22 MAGGIO 2012 - REPORT SESTO INCONTRO Stampa

 Causa alcune assenze già note e causa maltempo, allo scorso incontro eravamo in pochi. Abbiamo dunque scelto di rimandare l’approfondimento sul tema delle piste ciclabili.

La novità principale dell’incontro riguarda il fatto che Vincenzo ha allestito, nel luogo dove ci riuniamo di consueto, una grande carta dell’Esquilino in scala 1:1000 sulla quale riporteremo tutte le osservazioni e le rilevazioni che abbiamo fatto fin’ora e che faremo in futuro.

L’idea è quella di creare una sorta di “diario visivo” delle nostre attività, utile non solo a noi partecipanti al laboratorio, ma anche interessante per coloro che passano per via Galilei 57 per i motivi più disparati. In breve, uno strumento di studio – e di memoria – e uno strumento di promozione del laboratorio.

Vincenzo ha inoltre preparato degli adesivi che traducono in immagini, i dati riportati da ognuno di noi nelle schede di analisi urbana: gli adesivi, rappresentanti le tematiche principali della scheda (spazi urbani, edifici, funzioni, persone) serviranno per essere attaccati sulla mappa affissa al muro; in questo modo i dati raccolti potranno essere immediatamente visualizzati e, cosa più importante, la visualizzazione d’insieme di tutte le problematiche ci aiuterà sia nella individuazione dei punti più complessi, sia nell’evitare di isolare le singole problematiche del rione, mantenendo sempre una visione “complessa” d’insieme.

A tal proposito abbiamo accolto l’osservazione di Ugo di evitare di inserire tutte le singole voci della scheda sulla mappa, ma di evidenziare gli elementi più caratterizzanti i singoli luoghi.

Successivamente Antonia e Silvia si sono cimentate ad affiggere i primi adesivi, “traducendo” due schede di analisi urbana. Con questa operazione è venuta fuori la necessità di associare delle note scritte accanto ad alcuni simboli, laddove c’erano delle precisazioni circa il problema evidenziato.