storia antica in questo quartiere. Ricordo le varie ondate dal Maghreb e dai Paesi africani, poi dal Bangladesh e da tanti altri Paesi poveri. Migliaia di persone - quasi sempre uomini soli. Sui loro volti, spesso, i marchi violenti dei loro sfruttatori: sì, venivano sfregiati come segno di appartenenza e di debito nei confronti dei loro aguzzini. 

Frequenti le baruffe in mezzo alla strada, io stessa ricordo almeno due sparatorie proprio sotto casa. Questi poveri schiavi non avevano nessun rapporto con il quartiere, nel senso che (non voglio generalizzare ma purtroppo è in gran parte vero), solo raramente hanno cercato di "inserirsi" nella comunità che invece ha accolto quelli tra loro che hanno cercato e trovato un lavoro. 

Diverso è il caso della immigrazione dalla Cina: talmente massiccia che il nostro quartiere è denominato "Chinatown". Hanno acquistato gran parte dei negozi, pagando in contanti somme sempre più basse, perché chi ha potuto si è trasferito altrove. Non spetta a me verificare se rispettino le regole, ma chiedo che qualcuno lo faccia. 

Per me la vera discriminante è il lavoro: chi lavora (o cerca di lavorare) ha dignità e merita rispetto. I cinesi lavorano e mettono su famiglia, i loro figli vanno nelle scuole migliori della zona e li vediamo crescere con piacere. La loro presenza non crea "allarme sociale", almeno qui. So bene che questo mio sfogo non avrà alcun esito. E so bene che chiunque prometta di intervenire non lo farà. La politica ha perso, almeno qui all'Esquilino. Così come abbiamo perso tutti noi, gli abitanti di questo quartiere dimenticato. E allora perché sto denunciando tutto questo? 

Perché sono furibonda e dolorante per colpa di quel farabutto che mi ha buttato a terra per una catenina da pochi soldi. Provo un rancore profondo nei confronti di una situazione che non è più sostenibile: sotto le mie finestre, l'ennesimo vagabondo sta usando il cassonetto della spazzatura per i suoi bisogni. La polizia ha risposto alla mia telefonata di denuncia dello scippo, ma poi non sono neanche andata al Commissariato, per fare la denuncia: ho pensato che fosse inutile, e ho preferito curarmi le ferite. 

Nessuno si è più fatto vivo. Ma sto scrivendo soprattutto perché credo che questo quartiere meriti di essere salvato. In tanti abbiamo resistito al degrado, alla tentazione di andarcene e alle lusinghe dei soldi "cinesi". Ci sono resti della Roma antica, da Porta Maggiore al Tempio di Minerva alla Porta Magica, nella Piazza Vittorio; per non parlare della zona dall'altra parte della piazza, tra via Merulana, verso San Giovanni, Santa Croce o Santa Maria Maggiore. Grandi opere d'arte, chiese e musei. C'è Santa Bibiana, opera del Bernini, che per anni ha ospitato i nostri ragazzi. 

Ci sono scuole d'eccellenza, anche materne ed elementari, oltre a storici licei, che se avessero più fondi potrebbero veramente fare la differenza nella integrazione dei più giovani e quindi delle loro famiglie. C'è un teatro come l'Ambra Jovinelli, che vide grandi artisti come Antonio De Curtis e che da qualche anni è stato rinnovato, anche con il piccolo "ridotto". C'è - perché no? - una delle più famose gelaterie di Roma, Fassi, antica e sempre affollata. C'è la Comunità di Sant'Egidio che da qualche tempo propone il suo aiuto alle persone non autosufficienti. Ci sono giovani e artisti che hanno scelto questo bel quartiere umbertino perché è ben collegato con la città e vicino all'università, ma ce ne vorrebbero di più: sarebbe bello se decidessero di far crescere qui i loro figli. I nostri sono cresciuti giocando nel giardino di Piazza Vittorio, dove oggi bivaccano sbandati e ubriaconi. 

C'è, infine, un patrimonio di vita che ha reso questo quartiere, così bello, un cuore pulsante della nostra città. Basterebbe poco per farlo tornare ad essere un quartiere vivo e piacevole. Cerchiamo di farlo, tutti insieme, per il bene dei nostri figli e dei nuovi figli che queste case accoglieranno. 

Adriana F., quartiere Esquilino, Roma
 
La lettera della signora Adriana propone con parole dirette e certamente sulla base di alcune esperienze personali particolarmente negative, argomenti molto scottanti. Oltre ad alcune questioni che ci piacerebbe discutere direttamente con la signora, resta quanto abbiamo scritto nell’introduzione di questo numero del notiziario.
Aspettiamo commenti da parte di chi vorrà dire la sua.
 
 
 
 
SACCHETTI DI CARTA SUPERMERCATO PIAZZA SANTA MARIA MAGGIORE
Nel panorama agghiacciante delle cronache del nostro Paese, della Regione Lazio e del Comune di Roma, il una piccola notizia positiva che va nella direzione giusta.
Il Supermercato di Piazza Santa Maria Maggiore ha deciso di non utilizzare più sacchetti di plastica ma solo di carta, riutilizzabili e non inquinanti.
Grazie!
 
 
MARCIAPIEDI E SERIETÀ DEI NOSTRI POLITICI E AMMINISTRATORI
Ecco la storia del non-rifacimento dei marciapiedi.
Alla fine di luglio abbiamo notato volantini illegalmente messi sotto i tergicristalli delle auto che, testualmente, informavano che erano iniziati i lavori di rifacimento dei marciapiedi di via Statuto. Grazie, diceva il volantino a firma Mollicone e Tozzi (anche a nome del mitico assessore Ghera-non-c’era), all’interessamento dei cittadini (abbiamo la sensazione che non pensasse a noi e al Comitato Piazza Vittorio Partecipata) che avevano spinto per l’effettuazione dei lavori. Ovviamente non era vero, ma ormai siamo avvezzi alle menzogne più sfacciate che non ci facciamo più caso o le diamo per scontate.
Dal momento che i lavori sono iniziati (secondo Mollicone e Tozzi, non secondo tutti gli altri cittadini che vivono lì o ci passano tutti i giorni), pensiamo che a questo punto siano anche terminati.
Annunciamo quindi ufficialmente - sorridendo per l’evidente ulteriore prova di inadeguatezza di questi nostri politici e amministratori piccoli piccoli che non si peritano nemmeno di rispettare il buon senso delle persone - che i lavori sono terminati, senza mai essere iniziati, sono costati pochissimo e sono stati davvero conservativi, come di dice, restituendo al logoro e pericoloso marciapiede lo stesso splendore decadente che aveva prima.
Non c’è mai fine al peggio….un po’ di senso del ridicolo e di vergogna?
 
 
ALTRI MARCIAPIEDI
Informiamo che via Rattazzi è stata scavata per la quarta volta in due anni, con conseguenti disagi e rifacimenti dell’asfaltatura. Non abbiamo più la voce per chiedere una pianificazione decente dei lavori stradali, per ottimizzare l’uso delle risorse e limitare al massimo i disagi per i residenti.
Invece in via Pellegrino Rossi, il cui marciapiede è stato oggetto di una imbarazzante pecettatura a colpi di pessimo asfalto granulare che ha creato, al posto del precedente dislivello verso il basso, un dislivello verso l’alto, perché non battuto a dovere. Insomma, stessa probabilità di inciampare, ma verso l’alto. Complimenti, i cittadini ringraziano..
Se non bastasse, alcune di queste pecette malposte sono state divelte dopo una settimana da lavori di manutenzione di pozzetti idrici, tuttora in corso. Ma se ogni tanto vi parlaste tra diversi assessorati?  E’ solo un consiglio.
Infine, notiamo con disappunto che i lavori di “graffiatura” dello scivolosissimo e pericoloso marciapiede di via Merulana si sono fermati. Manca ancora tutto il pezzo tra largo Brancaccio e Santa Maria Maggiore. Chiediamo che venga effettuato al più presto per evitare cadute dei pedoni, ora che è iniziato il periodo delle piogge.
 
 
VA MEGLIO LA MANUTENZIONE DEL VERDE NEL CORTILE DELL’UNIVERSITÀ
Grazie soprattutto all’indefesso impegno dell’amico Massimo Livadiotti, è stato raggiunto un accordo con la cooperativa del mercato Esquilino per la manutenzione del verde all’interno del cortile dell’Università in via Principe Amedeo.
I cittadini del rione, insieme ad alcune associazioni, avevano sostituito piante morte e secche con nuove essenze e fìori e per quasi tutta l’estate con fatica e sudore avevano continuato a dare da bere ad esse sfidando le temperature altissime e mantenendole in buono stato.
Finalmente ora se ne occuperà anche la cooperativa del mercato. Grazie a tutti coloro che hanno lavorato per questo risultato che mette un altro tassello al posto giusto per la ripresa del rione.
 
 
UFFICIO POSTALE
Riceviamo e volentieri pubblichiamo
 
“Segnalo che al ritorno dalle ferie abbiamo trovato un' amara sorpresa : l'ufficio postale di Via Marsala non svolge più il servizio di giacenza delle raccomandate, nonostante nel quartiere ci siano almeno sei uffici postali. Per ritirare la posta non recapitata adesso occorre recarsi all'ufficio di Via di Portonaccio 39. In pratica ci vuole un mezzo per raggiungere Termini, bisogna poi prendere la metro fino alla Stazione Tiburtina e quindi il 409. Questa è la riorganizzazione dei servizi secondo le Poste Italiane. La qualità della vita all'Esquilino è in continuo miglioramento.
Che vogliamo fare ?
Alberto Buttaglieri”
 
Abbiamo quindi interpellato Cittadinanzattiva,  che sappiamo  si sta occupando del problema a livello cittadino. Ed ecco di seguito la risposta al signor Buttaglieri.

“Condividiamo totalmente la sua indignazione e abbiamo segnalato questa cosa assurda a Cittadinanzattiva che si sta muovendo presso la direzione romana delle poste e presso l'ufficio di conciliazione per verificare la situazione anche nelle altre zone della citta'. La terremo informata a breve e vedremo insieme come esercitare la pressione degli utenti del rione per avere un ufficio a distanza ragionevole.
Cordiali saluti,
EsquiliNotizie”
 
 
ESQUILINO BASKETBALL
Riceviamo e volentieri pubblichiamo
 
Dal 13 settembre 2012 tutte le attività hanno avuto inizio.
Andate sul sito per trovare giorni, orari ed istruttori della tua attività.
Non perdete lezioni, affrettatevi ad effettuare la vostra iscrizione
Per informazioni scrivete a  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
 
 
NOTIZIE MIGRANTI
 
Cari amici,
alla pagina 
http://www.stranieriinitalia.it/briguglio/immigrazione-e-asilo/2012/settembre/manuale-normativa-23.html 
troverete una versione del mio manuale sulla normativa relativa a stranieri e comunitari aggiornata al 31/8/2012. In particolare, tiene conto dei decreti legislativi 108/2012 e 109/2012, recentemente entrati in vigore.
 
Saro' grato a chi mi segnalera' errori e imprecisioni.
 
Cordiali saluti
Sergio Briguglio
 
 
EsquiliNotizie del 27 settembre 2012
A cura di Emma Amiconi
 
Ricordiamo che questo notiziario è a disposizione di tutti i nostri lettori. Chi vuole può stamparlo in proprio e diffonderlo a chi crede. E i nostri lettori commercianti, per esempio, possono stampare in proprio il bollettino, e anche affiggerlo nel negozio o in vetrina, ed i residenti nel proprio condominio, se consentito. Non ci offendiamo, anzi è cosa utile e buona, che aiuta la coesione del rione.
Criticate, suggerite, segnalate, inviateci le email di altri residenti interessati alle nostre tematiche, a metà tra il politico-sociale e la chiacchiera di quartiere.
Perché l'Esquilino è il rione più bello di Roma!
 
Per scriverci:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Visitate anche il sito www.esquilinotizie.org (dove sono archiviati, tra l’altro tutti i numeri arretrati).
Per avere informazioni sulle attività del Comitato Piazza Vittorio Partecipata
pagina pubblica facebook: Comitato Piazza Vittorio Partecipata
gruppo facebook: Comitato Piazza Vittorio Partecipata
 

 


 

 

 

Un cantiere di proposte condivise per
immaginare l'Esquilino del futuro
PARTECIPA ANCHE TU!

 

  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune

Abbiamo a cuore 3 cose...

Partito Democratico Circolo Esquilino

Partito Democratico Circolo Territoriale Esquilino

Via Galilei 57 (metro A Manzoni) -  email: pdesquilino@gmail.com

Partito Democratico - Federazione PD Lazio - Federazione PD Roma