NOTIZIE DAL MUNICIPIO Stampa
Martedì 19 Aprile 2016 00:00

POLITICHE SOCIALI E COMMERCIO: VOTAZIONI IMPORTANTI NELL'ULTIMO CONSIGLIO DEL MUNICIPIO I

L'ultimo Consiglio del Municipio I Roma Centro ha visto la votazione di due importanti atti. Il primo voto ha approvato il Piano Sociale di zona per il triennio 2016/2018. Attraverso un percorso partecipato da operatori, specialisti del settore e cittadini - fortemente voluto dall'assessore Emiliano Monteverde - il Piano fornisce una guida ragionata allo sviluppo delle Politiche Sociali del nostro territorio, in grado di concentrare le risorse in campo verso obiettivi condivisi, individuati in base ad un’attenta analisi dei bisogni rilevati. Maggiori informazioni sono disponibili sulla pagina internet del Municipio.
Con la seconda votazione il Consiglio Municipale ha dato parere sullo schema di delibera del Commissario Tronca in materia di commercio nella Città Storica. Inizialmente accolta dalla stampa come un provvedimento di tutela delle attività di pregio del centro storico, dopo giorni di studio la Commissione Commercio municipale è arrivata alla conclusione che la delibera presenta in realtà parecchie criticità ed ha quindi condizionato il parere positivo all'accoglimento di una serie di emendamenti.
Con un comunicato stampa Stefania Di Serio e Davide Curcio, consiglieri iscritti al nostro circolo, hanno inoltre sottolineato l'importanza di prevedere misure specifiche per il commercio nel rione Esquilino. Di seguito il testo del comunicato.

DI SERIO-CURCIO: TRONCA PREVEDA MISURE SPECIFICHE PER IL COMMERCIO ALL'ESQUILINO
"Col parere votato oggi il Consiglio del Munic
ipio I Roma Centro ha chiesto al Commissario Tronca di prevedere anche misure specifiche per limitare l'apertura di nuove attività di minimarket e fast-food nel rione Esquilino" è quanto dichiarano in una nota congiunta Stefania Di Serio e Davide Curcio, consiglieri del Municipio I Roma Centro.
"Le modifiche alla delibera 36/2006 non toccano l'Esquilino perché il commercio in questo rione è normato da un'altra delibera, la 10/2009, adottata all'epoca dal Consiglio Capitolino per bloccare il proliferare di show-room e magazzini di abbigliamento. Tuttavia negli ultimi anni anche il commercio all'Esquilino sta cambiando e le principali problematiche ora sono altre.
"Per questo bisogna intervenire con urgenza per bloccare l'apertura di nuovi minimarket e fast-food all'Esquilino. Il processo di revisione della delibera 36/2006 - concludono i consiglieri Di Serio e Curcio - sia l'occasione per rivedere anche la delibera 10/2009."