NEWSLETTER 24-03-2020 Stampa
Martedì 24 Marzo 2020 08:12


MARTEDI' 24 MARZO - ROMA AI TEMPI DEL CORONAVIRUS: CHE FARE?

Strade deserte, negozi chiusi, una città irriconoscibile, un tempo sospeso che non può durare all’infinito. Come sta reagendo Roma all’epidemia che ha reso l’Italia il paese più colpito del mondo dal coronavirus? Ci ripetiamo tutti insieme e tutto il giorno: restiamo a casa. Giusto! Ma quelli che invece una casa non ce l’hanno?
E’ evidente che sia la coesione sociale che la tenuta economica della Capitale stiano subendo delle tensioni sconosciute fino ad oggi. Di fronte a minacce di questo tipo la politica non va in quarantena ma combatte una battaglia quotidiana, rione per rione, strada per strada.
Vogliamo conoscere e concorrere a questo sforzo e per questo abbiamo invitato alcuni dei nostri rappresentanti in Campidoglio e Municipio a discuterne insieme a noi in una assemblea telematica, oggi, martedì 24 marzo, alle ore 18:30.
Per partecipare (fino ad un massimo di 100 persone) basterà collegarsi all'ora dell'evento e cliccare qui, si aprirà una pagina che vi  permetterà di installare l'applicativo richiesto e quindi vi collegherà alla video conferenza. Se avete problemi a collegarvi potete contattare Niccolò Camponi: 347.5967199.
Interverrano:
Sabrina Alfonsi, Presidente Municipio Roma I Centro
Valeria Baglio, Consigliera Roma Capitale
Emiliano Monteverde, Assessore alle Politiche Sociali del Municipio Roma I Centro
Davide Curcio, Presidente del Consiglio Municipio Roma I Centro
Stefania Di Serio, Vice Presidente Commissione Abusivismo Commerciale e Sicurezza Municipio Roma I Centro

Roma e Coronavirus

 


CORONAVIRUS. RIORGANIZZATI I SERVIZI SOCIALI DEL PRIMO MUNICIPIO

Di fronte a nuove domande e bisogni, il Municipio Roma I Centro ha cercato, insieme alla Direzione sociale e alla Commissione, di costruire risposte adeguate.
Di seguito i principali punti di intervento illustratati dall'Assessore alle Politiche Sociali Emiliano Monteverde:
- Riconvertite le attività dei Centri per anziani Fragili non autosufficienti, del Centro Alzheimer e delle attività di gruppo per le persone con disabilità, in servizi di cura alle persone che rimangono a casa, come ad esempio l'acquisto e la consegna di generi di prima necessità quali generi alimentari o farmaci, la consegna a domicilio dei pasti, l'accompagnamento a visite mediche non rinviabili e ancora supporto telefonico e disbrigo di pratiche,
- I servizi di assistenza domiciliare alle persone con disabilità, anziani e minori, che interessano oltre 700 persone nel nostro territorio, proseguono, ma per coloro che chiedono di non ricevere persone in casa, seppur nel rispetto di tutte le regole previste dai decreti governativi, sono state attivate modalità di assistenza leggera nelle forme descritte sopra,
- Attività rivolte ai minori. Il centro di aggregazione giovanile di via Boezio e il centro Matemù proseguono le attivita' e i suoi corsi in modalita' on line, in collegamento con i ragazzi iscritti. Così il progetto Multiforme, attivo nelle scuole, prosegue le sue attivita'garantendo in tal modo la continuita' per i casi già individuati. Si sta valutando anche la rimodulazione delle attività delle ludoteche, dei Poli multiculturali e del centro famiglie. Per una diversa modalità di attivazione degli ex Aec (sostegno scolastico per persone con disabilità) si è in attesa di un accordo tra comune, cooperative e organizzazioni sindacali,
- I cittadini potranno contattare lo Sportello di Segretariato Sociale del Municipio utilizzando il telefono e la posta elettronica, nelle giornate di lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00, chiamando il numero 06 69601665 o inviando una mail all'indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
- Grazie alla collaudata collaborazione con le Acli per il Taxi Sociale, è stato attivato il servizio di consegna della spesa per le persone fragili over 70. Il servizio prevede anche, per due giorni la settimana, la possibilità di contattare un numero telefonico per riceve assistenza psicologica e sostegno da professionisti volontari delle Acli,
- I due centri di accoglienza per le persone senza dimora del Piano freddo, il Centro S. Anna di Via Guicciardini e quello in Via Sabotino, resteranno aperti con una proroga fino a maggio, con l'estensione della modalità di accoglienza alle 24 ore, permettendo cosi' agli ospiti di rimanere nella struttura tutto il giorno.

Tutte le attività sociali del terzo settore attive nel terrirorio possono essere viste sul sito www.primomunicipioroma.com alla voce solidarietà.