Partito Democratico Circolo Esquilino
Aggiungi il sito ai tuoi preferitiAggiungi pagina ai tuoi preferitiScegli come HomepageStampa questa paginaCondividi questa paginaSalva in PDFInvia questa pagina via mail

Sostieni la politica pulita. sostieni il Circolo Esquilino

I SONETTI DI GLORIA

STO GOVERNO

Me pare loffio e puro inconcrudente.
Penseno solo a tirà a campà,
restà su le portrone , ar Presidente,
senza affrontà le vere gravità.

Più d’un mese de chiacchere su gnente,
Letta me pare un quaquaraquà.
Tentenna, ammicca, è vago. Inconcrudente:
in preda ar pidielle sta a abbozzà.

Le larghe intese ciànno già fregato
Co Monti, la Fornero. E mo ch’avemo
rifatto l’elezzioni er risurtato

è che diciotto mesi aresteremo
in mano a sto ridicolo mercato
cor piddì a lo sbando e a lo stremo.

2013   Gloria Gerecht

 

Tante storie, un'anima

  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow

EsquiliNotizie del 27/06/2010 PDF Stampa E-mail
Martedì 29 Giugno 2010 21:06

Care amiche e cari amici del rione,

sembra che l’estate stenti ad arrivare in questo difficile anno: crisi economica, crisi sociale, disoccupazione, dissesti finanziari dei paesi, crisi ambientale, crisi politica. Siamo davvero preoccupati. Tuttavia siamo anche convinti che una società che favorisca la partecipazione alla “cosa pubblica” e alla vita civile nel senso più ampio, come anche il controllo delle attività amministrative, abbia maggiori opportunità di crescita e di sviluppo e comunque maggiori energie per uscire dalla crisi.

Occorre però assumersi delle responsabilità individuali ancora prima che collettive e queste, se all’inizio sembreranno un po’ gravose e faticose, a medio e lungo termine porteranno certamente benefici a noi come singoli cittadini e a tutta la collettività della quale facciamo parte.

Su questo tema ci sono alcune cose da dire, in relazione alle indicazioni date dal Sindaco Alemanno esattamente nel senso contrario, nel corso del recente incontro “semiclandestino” che si è tenuto nei giorni scorsi con alcune realtà dell’Esquilino. Ne parliamo più avanti.

Abbiamo molti temi da discutere in questo numero, dal compleanno della “Casa del Freddo” Fassi (130 anni portati splendidamente), alla campagna contro gli impianti pubblicitari abusivi; dall’apertura del cinema all’aperto a piazza Vittorio alla sfida al megaparcheggio sulla stazione Termini; dalla nuova giunta nel I Municipio alle molte iniziative che ci avete comunicato nei giorni scorsi.

Iniziamo però come al solito con la nostra rubrica di commento agli articoli della Costituzione della Repubblica Italiana. Con il numero di oggi pubblichiamo l’articolo, 9 straordinariamente attuale alla luce dei suicidi tagli alla cultura contenuti nella manovra finanziaria. La cultura è l’anima di un paese: vorremmo che l’Italia fosse sempre più nota per i suoi teatri, i suoi musei, la sua musica, o per un premio Nobel piuttosto che per Totti e la Canalis.   

Costituzione della Repubblica Italiana

 

 

Art. 9: La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.

Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.

Nell’articolo 9 della Costituzione troviamo sanciti due principi fondamentali: la promozione e lo sviluppo della cultura e della ricerca e la tutela del paesaggio e dei beni culturali. Nell’articolo è stata rinvenuta la “Costituzione culturale”  della Repubblica, proprio perché riguarda la formazione intellettuale dell’individuo e investe settori quali la cultura, la ricerca, il paesaggio, il patrimonio storico e artistico che rappresentano tanti aspetti di una realtà sostanzialmente unica

Il commento è cura di Silvia Vitelli, Associazione Giovani per la Costituzione – www.giovaniperlacostituzione.it

 

 

SINDACO O PODESTA’?

Il Sindaco Alemanno è stato all’Esquilino, invitato da un’associazione a lui vicina politicamente, e questo ci sembra normale (comunque grazie all’amico Tripodi per averlo portato qui). Meno normale ci è sembrato invece che non ci sia stata pubblicità all’evento, forse per non avere troppi contestatori presenti.

A margine dell’incontro, che ha anche proposto un paio di interventi interessanti, soprattutto sul tema dei possibili rapporti tra camorra napoletana e mafia cinese per favorire l’approdo e la distribuzione di manufatti, vogliamo condividere qualche commento, chiedendo ai lettori eventualmente presenti di farci avere il loro parere:

-      Il sindaco dovrebbe incontrare i cittadini, non solo i suoi simpatizzanti, dal momento che i problemi dell’Esquilino sono i problemi di tutti coloro che vi abitano;

-      Molte delle difficoltà presentate nel corso della riunione sono reali e sono talvolta state sottovalutate in passato, e quindi è bene che si intervenga. Bisogna vedere come.

-      Molti dei problemi presentati sono di competenza assolutamente municipale: chiedere al Sindaco di far ridipingere le strisce pedonali dimostra come manchi la cinghia di trasmissione rappresentata dall’attività sul territorio dei consiglieri municipali. Esiste il rischio di spostare tutto a livelli superiori, con perdita di controllo e di riferimenti reali;

-      Ci hanno preoccupato i toni di alcuni interventi che erano francamente al limite della richiesta di pulizia etnica nei confronti dei cittadini di origine straniera del nostro rione. Per fortuna una minoranza, ma non troppo marginale;

-      Abbiamo apprezzato le critiche aperte che simpatizzanti del centrodestra hanno rivolto al Sindaco: l’onestà intellettuale di segnalare promesse mancate (“in due anni e mezzo non è stato fatto nulla”, “è peggio di prima”) e la pochezza di progetti (“non esiste un progetto per Esquilino”; “la sinistra ha realizzato progetti che consideriamo fallimentari, ma ha fatto un sacco di cose per il rione”) al “proprio” personale politico è un buon segno, e talvolta la sinistra dovrebbe imparare a fare altrettanto;

-      Davanti a tante lamentele e a tanto vuoto di progetti (tra gli altri l’attività di mediazione, di reciproca conoscenza e di integrazione dei cittadini immigrati), la prima cosa reale che è emersa sono i famosi tre milioni di euro trovati nelle pieghe di vecchi bilanci che possono essere spesi nel nostro rione. Entro qualche mese occorre decidere come e dove, e il delegato del Sindaco per il Centro Storico On. Gasperini ha promesso nuovamente che il progetto verrà discusso con la cittadinanza (speriamo non soltanto con i soliti noti), ha consegnato una bozza di delibera, e certamente si potrà dare un contributo. Apprezziamo l’approccio e saremo vigili.

-      Abbiamo lasciato per ultimo il punto che riteniamo più importante: il Sindaco ha ribadito, come fatto in altre sedi, che vuole dividere la città in 400 aree, che verranno affidate a dei non meglio specificati “controllori” che dovrebbero occuparsi (da quanto si è capito) di verificare i problemi presenti sul territorio (buche, scritte sui muri, etc) ed attivare speciali squadre di manutenzione. Costo dell’operazione: 10 milioni di euro!!  DIECI MILIONI DI EURO! Vediamo: 400 persone pagate, non si sa con quale preparazione e competenza, divise per 19 municipi fanno 21 per municipio. Considerando che il I Municipio non è certo quello più grande e popolato e ha molti rioni, possiamo immaginare che ci toccheranno al massimo un paio di controllori. Crediamo che i controllori AMA, quelli ATAC, quelli dell’ACEA, quelli del decoro urbano, la Polizia Municipale (ma non dovrebbero esserci i vigili di quartiere e il poliziotto/carabiniere di quartiere?) etc. già presenti sul territorio potrebbero essere più che abbastanza, se funzionassero bene, fossero coordinati e si parlassero tra di loro, se ci fosse un colloquio con la struttura amministrativa del I municipio, se ci fosse la volontà e la capacità di intervento delle strutture operative a monte delle loro segnalazioni. I 400 superuomini di Bertolasiana memoria (ricordate lo scandalo della protezione civile) temiamo siano una trovata demagogica che è solo un costo in più.                                               

-      Ma poi c’è un fatto molto più preoccupante sul quale vi invitiamo a riflettere: c’è un’idea alle spalle di questo progetto, l’idea che i cittadini non devono partecipare e che le amministrazioni di prossimità, regolarmente e democraticamente elette – i Municipi – non devono avere alcun ruolo, soprattutto se si tratta di avversari politici. Nel Primo Municipio abbiamo un Presidente e una maggioranza che stanno provando a governare, in condizioni molto difficili anche per incomprensibili e inaccettabili dinamiche interne. Li abbiamo votati e abbiamo il diritto di vederli all’opera senza che vengano penalizzati finanziariamente e amministrativamente. Già la nomina di un delegato del Sindaco al centro storico, alter ego e opposto al Presidente Corsetti, può essere letta come commissariamento del voto dei cittadini.

-      Visto nell’insieme, è un progetto, una visione del rapporto con i cittadini che tende a escluderli dalla partecipazione attiva e responsabile alla cosa pubblica riconoscendo loro solo il ruolo di “lamentatori”, ad allontanarli dal governo del territorio rappresentato dalle amministrazioni municipali (che, guarda caso, contestualmente si propone di ridurre nel numero) che sono il tramite tra il Comune e i singoli cittadini, il passaggio fondamentale che collega la società civile, come individui e organizzazioni, alla politica. Un progetto che tende ad allontanarli anche dalle attività di controllo e di verifica organizzata, che sono un elemento fondamentale di un corretto assetto democratico. Centralizzare tutto e tenere tutto sotto controllo, con un uomo solo al comando al quale chiedere aiuto quando le cose non vanno, in occasione degli incontri periodici che concederà generosamente.

-      Nel prossimo incontro già programmato con il Sindaco il 27 luglio, occorre che partecipiamo numerosi per ascoltare le cose che avrà da dire ma anche per mettere civilmente in discussione questo inaccettabile attacco alla partecipazione attiva dei cittadini mascherato da “buoni propositi amministrativi”.    

 

L’ESQUILINO COME PALERMO?  QUANDO I SOLDATI PER LE STRADE?

Lascia stupiti e preoccupati la dichiarazione fatta dal Sindaco Alemanno contro il nostro rione: «È come in Sicilia - dice il sindaco, annunciando una richiesta al Prefetto di convocazione urgente delle forze dell'ordine - Serve una forte presenza dello Stato» anche contro «il pericolo di infiltrazioni mafiose».

Come riportato nell’articolo precedente, uno degli interventi più interessanti ascoltati durante l’incontro con il Sindaco all’Hotel Napoleon è stato quello di un cittadino che ha sottolineato le connivenze tra camorra e mafia cinese e ha messo in evidenza come gli interventi contro questa evenienza siano di competenza dei servizi segreti, del Ministero dell’Interno, della Guardia di Finanza, dei Carabinieri, dell’Interpol, etc. Non del Sindaco. Al Sindaco si chiede - e siamo certi che Alemanno lo farà – di richiedere con forza l’attivazione delle indagini e di collaborare nell’ambito delle sue competenze.

Cose analoghe, e molto più gravi, accadono a Prato, la “capitale” dell’immigrazione cinese in Italia: è un fenomeno diffuso che deve essere affrontato a livello nazionale e internazionale. Per approfondire, potete dare una letta all’articolo comparso sul Corriere della Sera il 27 giugno. (http://www.corriere.it/cronache/10_giugno_27/Sicari-tangenti-e-affari-a-Chinatown-I-tre-omicidi-che-scuotono-prato-dario-di-vico_e797a1b6-81c0-11df-98f9-00144f02aabe.shtml)

Sabato 19 giugno, il quotidiano romano “Il Tempo” ha pubblicato un articolo dal titolo: “All’Esquilino calano i reati”. Già recentemente le statistiche ufficiali avevano indicato il nostro rione come quello con il minor indice di criminalità di tutto il I Municipio.

Parlare di Esquilino come se fosse un luogo assediato dalla mafia come Palermo, dove si respira criminalità organizzata ad ogni passo, dove il controllo del territorio è totalmente in mano a bande organizzate di assassini, è sbagliato e falso. Come anche a Palermo, d’altronde, abbiamo bisogno di buona amministrazione, di decoro, di lotta al degrado, di interventi e servizi sociali, di pulizia migliore e di verde pubblico agibile anche dai bambini e dalle famiglie. E questo non lo fanno i soldati che qualcuno vorrebbe vedere nelle strade o cento carabinieri in più, lo fanno il sindaco, gli assessori e il Municipio, a secondo le competenze. Abbiamo bisogno di progetti che favoriscano la mobilità e la vivibilità del nostro rione, che attraggano investimenti (non c’era un patto che avrebbe dovuto favorire l’insediamento di attività commerciali “italiane”? E le insegne per i negozi cinesi?), che favoriscano la conoscenza e gli scambi tra culture diverse che ormai da anni vanno a scuola insieme. Riordinare la viabilità e le piazza, riaprire il teatro Ambra Jovinelli ed il Cinema Apollo (di proprietà del Comune), ridare spinta a istituzioni culturali per aprire grandi edifici oggi chiusi, come in via Giolitti, e che sarebbero utilissimi per togliere i ragazzi dalla strada.

Signor Sindaco, meno soldati e più vigili, meno allarmi generici e più buona amministrazione. Faccia il Sindaco, l’apprezzeremo moltissimo. Grazie.

 

NO AI CARTELLONI ABUSIVI: APPELLO ALLA FIRMA DELLA DELIBERA DI INIZIATIVA POPOLARE

La raccolta di firme per la delibera di iniziativa popolare contro l’attuale normativa sugli impianti pubblicitari che ha portato in pochi mesi all’invasione, inconcepibile per una città civile, di cartelloni dappertutto, è entrata nel suo ultimo mese.

Il Comitato promotore (che comprende tra gli altri Cittadinanzattiva, la Rete Romana di Mutuo Soccorso, il Coordinamento dei Residenti della Città storica con le sue associazioni, il blog Cartellopoli, e tanti altri in tutta Roma, lancia l’appello a tutti i cittadini romani affinché si attivino per apporre la propria firma.

Per verificare di persona in che stato è ridotta la nostra città, vi invitiamo a collegarvi a www.cartellopoli.com e a guardare le immagini. Il fenomeno è così macroscopico e grave che è apparso anche sull’ultimo numero de “L’Espresso”, e numerosi articoli sono comparsi sulle pagine locali di Repubblica, Corriere della Sera, Messaggero, etc.

Non si tratta solo di un problema di estetica e di decoro: è prima di tutto una questione di SICUREZZA e LEGALITA’:

-      La sicurezza per i pedoni e gli automobilisti, messa in pericolo dai cartelloni che assediano marciapiedi, incroci, spartitraffico, uscite di sicurezza della metropolitana, parchi pubblici e zone vincolate. Alcuni “cartellonari” hanno addirittura divelto gli impianti parapedonali a protezione dell’uscita dalle scuole per installare i loro impianti abusivi (che non sono stati rimossi).

-      Il ripristino della legalità nell’ambito delle procedure di autorizzazione e di installazione degli impianti. Parliamo di decine di migliaia di cartelloni abusivi o illegali nelle nostre strade, anche all’Esquilino e nel I Municipio, che le associazioni che promuovono la delibera, e in particolare VAS (Verdi, Ambiente e Società) stanno denunciando massicciamente alle autorità comunali da mesi, praticamente senza alcun intervento apprezzabile da parte delle autorità e istituzioni preposte.

Il 23 giugno è stata lanciata l’iniziativa “NO CARTELLONE DAYS” che vedrà iniziative pubbliche – talvolta con la presenza di volti noti: ha già partecipato l’attore di teatro e televisivo Luigi Diberti – in tutti i Municipi per segnalare e denunciare i casi più clamorosi ed emblematici.

Vi invitiamo perciò a sostenere questa campagna di legalità e civiltà e firmare numerosi. Potete trovare in allegato e sul nostro sito www.esquilinotizie.org i contatti dei referenti per ogni municipio di Roma e i luoghi nei quali è possibile recarsi a firmare.

Per Esquilino il contatto è Roberto Crea:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , ma potete recarvi a firmare anche al negozio “Tagliati per il Successo” in via Buonarroti 23 angolo via Ferruccio durante l’orario di apertura, e presso la sede de “Il Cielo sopra Esquilino” in via G. Galilei 57 il mercoledì dalle 19 alle 20.

Nei prossimi giorni troverete anche un banchetto all’entrata del cinema all’aperto in Piazza Vittorio. Se qualcuno volesse dare una mano….

Abbiamo tempo solo fino al 20 luglio!

 

STAZIONE TERMINI E NON SOLO

Il Comitato Giulemanidatermini, nato per contrastare il progetto di costruzione di un nuovo megaparcheggio sopra i binari della Stazione Termini, sta proseguendo l’attività di diffusione della mostra itinerante che racconta i numeri e la storia del progetto ed individua idee alternative di mobilità e di gestione del traffico e dei trasporti urbani e di raccolta di firme all’appello-documento. Attraverso la partecipazione a numerosi appuntamenti cittadini ed il collegamento con altre realtà cittadine che si stanno mobilitando su tematiche analoghe (la Rete Romana di Mutuo Soccorso, il Comitato anti PUP, l’associazione C.A.L.M.A, il Comitato “SanLorenzo Cambia”, Cittadinanzattiva, il Comitato “Progetto Celio” che si occupa, tra l’altro della questione della Metro C sotto il Centro Storico, solo per citarne alcuni) sono state già raccolte oltre 500 firme e, specialmente, si sta operando una campagna di informazione, visto che del progetto PIASTRA, che pure ci riguarda direttamente, solo in pochi sono al corrente.

Il prossimo appuntamento è previsto per mercoledì 1 luglio, nel corso della manifestazione indetta in piazza San Marco dalle ore 17 alle 20, organizzata da C.A.L.M.A.per chiedere l’azzeramento della figura del Commissario per la mobilità della città di Roma, inutile per migliorare la mobilità, utile invece per finanziare interventi (ed appalti) e deroghe alle norme urbanistiche senza l’ascolto e la partecipazione  della cittadinanza.

 

 

APRE LA NUOVA SEDE DI “ORIENTALIA”, LIBRI E CAFFE’

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

 

“Siamo lieti di invitarla all'inaugurazione di Orientalia Libri e caffé, la sede della Libreria Orientalia dedicata al Giappone e alla Corea, che si terrà giovedì 1 luglio in Via Giovanni Giolitti 321 a partire dalle ore 18,00.

Per l'occasione Nobushige Akiyama, artista e scultore giapponese, esporrà alcune sue opere in carta kozo.

Nella speranza di incontrarla gradiremmo ricevere conferma della sua presenza.

Andrea Marcelloni”

 

Libreria Orientalia s.n.c.

Via Cairoli, 63

Tel. +39 06 4464956

Fax +39 06 44362693

Via G. Giolitti 321

Tel/Fax +39 0644362563

00185 Roma - Italy

www.orientalialibri.it

 

 

CORTILE POLIZIA

Segnaliamo nuovamente che, benché sollecitati da numerosi cittadini e dal blog “Degrado Esquilino”, gli uffici della Polizia Di Stato siti in Piazza Vittorio non hanno ancora risposto in merito agli strani manufatti azzurri comparsi sul tetto della palazzina in ristrutturazione all’interno del loro cortile che si affaccia su via Mamiani.

Si parla di “torri di raffreddamento” per laboratori biologici di servizio alla struttura sanitaria e di analisi cliniche che sarebbe presente nella palazzina.

Siamo stati informati che Cittadinanzattiva – Assemblea di Roma Centro sta inviando una richiesta formale di chiarimenti al responsabile della struttura per avere chiarimenti.

Vi terremo informati.

 

 

GIUNTA I MUNICIPIO

Ecco la nuova giunta municipale dopo la crisi dovuta a curiose dinamiche interne alla maggioranza che hanno indotto il Presidente Corsetti a ritirare tutte le deleghe e a rifare la squadra.

I nuovi assessori identificati – seppur al momento ancora senza deleghe formali – sono: Laura Pastore, Emiliano Pittueo, Yuri Trombetti e Salvatore Alfano.

Speriamo che duri un po’ e che agisca in modo efficace nell’ambito delle sue competenze.

Segnaliamo anche che Sefania di Serio (PD) è la nuova entrata dell’Esquilino in consiglio municipale! Congratulazioni! Contiamo su di te.

 

 

BERSANI ALL’ESQUILINO

Il 1 luglio il segretario del PD Bersani incontrerà alle 17 passerà a visitare il Polo Intermundia presso la scuola Di Donato e poi farà tappa in piazza Vittorio per incontrare i cittadini e per conoscere da vicino esperienze e modelli di integrazione messi in pratica all’Esquilino e per discutere dei problemi e delle difficoltà del rione.

 

 

CONTRO IL BAVAGLIO ALL’INFORMAZIONE IL 1 LUGLIO IN PIAZZA NAVONA

La Federazione Nazionale della Stampa Italiana invita a partecipare dalle 18.00 a piazza Navona alla manifestazione contro la cosiddetta “legge Bavaglio”.

 

130 ANNI DI FASSI

Tanti auguri al Palazzo del Freddo, alla famiglia Fassi e a tutti i lavoratori della famosa gelateria! 130 anni portati benissimo (sarà il freddo?). Continuate così e ci vedremo spesso.

 

 

CINEMA A PIAZZA VITTORIO

Per fortuna anche quest’anno abbiamo il cinema all’aperto in Piazza Vittorio. Si tratta di una rassegna sempre interessante con l’aggiunta, questa volta, di interessanti incontri con i protagonisti del cinema italiano.

Senza polemica, diciamo ai nostri amministratori che il famoso controllo del territorio lo fanno soprattutto i cittadini che popolano le strade e le piazze, rendendole più sicure, grazie ad iniziative come questa.

Per comodità vi offriamo il link alla programmazione di giugno e luglio: http://www.agisanec.lazio.it/sezioni.asp?modulo=categoria&catID=422

 

Ci vediamo al cinema!

PS.

Potrete anche trovare qualche sera il banchetto per le firme a sostegno della delibera di iniziativa popolare contro lo scandalo degli impianti pubblicitari abusivi che hanno invaso Roma e a sostegno dell’appello del Comitato Giulemanidatermini. Firmate numerosi.

 

 

UN INVITO A NON GIRARSI DALL’ALTRA PARTE

Riceviamo da Simonetta e pubblichiamo ringraziandola per il messaggio e la tua riflessione civile

 

“Buongiorno. Mi chiamo Simonetta S. e vi vorrei solo rendere partecipi di uno spiacevole inconveniente a cui ho partecipato recentemente. Mi trovavo sotto la metro e all’uscita a Piazza Vittorio mi hanno fermata i controllori. Ho mostrato il biglietto, ma nel frattempo un ragazzo di colore vicino a me veniva spintonato e insultato. Sono intervenuta prendendo il nome del controllore, ma questo, a sua volta, ha iniziato a darmi della stronza e mi ha intimato di andarmene. Salita in superficie ho contattato la polizia, ma una volta scesa con loro, il signor controllore ha riferito che ero stata io ad averlo insultato, e la cosa più triste è stata che i suoi colleghi lo hanno confermato.

Ora, a parte il mio risentimento personale, vorrei spiegare che il ragazzo di colore è stato insultato perché non era capace a scrivere e quindi ad apporre la sua firma sul verbale che gli era stato fatto. Badate bene, non perché non avesse il biglietto, ma perché non aveva il documento!!!

Vi vorrei solo chiedere, cari amici del rione, di non tirare avanti quando vedete queste scene di razzismo ma di registrare con il cellulare la scena per avere le prove di quello che sta avvenendo. Io purtroppo non l’ho fatto e mi sono dovuta arrendere davanti alla falsità ed alla omertà di queste persone che stanno svolgendo un servizio pubblico.

Vi ringrazio per l’attenzione

Simonetta

 

 

IL GIARDINO TRA LE RIGHE: SERATE CULTURALI TRA LE VOLTE

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

 

L'Associazione Culturale TRAleVOLTE è lieta di invitarVi alla manifestazione

 "Il Giardino tra le righe"

Incontri di lettura, musica e cinema nel Giardino della Scala Santa

a cura di Francesco Tarquini con la collaborazione di Fiorella Magrin

letture di Vittorio Viviani

interventi musicali dello "Skatò" Saxophone Quartet

Giovedì 1, 8 e 15 luglio 2010 (progamma in allegato a questo notiziario e sul sito dell’associazione)

Ingresso libero dalle ore 19

Inizio letture  ore 19,30

Piazza di Porta San Giovanni n. 10

 

ESTATE ROMANA 2010

La manifestazione è realizzata con il sostegno del Comune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione

 

Associazione Culturale TRAleVOLTE

Piazza di Porta San Giovanni, 10

00185 Roma

Tel e fax 0039 06 70491663

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.tralevolte.org

 

 

UN LAVORO FATTO BENE, PUR CON QUALCHE DISAGIO

Il nuovo percorso tramviario delle linee 5 e 14 con il capolinea a Termini è un esempio di come si possa lavorare bene nella risistemazione di parti della città.

Ora il tocco finale: riprendiamo dal Corriere della Sera la notizia che inizieranno mercoledi' prossimo, 30 giugno, i lavori di rimozione dei vecchi binari del tram in via Gioberti dopo il completamento del nuovo percorso delle linee 5 e 14 su via Farini e via Manin. Gli operai saranno al lavoro per l'intero mese di luglio e la strada non verra' chiusa al traffico. Le lavorazioni procederanno per fasi, iniziando dal tratto compreso tra via Farini e via Principe Amedeo. Lo comunica Roma servizi per la Mobilita'. Successivamente il cantiere avanzera' nel tratto compreso tra Principe Amedeo e via Amendola; poi tra via Amendola e via Giolitti e in ultimo in via Giolitti, dove verranno rimossi i binari tra via Gioberti e via Manin. Ogni fase comportera' un restringimento della carreggiata, ridotta a una corsia accessibile a tutti i veicoli.

 

 

MUSICOTERAPIA

Riceviamo da Alessandra e pubblichiamo, sperando che qualcuno possa essere interessato

“Carissimi,

vi allego questa brochure e se pensate possa interessare o essere utile a qualcuno che conoscete, per favore giratela.

 

Grazie mille

un abbraccio

Alessandra”

LA BROCHURE è DISPONIBILE IN ALLEGATO E SUL SITO WWW.ESQUILINOTIZIE.ORG

 

________________________________________________________

OLTRE ESQUILINO

 

 

MEDICI PER I DIRITTI UMANI SUI RICHIEDENTI ASILO E I RIFUGIATI

Riceviamo e pubblichiamo con piacere, invitandovi a partecipare

CONVEGNO E TAVOLA ROTONDA

promosso dalla Rete di Tutela dei Rifugiati Afgani

RICHIEDENTI ASILO E RIFUGIATI A ROMA
Per una nuova politica dell'accoglienza
LA "QUESTIONE OSTIENSE" OLTRE L'EMERGENZA 

MERCOLEDI 30 GIUGNO 2010 H. 15
SALA DELLA PACE, PALAZZO VALENTINI, VIA IV NOVEMBRE,119/A ROMA 

IN ALLEGATO IL PROGRAMMA


 

La salute è un diritto di tutti. Nessuno escluso.
Medici per i Diritti Umani onlus
www.mediciperidirittiumani.org
Sede: 
Via Tiburtina 1325, 00131 Roma

 

 

 

1 LUGLIO IN PIAZZA A ROMA PER LA MOBILITA’

Riceviamo da Vito de Russis dell’Associazione Diritti dei Pedoni (www.assopedoni.it)e pubblichiamo con piacere

“L’associazione Diritti dei Pedoni aderisce all’iniziativa, promossa da C.A.L.M.A., che si svolgerà giovedì 1 luglio dalle 17 alle 20 in Piazza San Marco (Piazza Venezia), a tutela della vita dei pedoni, per il diritto alla salute (contro l’inquinamento atmosferico da traffico e a quello acustico), per una mobilità sostenibile, per la legalità, per l’attuazione della Carta Europea dei Pedoni, e contro i poteri attribuiti dal 2006 al Sindaco in qualità di Commissario straordinario per la mobilità, incarico che comporta la possibilità di intervenire in deroga alle norme urbanistiche e di impedire il dibattito e la partecipazione della cittadinanza a scelte importanti per la vivibilità e il futuro della città”

 

Vi invitiamo a partecipare numerosi.

 

 

________________________________________________________

NOTIZIE MIGRANTI

Dall’amico Sergio Briguglio riceviamo due importanti comunicazioni

 

1)   Decreto Mininterno test italiano per carta di soggiorno

Cari amici,
alla pagina 
http://www.stranieriinitalia.it/briguglio/immigrazione-e-asilo/2010/giugno/decr-interno-4-6-2010.html 
troverete il testo del Decreto del Ministro dell'interno 4 Giugno 2010, relativo al test di italiano per il rilascio del permesso CE per soggiornanti di lungo periodo.
Il decreto esonera dal test, in modo opportuno, i soggetti che per eta' o patologie non siano in grado di apprendere la lingua.

 

2)   alla pagina http://www.stranieriinitalia.it/briguglio/immigrazione-e-asilo/2010/giugno/manuale-normativa-9.html troverete la versione aggiornata al 30/4/2010 dei miei appunti ("manuale"?) sulla normativa. Ho tenuto conto, in deroga alla data limite indicata, anche della sentenza della Corte Costituzionale n. 187/2010 (v. ultimo messaggio).

 

Alla pagina http://www.stranieriinitalia.it/briguglio/immigrazione-e-asilo/2010/giugno/sinottico-normativa-22.html troverete il quadro aggiornato della normativa (l'unica modifica apportata rispetto all'edizione precedente consistendo, appunto, nell'indicazione dell'effetto della sentenza della Corte su art. 19, co. 80 L. 388/2000).

 

Cordiali saluti

sergio briguglio

 

________________________________________________________

FUORI ORARIO!!!!

 

CAMMINATA CON STALKER

Mannaggia, ci spiace proprio non essere riusciti a promuovere in tempo questa passeggiata. Mannaggia!!

Ma l’idea ci è così piaciuta che la pubblichiamo lo stesso per avvicinare i nostri numerosi lettori a questo tipo di attività che continuerà, ci auguriamo, alla fine dell’estate

 Camminata pubblica di due giorni e una notte di luna piena, discendendo le pendici dei colli albani fino al mare.

Si attraverseranno l'emissario sotterraneo del lago di Nemi, i pascoli sardi di Lanuvio, le industrie della cassa del mezzogiorno e le urbanizzazioni costiere.

La sera intorno al fuoco si ascolteranno le storie degli abitanti di una terra in bilico tra pastorizia e nuova metropolizzazione e le esperienze di transurbanza condotte dagli studenti del Corso di Arti Civiche della Facoltà di Architettura di Roma Tre.

Si consiglia di portarsi una bottiglia di acqua, un sacco a pelo, una tenda, costume da bagno e telo da spiaggia.

L'azione è un evento collaterale della Festa dell'Architettura di Roma - Index Urbis”

 

Partenza _ sabato 26 giugno ore 10.00, Stazione FM4 di Abano Laziale

per chi viene da Roma appuntamento ore 8.15 al binario alla stazione Termini

percorso dal lago di Albano al lago di Nemi _ attraversamento sotterraneo dell’emissario del lago di Nemi

ore 13.00 _ pranzo sulla spiaggetta del lago di Nemi

passaggio sulla via Astura attraverso i pascoli

ore 21.00 _ cena al Casale del Cavaliere - via Astura dopo ponte Loreto, Campoleone - seguire indicazioni

racconti dei pastori e performances degli studenti del corso di Arti Civiche _ pernottamento

sveglia all’ora della mungitura delle pecore _ colazione _ partenza all’alba dal Casale del Cavaliere

ore 12.30 _ pranzo e siesta nel boschetto ai margini della via Pontina nelle vicinanze di via del Tufello

Arrivo _ domenica 27 giugno ore 20.00 sul lungomare fra Tor San Lorenzo e Torvaianica. Bagno al tramonto

l’ultima corriera per Roma parte da Anzio alle 22.00 e arriva a Laurentina alle 23.35

 

per info: Giacomo_329 2577393 Azzurra_333 1060543 Maria_349 4641748 Francesco_347 4142500

http://corridoipedestri.blogspot.com

 

 

 

 

ANTEPRIMA DEL FILM “Grandangolo: una scuola per Jamila”

Riportiamo la lettera di invito che Angelo de Florio ci aveva inviato per l’interessante anteprima del film. Purtroppo, causa problemi organizzativi dell’ultimo momento, la proiezione è stata annullata. Peccato. Speriamo possa venire riproposta nel prossimo futuro.

 

 

Riceviamo da Angelo e volentieri pubblichiamo:

“Cari amici,

sono felicissimo DI INVITARVI alla anteprima della proiezione del film “Grandangolo: una scuola per Jamila” di Angela Cannizzaro che con "Italia-Bangladesh Villaggio Esquilino ONLUS" ho prodotto con le classi di italiano per stranieri e soprattutto con la scuola per mamme bengalesi con nursery presso l’istituto Di Donato in via Bixio.

Il film mette in evidenza la volontà di inserirsi e progredire, presso di noi, individuando nell’apprendimento della lingua italiana il mezzo più efficace per portare a compimento tali sforzi pur nelle contraddizioni e ritardi delle nostre politiche di accoglienza

Vi aspetto numerosissimi il 27 giugno alle 22 nel Parco di Centocelle in via Casilina 712.

Angelo”

 

 

EsquiliNotizie del 27 giugno 2010

A cura di Emma Amiconi e Roberto Crea

 

Ricordiamo che questo notiziario è a disposizione di tutti i nostri lettori. Chi vuole può stamparlo in proprio e diffonderlo a chi crede. E i nostri lettori commercianti, per esempio, possono, se credono stampare in proprio il bollettino, e anche affiggerlo nel negozio o in vetrina, o nel proprio condominio, se consentito. Non ci offendiamo, anzi è cosa utile e buona, che aiuta la coesione del rione.

Criticate, suggerite, segnalate, inviateci le email di altri residenti interessati alle nostre tematiche, a metà tra il politico-sociale e la chiacchiera di quartiere.

Perché l'Esquilino è il rione più bello di Roma!

 

Per scriverci (ed eventualmente richiedere i numeri arretrati):  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Visitate anche il sito www.esquilinotizie.org

 

Per chi fosse interessato anche a ricevere e/o contribuire al bollettino Celio Notizie, nostro fratello maggiore, segnaliamo l’indirizzo mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

 


 

 

 

Un cantiere di proposte condivise per
immaginare l'Esquilino del futuro
PARTECIPA ANCHE TU!

 

  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune
  • Il Razzismo è un Luogo Comune

Abbiamo a cuore 3 cose...

Partito Democratico Circolo Esquilino

Partito Democratico Circolo Territoriale Esquilino

Via Galilei 57 (metro A Manzoni) -  email: pdesquilino@gmail.com

Partito Democratico - Federazione PD Lazio - Federazione PD Roma