Partito Democratico Circolo Esquilino
Aggiungi il sito ai tuoi preferitiAggiungi pagina ai tuoi preferitiScegli come HomepageStampa questa paginaCondividi questa paginaSalva in PDFInvia questa pagina via mail

Laboratorio "Esquilino2020"
2 LUGLIO 2012 - REPORT DODICESIMO INCONTRO PDF Stampa E-mail

 Dopo la settimana scorsa, in cui abbiamo realizzato la nostra prima passeggiata archeologica del rione, di nuovo un incontro “in sede”.

L’incontro è stato caratterizzato da due momenti principali:

1.    Incontro con Gianluca Cantisani, dell’Associazione Genitori della scuola Di Donato

L’incontro è stato molto utile perché il laboratorio inizia a dialogare con le realtà territoriali che da anni danno il loro contributo al dibattito sui temi del miglioramento qualitativo della vita nel rione Esquilino. Gianluca ci ha illustrato le iniziative che l’associazione ha già portato avanti in merito a temi salienti quali la mobilità, i percorsi pedonali, in particolar modo quelli rivolti ai bambini (attraversamenti sicuri, percorsi verdi, aree gioco, spazi per lo sport, ecc.). Come laboratorio, abbiamo illustrato la nostra mission, le nostre prime attività ed il nostro approccio, condividendo dunque una serie di obiettivi comuni. Il passo successivo sarà quello di visionare in maniera più puntuale le proposte già messe in piedi dall’associazione sia per recepirne eventuali analisi sul territorio, sia per condividerle ed inserirle all’interno di una strategia territoriale complessiva.

2.    Punto della situazione , fine attività a luglio e ripresa a settembre

Abbiamo raccolto le idee in vista dell’imminente pausa estiva, cercando di capire come muoverci da settembre. Vincenzo ha proposto, per chi fosse ancora in città fino a fine luglio, di continuare a riunire i presenti per ordinare e studiare le informazioni raccolte nei questionari e nelle schede di analisi urbana fin’ora compilate, in modo da trovarci più liberi da settembre per continuare la raccolta dati e lo studio dei vari sistemi urbani.

Da settembre poi abbiamo come obiettivo di mettere in piedi una serie di iniziative da fare all’esterno (eventualmente anche in appoggio ad altri eventi nel rione, come suggeriva Gianluca), una per ogni sistema urbano trattato (rifiuti, mobilitià, spazi pubblici, ecc.) in modo tale da raccogliere altri dati sullo stato di fatto ed anche raccogliere idee e proposte da discutere insieme per il progetto di master plan.

 

A fine riunione, Antonia, Niccolò, Maria Grazia e Adriano hanno proceduto a riportare i dati di alcune schede di analisi urbana sulla mappa del rione, in particolare della zona fra piazza Vittorio e via Merulana.

 
18 GIUGNO 2012 - REPORT UNDICESIMO INCONTRO PDF Stampa E-mail

 L’incontro ha avuto come tema quello della ciclabilità, attraverso due presentazioni in powerpoint. L’argomento, è solo una delle componenti dell’insieme più ampio della mobilità, tema complesso che affronteremo dunque cercando di focalizzare sui singolil aspetti per poi ricostruire un quadro generale completo.

Le due presentazioni sono state:

1.    BICICLETTA IN CITTA’ (curato da Patrizia): una carrellata di immagini che introducono al tema della ciclabilità in aree urbane, attraverso esempi esistenti in varie città italiane ed europee. Oltre all’aspetto di pianificazione affrontato paragonando le reti di alcune città, si è poi affrontato il tema della resa spaziale e formale dei percorsi in bici, nonché del tema interessante dell’arredo urbano legato all’uso delle biciclette nel quotidiano.

2.    MOBILITA’ CICLABILE (curato da Vincenzo) volto ad illustrare alcuni studi fatti sull’uso della biciclettà in città e a mostrare il piano della mobilità ciclabile elaborato da Roma Capitale nel 2010, dando anche dei riferimenti normativi in merito alla classificazione delle vie e dei possibili percorsi ciclabili. Si è poi studiato l’impatto di questo piano sul rione Esquilino.

 

Sono emerse una serie di riflessioni già durante queste esposizioni: i dubbi sulla pianificazione comunale sul rione Esquilino ( che sembrerebbe non prevedere una organizzazione dei percorsi legata al quotidiano e all’uso diffuso della bicicletta); l’osservazione legata alla fattibilità reale di questi eventuali percorsi nella maglia viaria dell’Esquilino ( il dubbio sorge nel momento in cui si va ad esempio ad intaccare la larghezza delle carreggiate, immaginando anche le consuete abitudini “malsane” quali per esempio il parcheggio in doppia fila).

Emerge però una opinione abbastanza condivisa: la ciclabilità deve diventare una caratteristica più diffusa, pensando a percorsi ciclabili più “leggeri” che dunque non diminuiscano i parcheggi e che però raggiungano più luoghi del rione tagliati fuori – stando ai documenti fin’ora in possesso – dalla pianificazione del 2010.

 
13 GIUGNO 2012 - REPORT DECIMO INCONTRO PDF Stampa E-mail

 L’incontro ha avuto come tema quello dell’archeologia, attraverso due presentazioni in powerpoint. L’argomento, rilevante per un rione storico come l’Esquilino, è stato affrontato sotto due aspetti:

1.    L’ARCHEOLOGIA DEL RIONE ESQUILINO (curato da Antonia) volto a fare una breve carrellata delle emergenze archeologiche principale del territorio del rione, descrivendone le caratteristiche, la collocazione e la storia.

2.    ESEMPI DI COPERTURE DI AREE ARCHEOLOGICHE (curato da Vincenzo) volto a introdurre la problematica del riuso degli spazi di questi luoghi, attraverso coperture e/o edifici che ne favoriscano un nuovo utilizzo e ne preservino al contempo lo stato materico.

 

A seguito di queste esposizioni è stato deciso insieme di fissare fra due settimane la data della “passeggiata archeologica” volta a vedere da vicino queste emergenze archeologiche, nell’ottica di un dibattito da intraprendere sulle reali possibilità che queste aree archeologiche del rione possono avere in vista di una possibile riqualificazione e dunque riuso.

Vincenzo ha inoltre riferito sull’esito della riunione del Comitato di Piazza Dante tenutosi la settimana scorsa, durante la quale si è parlato di come procedere con la mobilitazione; come laboratorio ci siamo dunque resi disponibili a seguire questa vicenda ed eventualmente a portare il nostro contributo.

 
11 SETTEMBRE 2012 - REPORT TREDICESIMO INCONTRO PDF Stampa E-mail

 Dopo la pausa estiva, la prima riunione per riprendere il filo del lavoro iniziato in primavera. Gli argomenti della riunione sono stati:

1.    Stato di fatto del lavoro di studio del territorio:

Durante la pausa estiva sono state riportate sulla mappa del rione tutte le schede fin’ora compilate. Abbiamo quindi stilato una lista delle vie mancanti (circa una ventina) che dovremo dunque studiare attraverso le schede di analisi urbana, per completare il quadro della situazione.

 

2.    Programmazione per l’autunno

I prossimi tre mesi dovranno essere caratterizzati dal completamento dello studio dello stato attuale del rione, sotto i vari aspetti tematici. A tal proposito dovremo dunque riprendere anche gli appuntamenti delle “pillole di informazione” sui vari sistemi urbani elencati a suo tempo per completare il quadro ed avere dunque in mano sufficienti informazioni per iniziare ad elaborare delle sintesi e soprattutto delle proposte. E’ evidente che la fase di analisi e studio non dovrà prolungarsi oltre il mese di dicembre perché, successivamente, avremo bisogno di dedicarci esclusivamente alla fase di proposta e di comunicazione di queste proposte.

Dovremo organizzare dei piccoli eventi, specie all’esterno, per coinvolgere cittadini ed altri soggetti, sia per raccogliere opinioni e suggerimenti, sia per far conoscere l’attività del laboratorio e ciò che abbiamo prodotto nel tempo.

 

 

 

 

 

 

 

3.    Partecipazione a “ESQUILINDO  2012”

Il Laboratorio Esquilino2020 è stato invitato a partecipare all’iniziativa Esquilindo 2012 che si terra il 29 settembre in piazza Pepe e in particolare alla riunione organizzativa di mercoledi 12 settembre. Abbiamo discusso del tema di quest’anno, “Attacchi d’arte”, e delle possibili iniziative che potremo costruire per partecipare anche come laboratorio. E’ un’occasione importante per intraprendere un dialogo vero con le associazioni del territorio, per farci conoscere e per raccogliere preziosi suggerimenti, osservazioni e consigli dai partecipanti all’iniziativa. Abbiamo dunque concordato di fare le seguenti attività durante l’evento:

o   Tavolino informativo: per illustrare cosa siamo, cosa facciamo, attività già svolte, e per proporre i questionari sul rione ai cittadini. Riproporremo il percorso logico del laboratorio nei vari momenti: !) un frammento della nostra mappa con l’analisi dei luoghi; 2)l’estrapolazione delle caratteristiche positive e negative salienti di quel luogo, le domande; 3) le opinioni e istanze dei cittadini (questionari); 4)le proposte dei cittadini e il confronto (col workshop di seguito spiegato); 5)le proposte “definitive” rielaborate nel laboratorio a seguito della partecipazione e il confronto coi cittadini.

o   Installazione - workshop: attraverso una lavagna magnetica, delle fotografie di alcuni luoghi del rione, delle sagome con immagini e simboli, Un modo intuitivo e divertente per “riprogettare” in modo creativo alcuni luoghi degradati di Esquilino insieme ai suoi cittadini, grandi e piccoli

 
2 GIUGNO 2012 - REPORT NONO INCONTRO PDF Stampa E-mail

 Dopo la settimana scorsa, in cui abbiamo realizzato la nostra prima passeggiata archeologica del rione, di nuovo un incontro “in sede”.

L’incontro è stato caratterizzato da due momenti principali:

1.  Incontro con Gianluca Cantisani, dell’Associazione Genitori della scuola Di Donato

L’incontro è stato molto utile perché il laboratorio inizia a dialogare con le realtà territoriali che da anni danno il loro contributo al dibattito sui temi del miglioramento qualitativo della vita nel rione Esquilino. Gianluca ci ha illustrato le iniziative che l’associazione ha già portato avanti in merito a temi salienti quali la mobilità, i percorsi pedonali, in particolar modo quelli rivolti ai bambini (attraversamenti sicuri, percorsi verdi, aree gioco, spazi per lo sport, ecc.). Come laboratorio, abbiamo illustrato la nostra mission, le nostre prime attività ed il nostro approccio, condividendo dunque una serie di obiettivi comuni. Il passo successivo sarà quello di visionare in maniera più puntuale le proposte già messe in piedi dall’associazione sia per recepirne eventuali analisi sul territorio, sia per condividerle ed inserirle all’interno di una strategia territoriale complessiva.

2.   Punto della situazione , fine attività a luglio e ripresa a settembre

Abbiamo raccolto le idee in vista dell’imminente pausa estiva, cercando di capire come muoverci da settembre. Vincenzo ha proposto, per chi fosse ancora in città fino a fine luglio, di continuare a riunire i presenti per ordinare e studiare le informazioni raccolte nei questionari e nelle schede di analisi urbana fin’ora compilate, in modo da trovarci più liberi da settembre per continuare la raccolta dati e lo studio dei vari sistemi urbani.

Da settembre poi abbiamo come obiettivo di mettere in piedi una serie di iniziative da fare all’esterno (eventualmente anche in appoggio ad altri eventi nel rione, come suggeriva Gianluca), una per ogni sistema urbano trattato (rifiuti, mobilitià, spazi pubblici, ecc.) in modo tale da raccogliere altri dati sullo stato di fatto ed anche raccogliere idee e proposte da discutere insieme per il progetto di master plan.

A fine riunione, Antonia, Niccolò, Maria Grazia e Adriano hanno proceduto a riportare i dati di alcune schede di analisi urbana sulla mappa del rione, in particolare della zona fra piazza Vittorio e via Merulana.

 
18 GIUGNO 2012 - REPORT OTTAVO INCONTRO PDF Stampa E-mail

 L’incontro ha avuto come tema quello della ciclabilità, attraverso due presentazioni in powerpoint. L’argomento, è solo una delle componenti dell’insieme più ampio della mobilità, tema complesso che affronteremo dunque cercando di focalizzare sui singolil aspetti per poi ricostruire un quadro generale completo.

Le due presentazioni sono state:

1.    BICICLETTA IN CITTA’ (curato da Patrizia): una carrellata di immagini che introducono al tema della ciclabilità in aree urbane, attraverso esempi esistenti in varie città italiane ed europee. Oltre all’aspetto di pianificazione affrontato paragonando le reti di alcune città, si è poi affrontato il tema della resa spaziale e formale dei percorsi in bici, nonché del tema interessante dell’arredo urbano legato all’uso delle biciclette nel quotidiano.

2.    MOBILITA’ CICLABILE (curato da Vincenzo) volto ad illustrare alcuni studi fatti sull’uso della biciclettà in città e a mostrare il piano della mobilità ciclabile elaborato da Roma Capitale nel 2010, dando anche dei riferimenti normativi in merito alla classificazione delle vie e dei possibili percorsi ciclabili. Si è poi studiato l’impatto di questo piano sul rione Esquilino.

 Sono emerse una serie di riflessioni già durante queste esposizioni: i dubbi sulla pianificazione comunale sul rione Esquilino ( che sembrerebbe non prevedere una organizzazione dei percorsi legata al quotidiano e all’uso diffuso della bicicletta); l’osservazione legata alla fattibilità reale di questi eventuali percorsi nella maglia viaria dell’Esquilino ( il dubbio sorge nel momento in cui si va ad esempio ad intaccare la larghezza delle carreggiate, immaginando anche le consuete abitudini “malsane” quali per esempio il parcheggio in doppia fila).

Emerge però una opinione abbastanza condivisa: la ciclabilità deve diventare una caratteristica più diffusa, pensando a percorsi ciclabili più “leggeri” che dunque non diminuiscano i parcheggi e che però raggiungano più luoghi del rione tagliati fuori – stando ai documenti fin’ora in possesso – dalla pianificazione del 2010.

 
13 GIUGNO 2012 - REPORT SETTIMO INCONTRO PDF Stampa E-mail

 L’incontro ha avuto come tema quello dell’archeologia, attraverso due presentazioni in powerpoint. L’argomento, rilevante per un rione storico come l’Esquilino, è stato affrontato sotto due aspetti:

1.    L’ARCHEOLOGIA DEL RIONE ESQUILINO (curato da Antonia) volto a fare una breve carrellata delle emergenze archeologiche principale del territorio del rione, descrivendone le caratteristiche, la collocazione e la storia.

2.    ESEMPI DI COPERTURE DI AREE ARCHEOLOGICHE (curato da Vincenzo) volto a introdurre la problematica del riuso degli spazi di questi luoghi, attraverso coperture e/o edifici che ne favoriscano un nuovo utilizzo e ne preservino al contempo lo stato materico.

A seguito di queste esposizioni è stato deciso insieme di fissare fra due settimane la data della “passeggiata archeologica” volta a vedere da vicino queste emergenze archeologiche, nell’ottica di un dibattito da intraprendere sulle reali possibilità che queste aree archeologiche del rione possono avere in vista di una possibile riqualificazione e dunque riuso.

Vincenzo ha inoltre riferito sull’esito della riunione del Comitato di Piazza Dante tenutosi la settimana scorsa, durante la quale si è parlato di come procedere con la mobilitazione; come laboratorio ci siamo dunque resi disponibili a seguire questa vicenda ed eventualmente a portare il nostro contributo.  

 
13 GIUGNO ORE 18,45 - PILLOLA FORMATIVA "ARCHEOLOGIA DEL RIONE" PDF Stampa E-mail

 Proseguono le attività di Esquilino2020, laboratorio di idee per l'Esquilino del futuro. Oltre all'analisi dello stato di fatto del rione, della compilazione di schede di analisi urbana e alla diffusione di questionari dedicati agli abitanti del rione, ecco un nuovo momento formativo inerente un tema importante per Esquilino: le emergenze archeologiche presenti, l'archeologia come memoria comune, come risorsa e potenzialità di Esquilino. L'esposizione di mercoledi servirà a tutti noi di conoscere i numerosi manufatti archeologici presenti sul nostro territorio, in vista di una prossima passeggiata archeologica che organizzeremo a breve per le vie del rione. Vi aspettiamo dunque a via Galiei 57, mercoledi alle ore 18,45.

 
22 MAGGIO 2012 - REPORT SESTO INCONTRO PDF Stampa E-mail

 Causa alcune assenze già note e causa maltempo, allo scorso incontro eravamo in pochi. Abbiamo dunque scelto di rimandare l’approfondimento sul tema delle piste ciclabili.

La novità principale dell’incontro riguarda il fatto che Vincenzo ha allestito, nel luogo dove ci riuniamo di consueto, una grande carta dell’Esquilino in scala 1:1000 sulla quale riporteremo tutte le osservazioni e le rilevazioni che abbiamo fatto fin’ora e che faremo in futuro.

L’idea è quella di creare una sorta di “diario visivo” delle nostre attività, utile non solo a noi partecipanti al laboratorio, ma anche interessante per coloro che passano per via Galilei 57 per i motivi più disparati. In breve, uno strumento di studio – e di memoria – e uno strumento di promozione del laboratorio.

Vincenzo ha inoltre preparato degli adesivi che traducono in immagini, i dati riportati da ognuno di noi nelle schede di analisi urbana: gli adesivi, rappresentanti le tematiche principali della scheda (spazi urbani, edifici, funzioni, persone) serviranno per essere attaccati sulla mappa affissa al muro; in questo modo i dati raccolti potranno essere immediatamente visualizzati e, cosa più importante, la visualizzazione d’insieme di tutte le problematiche ci aiuterà sia nella individuazione dei punti più complessi, sia nell’evitare di isolare le singole problematiche del rione, mantenendo sempre una visione “complessa” d’insieme.

A tal proposito abbiamo accolto l’osservazione di Ugo di evitare di inserire tutte le singole voci della scheda sulla mappa, ma di evidenziare gli elementi più caratterizzanti i singoli luoghi.

Successivamente Antonia e Silvia si sono cimentate ad affiggere i primi adesivi, “traducendo” due schede di analisi urbana. Con questa operazione è venuta fuori la necessità di associare delle note scritte accanto ad alcuni simboli, laddove c’erano delle precisazioni circa il problema evidenziato.

 
8 MAGGIO 2012 - REPORT QUINTO INCONTRO PDF Stampa E-mail

I punti di cui abbiamo discusso sono stati:

1.  1. INDIVIDUAZIONE DEI SISTEMI OGGETTO DEL NOSTRO STUDIO

Vincenzo ha elaborato una bozza di documento col quale ha iniziato ad individuare i sistemi urbani che sarebbe necessario analizzare e sui quali basare le proposte.

Tali sistemi sono stati discussi con l’apporto di considerazioni da parte di tutti: è stato aggiunto il sistema della formazione e cultura, si è messo in evidenza l’interesse anche per le attività economiche di tipo artigianale e turistico, la compresenza di religioni diverse.  Alberto ha proposto anche uno studio più generale rispetto al rapporto del rione e il resto della città, la sua collocazione nel tempo e il ruolo strategico attuale.

2. PRIMA CONVERSAZIONE SU FUNZIONAMENTO AMA

 

Ugo ha esposto le sue prime ricerche in merito al funzionamento dell’azienda che su Roma si occupa del ciclo dei rifiuti, evidenziando procedure generali e anomalie di processo. Si è convenuto insieme di procedere ad un approfondimento, tenendo presente delle proposte avanzate di recente dall’opposizione capitolina in merito al ciclo dei rifiuti; Vincenzo ha proposto di studiare sistemi di funzionamento del sistema raccolta in altre città e capire la possibilità di applicazione alla realta del rione Esquilino.

Non abbiamo avuto il tempo di discutere delle nuove schede portate da Antonia e Maria Grazia  pervenute ieri all’incontro, di cui parleremo al prossimo incontro. A tal proposito, Vincenzo si è impegnato a realizzare degli adesivi da utilizzare come icone (rappresentanti gli argomenti trattati nella scheda di analisi urbana) da inserire sulla planimetria del rione, in modo da realizzare una mappa facilmente leggibile. Inoltre Vincenzo ha portato degli ingrandimenti della suddetta mappa, in modo da poter più facilmente appuntare le osservazioni fatte in loco.

 

 
26 APRILE 2012 - REPORT QUARTO INCONTRO PDF Stampa E-mail

   La Riunione è iniziata con un breve elenco di situazioni di recente evoluzione, riguaLa riunione di ieri ha visto l’inizio di una discussione più di dettaglio, grazie alle schede di analisi urbana portate da Maria Grazia, Adriano e Augusto (altra scheda compilata è quella su via Galilei, fatta da Vincenzo). Ci hanno illustrato le caratteristiche delle vie e i punti ritenuti critici. Riassumiamo di seguito le segnalazioni principali di cui abbiamo discusso:

Maria Grazia e Adriano (via Machiavelli, via Buonarroti, via Ferruccio, via Leopardi, Largo Leopardi) :

·   Fronti stradali sufficientemente integri

·   Carreggiate stradale spesso sconnesse (caratterizzate da precedenti pavimentazioni a sanpietrini, miste a parziali rifacimenti in asfalto)

·   Generale sporcizia dei marciapiedi

·   Tre punti di aggregazione spontanea di immigrati/senzatetto

·   Degrado a Largo Leopardi (le coperte dei senzatetto depositate sulla copertura dell’edificio dell’Auditorium di Mecenate)

·   Negozio “sospetto” su via Leopardi (da approfondire)

·   Illuminazione notturna mediocre (una sorta di penombra), scarsa sui marciapiedi

 

Augusto (via Ludovico di Savoia, via Biancamano, via Sessoriana):

·   Bassa intensità di passaggio di persone e veicoLI

Stato sufficientemente curato delle strade e degli edifici

Punto critico all’uscita delle scuole dell’Istituto religioso delle Suore Carmelitane di Santa Teresa: traffico veicolare, parcheggi in doppia fila, difficoltà di transito

Il lavoro delle schede proseguirà con altre assegnazioni fatte:


Maria Grazia e Adriano: prosecuzione dell’analisi delle vie già assegnate la volta precedente

Augusto: viale Carlo Felice, via Grandis, via Sommelier

Alberto: via Tasso (lato Merulana, S. Giovanni), via Boiardo, viale Manzoni (fra via Merulana e via Emanuele Filiberto)

Lino: via La Marmora + altra via a scelta da comunicare in seguito

Anche Sara ha preso in consegna delle schede, comunicando in seguito le vie prescelte.

Vincenzo si è impegnato a fornire il gruppo con nuovo materiale,sia di schede di analisi urbana stampate, sia di cartografia. Si è infatti convenuto che, per la discussione riguardo alle osservazioni fatte con le schede, sia più utile lavorare suddividendo il rione in mappe ad una scala più facilmente visibile e di dimensioni maggiori.

Inoltre Vincenzo ha proposto di creare una sorta di schema semplificato per riportare tutti i dati raccolti in un unico sistema.

 
17 aprile 2012 - REPORT TERZO INCONTRO PDF Stampa E-mail

 La Riunione è iniziata con un breve elenco di situazioni di recente evoluzione, riguardanti alcuni luoghi del rione fra i quali: Piazza Vittorio e le proposte del comitato, Piazza Dante e le parziali soluzioni riguardanti i parcheggi, l’ex cinema Apollo 11, la caserma di via Sforza. Successivamente si è discusso sulla modalità di approccio al lavoro del laboratorio. I piani di lavoro sono fondamentalmente tre:

-       RACCOLTA DATI: la raccolta dei dati sullo stato di fatto, basandosi sia sulle schede di analisi urbana (da compilare prevalentemente noi), sia sulle opinioni della gente comune, magari con modalità diverse e più semplificate rispetto alla scheda

AMBITI TEMATICI: il lavoro di analisi e di proposta verte su ambiti tematici ben precisi (mobilità, rifiuti, decoro, sociale, ecc.). Questo tipo di lavoro è ad una scala più complessiva, pur basandosi anche sull’esito della raccolta dei dati (che è invece di tipo più particolare). Si è convenuto che quindi si deve iniziare a raccogliere dati generali inerenti le singole aree tematiche, attendendo comunque di poter interagire anche con persone competenti nei vari settori. Intanto Ugo ha preso in carico l’inizio della ricerca nel campo della nettezza urbana e Maria Grazia ha proposto di occuparsi della ricerca sul commercio.

COMUNICAZIONE ESTERNA: è basilare rapportarsi all’esterno per evitare di chiudersi in un lavoro di pochi. E’ per questo che si è proposto di organizzare una prima uscita del laboratorio, esponendo i temi e le finalità. Si è convenuto di rimandare alla prossima riunione la discussione circa la data in cui fare questa uscita. Silvia ha proposto di cominciare una riflessione su come interagire col pubblico.

 SCHEDE DI ANALISI URBANA: si sono assegnate nuove vie per lo studio urbano, e si è deciso di presentare i primi dati già dalla prossima riunione. In allegato una immagine in cui si identificano le aree scelte e i rispettivi responsabili. Attualmente  le persone che hanno dato disponibilità nella raccolta dei primi dati sono:

CARLO, MARIA GRAZIA, DAVIDE E ANTONIA, AUGUSTO, GLORIA

Nell’immagine allegata trovate evidenziate le strade scelte  da ognuno.

 
25 marzo 2012 - REPORT SECONDO INCONTRO PDF Stampa E-mail

L'argomento principale è stato la messa a punto della scheda di analisi urbana da compilare e da far compilare, con la quale iniziare a "mappare" il rione, raccogliendo tutta una serie di informazioni di vario tipo, suddivise per macro-categorie generali: spazi pubblici, edifici, funzioni, persone. Questo tipo di analisi - non unica - sul territorio ha come fine quello di permettere una ricostruzione sufficientemente verosimile dello stato di fatto dei luoghi, attraverso una scomposizione "per layers" delle varie categorie e sottocategorie sopra indicate. Attraverso poi la visualizzazione grafica di questi layers, potremo essere facilitati nell'individuazione di punti particolarmente problematici e dei punti strategici sui quali iniziare ad elaborare delle proposte.

La scheda non è ovviamente uno strumento esaustivo, sia metodologicamente che materialmente: è infatti stato proposto l'utilizzo di strumenti informatici quali ad esempio la messa a punto di un sito di segnalazioni inerente il rione, sul modello di altri già esistenti. In attesa di immaginare una possibile evoluzione di questo tipo di strumenti (che richiederebbe comunque sia una persona responsabile della costruzione sia  un sistema di gestione), si è deciso di partire con la rivelazione delle informazioni e delle impressioni "sul campo", scheda alla mano e coadiuvati da una macchina fotografica.

Successivamente alcuni dei partecipanti si sono proposti per iniziare uno screaning su alcune vie da loro scelte sulla planimetria del rione.

Ovviamente il lavoro di schedatura dev'essere il più possibile diffuso, sia in termini di mappatura del territorio (puntiamo ad avere almeno una scheda per ogni via del rione), che in termini di persone coinvolte, in modalità da definire di volta in volta (email, passaparola, tavolini all'aperto, ecc.).

La scheda, fronte:

 

retro:

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2

Un cantiere di proposte condivise per
immaginare l'Esquilino del futuro
PARTECIPA ANCHE TU!

 

  Scheda fronte

Scheda retro

Abbiamo a cuore 3 cose...

Partito Democratico Circolo Esquilino

Partito Democratico Circolo Territoriale Esquilino

Via Galilei 57 (metro A Manzoni) -  email: pdesquilino@gmail.com

Partito Democratico - Federazione PD Lazio - Federazione PD Roma